Ranunculaceae

Il piede di Lark


Piede di Lark

Delphinium x elatum, piede di Lark


Botanica

Nome latino: Delphinium x elatum

.
Sinonimo: Delphinium x culturum

Famiglia: Renonculaceae

Origine: Orticoltura

Tempo di fioritura: da giugno ad agosto

.
Colore del fiore: blu, bianco, viola, rosa

.
Tipo di pianta : pianta erbacea

– Tipo di pianta : pianta erbacea

.
Tipo di vegetazione:
perenne

.
Tipo di fogliame:
deciduo

.
Altezza:
0,80m a 2,40m


Piantagione e coltivazione

Resistenza: resistente, fino a -23°C

.
Esposizione: da soleggiato a mezz’ombra

.
Tipo di terreno:
terreno da giardino, preferibilmente fertile

.
Acidità del suolo:
tollerante
.
Umidità del suolo:
suolo fresco
.
Uso:
fiore reciso massiccio

.
Piantare, reimpiantare:
in autunno o in primavera

.
Metodo di propagazione:
semina, talee potatura: eventualmente tagliata dopo la prima fioritura

.
Malattie e parassiti :
lumache, afidi su giovani germogli


Generale

Delphinium x elatum , meglio conosciuto come l’allodola, è un gruppo di ibridi orticoli derivati dalla specie botanica Delpinium elat um. Appartengono alla famiglia dei Renonculacées. La specie botanica è di origine montana, presente nelle Alpi o in Provenza, abbastanza rara e in stato di protezione. Questa specie è stata ibridata con D. formosum , D. bruninianumet D. cheilanthum , originariamente come pianta da fiore reciso. Anche i moderni ibridi di Delphinium x elatum sono stati selezionati per la coltivazione in giardino oggi. Sono piante ornamentali adattate alle regioni a clima fresco.


Descrizione del Delphinium x elatum Lark Spur

I delfinio del gruppo elatomo con tempo in un ceppo di 60 – 80 cm di larghezza, con fusti multipli di 80 – 2,40 m di altezza. Le loro foglie alternate sono palmate e tagliate. Gli steli sono rigidi ed eretti e terminano con grandi spighette di fiori a volte leggermente ramificate. I fiori sono ben aperti, larghi circa 6 cm, singoli, doppi, semidoppi, da bianchi a blu, passando per il rosa e il viola. Hanno uno sperone pieno di nettare e portano il miele. La pianta è decidua, il fogliame si asciuga a fine stagione.


Quali sono le esigenze di Delphinium x elatum nel giardino?

La coltivazione del Delphinium x elatum è talvolta descritta come capricciosa, ma è importante sapere che questo tipo di delfinio ama i climi freschi: sono perfetti nei giardini dove il terreno rimane fresco per tutta l’estate, in esposizioni soleggiate o semisolari, e quando la temperatura non supera troppo spesso i 25° C. Infatti, la loro temperatura ottimale di crescita è compresa tra 13 e 18°C.

Oltre a questi criteri climatici, queste allodole hanno semplicemente bisogno di un terreno ricco e non soffocante. Possono essere alimentati con un fertilizzante, se è sufficientemente povero di azoto. I loro grandi steli sono fragili e sensibili al vento, quindi è meglio inchiodarli con cautela.

Si piantano in giardino preferibilmente in primavera. Le grandi piante in vaso, già in fiore, hanno meno probabilità di acclimatarsi al giardino, saranno invece utilizzate come annuali.

I giovani germogli di primavera sono spesso attaccati dalle lumache. La comparsa dell’oidio è la conseguenza della mancanza d’acqua.

La semina spontanea è possibile.


Come moltiplicare i delfinei del gruppo elatum?

Producono un gran numero di semi e sono relativamente facili da germinare. Tuttavia, c’è una certa variabilità nella progenie di una varietà. Il risultato è a volte un monocromo con colori abbastanza vicini che formano delle straordinarie aiuole.

I semi vengono seminati ricoperti di terra umida. La dormienza del seme viene interrotta entro due settimane ad una temperatura inferiore ai 4° C. Essi germoglieranno poi in 2 o 3 settimane a 15°C.

Le talee permettono la riproduzione fedele o il rinnovamento delle piante.

Viene realizzato in primavera da nuovi germogli. Gli steli alti circa 10 cm vengono rimossi e tagliati in modo pulito il più vicino possibile alla corona (moncone). Tutte le foglie sono tagliate, tranne il germoglio più alto e terminale del fusto. Ogni tazza è posta in un piccolo vaso la cui base è immersa in 1 cm di acqua. Mantenute a 14°C, attecchiscono in 4 settimane. Una volta che le radici appaiono sotto il vaso, il germoglio apicale viene pizzicato, costringendo il delfinio a lasciare il moncone.


Specie e varietà di Delphinium

250 specie del genere

  • Delphinium grandiflorum, specie blu intenso
  • Delphiniumsulfureum, specie di fiori gialli
  • Delphinium nudicaule, con fiori rossi
  • Delphinium requienii, grandi specie biennali

Mappe di piante dello stesso genere

  • Delfinio , Delfinello, Delfinello

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *