vino

Warleyense Goblin Flower


Warley’s Elf Flower

Warley’s Elf Flower, Epimedium x warleyense


Botanica

Nome latino: Epimedium x warleyense

.
Famiglia: Berberidaceae
Origine: Orticoltura

Tempo di fioritura: Aprile

.
Colore del fiore: arancione

.
Tipo di pianta : pianta ornamentale erbacea, copertura del terreno
.
Tipo di vegetazione:
pianta perenne
.
Tipo di fogliame:
perenne

.
Altezza:
da 30 a 50 cm


Piantagione e coltivazione

Resistenza: resistente fino a -23 °C
.
Esposizione: ombra da chiara a media

.
Tipo di terreno :
ricco e umido

.
Acidità del suolo:
molto acido a basico
.
Umidità del suolo:
normale ad asciugare
.
Utilizzo:
Giardino ombreggiato, sottobosco

.
Piantare, reimpiantare:
primavera, autunno

Metodo di propagazione: divisione “Invia una foto di


Generale

Epimedium x warleyense , il fiore goblin del warleyense è una pianta erbacea perenne che appartiene alla famiglia delle Berberidaceae, come berberi, mogano o podophyllum. Gli Epimede sono generalmente e molto poeticamente chiamati “fiori di elfo” per la forma dei loro piccoli fiori che sembrano cappelli a campana in miniatura. Epimedium x warleyenseis di origine orticola, raggruppa i discendenti di un incrocio tra due specie asiatiche: E pimedium alpinumet Epimedium pinnatum subsp. colchicum . Gli Epimedium sono piante bellissime che non sono ancora sufficientemente coltivate, l’ibrido Epimedium x warleyense è robusto e particolarmente facile da vivere.


Descrizione del fiore dell’elfo di Warleyan

Epimedium x warleyense forma una copertura a terra che si diffonde abbastanza lentamente. Le sue foglie sono grandi per un epimedio, e la pianta è relativamente alta, tra i 30 e i 50 cm. I suoi steli sono rizomi orizzontali situati sotto o a livello del suolo, responsabili della sua propagazione. I piccioli sono molto fini, ma molto rigidi ed eretti. Le foglie sono composte da 3 a 9 volantini di grandi dimensioni. Sono a forma di cuore, lunghe da 6 a 10 cm, e sono ricoperte da piccoli denti che si sviluppano in peli corti e rigidi; questi foglietti possono sembrare spinosi, ma non mordono. Le giovani foglie sono di colore marrone rosato, poi verde acido con bordi rosa, e infine diventano verdi fresche. Tutti i volantini sono posati in piano, producendo una massa di fogliame perfettamente strutturata e disposta. Inoltre, questo bel fogliame è sempre verde.

I fiori, anche se piccoli, sono tanti e tutti in grazia. Si sviluppano intorno ad aprile, a volte fino alla fine di marzo. Gli steli dei fiori emergono direttamente dal terreno, portando una nuvola di piccoli fiori di 1 centimetro di spessore, delicatamente disegnati, con 4 petali arancioni a forma di cucchiaio e una corona centrale gialla.

Producono poi dei piccoli baccelli contenenti alcuni piccoli semi rotondi.

La cultivar più venduta è Epimedium x warleyense Orangekönigin o Orange Queen, una varietà arancione molto brillante.


Come piantare e crescere Epimedium x warleyense ?

Questo epimedio fornisce una buona copertura del terreno per il sottobosco: si adatta bene agli ambienti ombrosi, pur essendo resistente alla siccità. Alla fine resisterà a qualche raggio di sole al mattino o al pomeriggio, ma il suo fogliame brucerà al sole di mezzogiorno.

Tollerante per la natura del terreno, è anche estremamente resistente. Inoltre, poche erbacce sono in grado di infiltrarsi nel ceppo epimedeo. L’unico svantaggio è che a volte ci vuole molto tempo per affermarsi, diventando frondoso e fiorito solo dopo 2 o 3 anni di coltivazione.

Può essere piantato in autunno o in primavera. Dopo il trapianto, sarà innaffiato durante la prima estate, diventando estremamente resistente alla siccità solo una volta ben radicata.

Manutenzione dell’epimedio warleyense

Alla fine dell’inverno (febbraio-marzo), poco prima dell’inizio delle spighe dei fiori, tutto il fogliame vecchio può essere tagliato a terra: questo permette di sfruttare al meglio la sua fioritura tardiva, altrimenti metà dei fiori sboccerà nascosta sotto le foglie.

Allo stesso tempo, è possibile cospargere un po’ di fertilizzante sulla superficie.


Come moltiplicare Epimedio x warleyense?

Le divisioni sono possibili all’inizio della primavera, prima o dopo la fioritura, o in autunno. I chip del ceppo vengono prelevati dalla periferia in modo da non disturbare l’epimede più del necessario.

La semina è delicata perché i semi sono davvero molto fini. I semi devono essere seminati in superficie non appena sono maturi, poiché perdono rapidamente la loro capacità di germogliare. Germinano dopo 3 mesi a 20°C.


Specie e varietà di Epimedium

Il genere comprende più di 30 specie

  • Epimedium pubigerum, bianco
  • Epimedium grandiflorum, a fiore grande, viola
  • Epimedium stellulatum, con una miriade di piccoli fiori di nuvola bianca
  • Epimedium epsteinii, specie da bassa a grande fioritura
  • Epimedium zhushanense, con bellissimi fiori bicolori
  • Epimedium pauciflorum, alto 15 cm
  • Epimedium rhizomatosum, con fogliame rosso
  • Epimedium membranaceum, fiori gialli con lunghi sepali

Mappe di piante dello stesso genere

  • Epimedium grandiflorum , Fiore dell’Elfo,Epimedron

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *