Iridaceae

Gladiola scarlatta, Giglio da caffè


Scarlet Gladiola, Giglio da caffè

Fiore di giglio del caffè, Schizostylis coccinea


Botanica

Nome latino: Schizostylis coccinea

.
Famiglia: Iridaceae
Origine : Sudafrica

Tempo di fioritura: Da agosto al gelo

.
Colore del fiore: rosa, rosso
Tipo di impianto :
fiore

Tipo di vegetazione: perenne

.
Tipo di fogliame:
perenne

.
Altezza:
60 cm


Piantagione e coltivazione

Resistenza: -10°C, resistente, da proteggere in zone dove l’inverno è rigido
.
Esposizione: in pieno sole

.
Tipo di terreno :
ordinario, ben drenato

.
Acidità del suolo:
neutro
.
Umidità del suolo:
umido

.
Uso:
stagno, letto piantagione, vaso: primavera

.
Metodo di propagazione: divisione di piantine o gruppi in primavera
.
Malattie e parassiti :
resistente a malattie e insetti


Generale

Il gladiolo scarlatto, o giglio del caffè, è originario del Sudafrica, dove cresce spontaneamente lungo fiumi, torrenti e prati umidi. Schizostylis coccinea è l’unica specie coltivata del genere Schizostylis .

.

Perenne con rizomi, questo gladiolo cresce in sottili ciuffi eretti, con foglie verdi a forma di lancia (lunghe fino a 40 cm) leggermente arricciate.

Una dozzina di bellissimi fiori rossi si raggruppano sul gambo in una spiga lunga circa 30 cm. Sono svasati, a forma di stella e hanno un diametro di 3 cm. Questa fioritura scarlatta ( coccineas significa scarlatta) fa sembrare la pianta una gladiola. L’interesse estetico del giglio marrone per il giardino deriva dal fatto che fiorisce in autunno, da settembre a dicembre (per le regioni con un clima più mite), quando il giardino ha iniziato a perdere i suoi colori estivi.


Cosa usate per il gladiolo scarlatto?

Per le sue origini, Scarlet Gladiola è l’ideale per abbellire i bordi di uno stagno, o anche di un giardino acquatico se posto in un punto poco profondo; ama il terreno umido e fresco. Per ottenere dei bei fiori, mettetela in pieno sole ma al riparo dai venti freddi senza dimenticare di portarvi l’acqua d’estate perché teme la siccità.

È possibile anche la coltivazione in vaso; è poi necessario proteggerlo in una serra fredda dalle prime gelate fino a quando la vegetazione ricomincia a crescere. In questo modo, continuerà a fiorire fino a gennaio.

Infine, La schizostylis coccinea è un ottimo fiore reciso con una lunga durata di conservazione.


Moltiplicazione e manutenzione

Il mughetto si moltiplica in modo molto semplice dividendo la zolla in primavera. I rizomi sono tagliati nelle separazioni naturali e le sezioni più belle sono conservate. Questi devono essere messi a terra senza aspettare troppo a lungo, in modo che non si secchino.

Dopo alcuni anni, la pianta forma una bella massa densa, quindi si dovrebbe lasciare uno spazio di 10 cm in tutte le direzioni durante la semina. Solo dopo tre o quattro anni è necessario dividere i gruppi. Dopo di che la fioritura si indebolisce.

Con l’avvicinarsi dell’inverno, gli steli deflorati vengono regolarmente abbattuti.

Anche se Schizostylis coccinella dal Sud Africa e nonostante il suo aspetto fragile, rimane una pianta resistente. In inverno, teme solo un gelo di -10°C. Nelle regioni fredde è quindi necessario proteggere la vite coprendola con un buon strato di lettiera fogliare, dopo che il ciuffo è stato ripiegato.


Lo sapevi?

  • La parola caffè o caffè si riferisce al villaggio nero di Cafrerie, il nome che un tempo veniva dato a gran parte del Sudafrica


Specie e varietà di Schizostylis

Il genere comprende una sola specie – Schizostylis coccinea Alba con fiori bianchi – Schizostylis coccinea Major con fiori rossi

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *