Asteraceae

Arctium lappa Grande bardana, bardana, bardana officinale


Bardana, bardana, bardana


Botanica

Nome latino: Arctium lappa Sinonimi : Lappa major, var.edulis, Lappa edulis, Lappa major

.
Famiglia:
Asteraceae, Compounds

<

Origine : Europa, Asia


Luglio, agosto

.
Colore del fiore: rosa rosa

.
Tipo di impianto :
erbaceo

Tipo di vegetazione: biennale

.
Tipo di fogliame:
semipersistente

.
Altezza:
Fino a 2 m


Piantagione e coltivazione

Resistenza: molto resistente fino a -34 °C
.
Esposizione: soleggiato

.
Tipo di suolo :
ricco


da neutro a basico
.
Umidità del suolo:
normale Uso: Verdure, piante medicinali Piante, vaso Primavera, estate

.
Metodo di propagazione:
piantina


Generale

La bardana, Arctium lappa , o Lappa major è una pianta biennale appartenente alla famiglia delle Asteraceae. La bardana viene distribuita dall’Europa all’Asia. E’ abbastanza comune in Francia sui terreni di scarico, lungo le strade, negli spazi aperti.

L’Arctium lappa è stata usata per secoli in Francia come pianta medicinale. Questa pianta selvatica e impressionante è anche consumata come verdura e può essere coltivata.


Descrizione della Grande Bardana

La bardana è una pianta biennale. È un emicriptofito. Germina, sviluppa una grande rosetta basale con enormi foglie cordiformi, con lunghi piccioli, più o meno persistenti in inverno a seconda delle temperature. L’anno successivo, la grande bardana sviluppa un potente paesaggio floreale per fiorire fino a 2 m di altezza. I suoi piccoli fiori rosa assomigliano a quelli dei cardi. Le sue radici spesse e profonde sono lunghe fino a 1,20 m e spesse 2,5 cm.

I suoi frutti si aggrappano, si aggrappano a qualsiasi superficie fibrosa o alla pelle degli animali. I semi vengono così diffusi, trasportati da animali o bambini che giocano con loro!


La coltivazione della grande bardana in giardino

L’Arctium lappa può essere raccolto allo stato brado, per le sue costole che vengono mangiate come le costole di bietola, o il midollo degli steli dei fiori. Ma sono soprattutto le sue radici spesse ad essere apprezzate, naturalmente prima che diventino fibrose. Per questo motivo la grande bardana viene coltivata in giardino. Il sapore delle radici è fine, leggermente salato, leggermente dolce.

Le radici sono deliziose quando sono ancora giovani e non superano i 60 cm di lunghezza. La raccolta avviene 90 giorni dopo la semina, dopo di che le radici possono diventare più fibrose. Una bardana coltivata non dovrebbe mai rimanere in giardino fino alla fioritura, a meno che non si voglia raccogliere i semi.

Un metodo è quello di piantare in giardino a luglio, approfittando della rapida crescita nella calura estiva, con qualche annaffiatura in caso di tempo secco. Così, 3 mesi dopo, la crescita della grande bardana viene fermata dal freddo. Le radici possono essere raccolte in autunno e in inverno senza diventare fibrose.

La bardana richiede un terreno ricco con tendenza al calcare, così come l’esposizione al sole. Viene seminata nel frutteto in vasi distanziati di circa 20 cm l’uno dall’altro, i semi sono ricoperti da 1 a 2 cm. Per ogni vaso viene conservata una sola pianta, la più bella.


La grande bardana, una pianta medicinale

L’artico ha molte proprietà medicinali. Inoltre, ha un potere disintossicante, è usato per trattare i problemi della pelle, come soluzione locale o come tisana. Strofinare la linfa della pianta in un pungiglione, ad esempio, per ridurre l’infiammazione della pelle: informazioni che possono sempre essere utili quando si coltiva in giardino, e vogliono alleviare il pungiglione di una vespa o di un’ortica.


Lo sapevi?

Si dice che la bardana, un frutto molto appiccicoso con cui i bambini amano giocare, sia l’origine dell’idea del velcro.


Specie e varietà di Arctium

Arctium nemorosum, bardana

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *