Zamiacee

Encefalati di Altenstein


Gli encefalati di Altenstein

Encepharlatos de Altenstein, Encephalartos altensteinii


Botanica

Nome latino: Encephalartos altensteinii

.
Famiglia:
Zamiaceae

Origine : Sudafrica

Tempo di fioritura: mesi caldi

.
Colore del fiore: rossiccio

.
Tipo di impianto :
palma

Tipo di vegetazione: perenne

.
Tipo di fogliame:
perenne

.
Altezza:
fino a 6m nel suo ambiente naturale Tossicità : l’intero impianto è tossico


Piantagione e coltivazione

Resistenza: -5°C, clima mite

.
Esposizione: sole, mezza ombra
Tipo di suolo:
suolo minerale e drenante

.
Acidità del suolo:
da neutro ad acido
.
Umidità del suolo:
fresco, ma drenante
.
Utilizzo:
patio, veranda, all’aperto nelle regioni meridionali Piantagione, vaso: primavera, autunno

.
Metodo di propagazione:
seme, taglio, innesto


Generale

L’Encepharlatos d’Altenstein è un arbusto simile a una palma originario del Sudafrica. La sua abitudine alla crescita regolare e strutturata la rende una pianta ornamentale di grande successo, facile da mantenere in una serra o in una stanza luminosa, ma che cresce lentamente.

In Sudafrica vive nelle zone costiere, sulle scogliere, ma anche nelle catene montuose e nelle foreste sempreverdi. Purtroppo, è considerato in pericolo ed è diventato vulnerabile a causa della perdita dell’habitat e del bracconaggio.


Descrizione di Encephalartos altensteinii

Una radice grande, carnosa, quasi tuberosa, ha una corona di foglie rigide, palmate, pennate, contenenti numerose foglioline, da 30 a 40 per lato, dentate e spinose. Le foglie possono essere lunghe fino a 1 m, a volte anche di più, sono arricciate. Questo encefalario cresce raramente in coltura, la sua lenta crescita lo mantiene per anni nella fase di rosetta basale; in seguito sviluppa un tronco spesso, particolarmente lungo per guadagnare altezza.

Il tronco, detto stiletto, è formato dalla base delle foglie. A volte può ramificarsi e formare più germogli.

Al centro della pianta c’è il cuore, il cui germoglio è responsabile della crescita della pianta e della formazione di foglie e fiori.

I fiori possono apparire al centro come da 2 a 5 pigne simili ad ananas, che impiegano mesi per svilupparsi. Encefalartossonte dioico, sono maschi o femmine. I coni femminili sono più importanti. Al momento della fruttificazione, i semi prodotti sono rossi e lunghi fino a 4 cm. Germinano facilmente, dopo un periodo di maturazione.


La cultura dell’encefalite di Altenstein

Encephalartos richiede un substrato drenante, combinato con una buona irrigazione, in quanto proviene da una regione umida. Si propone una miscela di sabbia non calcarea e pozzolana, terreno da giardino e alcuni terreni acidi ben decomposti. Gli encefalopodi non hanno bisogno di un terreno molto ricco perché sono in simbiosi con i batteri che permettono loro di assorbire l’azoto dall’aria. Oltre alle micorrize (simbiosi con i funghi nelle radici), permettono di ottimizzare l’assorbimento da parte delle radici.

L’esposizione alla luce, ma non alla luce diretta del sole, è tutto ciò di cui hanno bisogno. Può resistere al calore.

Questo encefalario provoca la crescita di una foglia all’anno, chiamata fard, il che significa che tutte le nuove foglie dell’anno si sviluppano simultaneamente. Bisogna fare attenzione a non danneggiare le foglie che si dispiegano e che in quel momento sono fragili.


Un’antica pianta del tempo dei dinosauri

Encephalartos alstensteinii , appartiene all’ordine delle cicadi, che comprende le cicadi e le zamie di cui è membro. Anche se in apparenza assomigliano alle palme, sono particolarmente lontani da loro dal punto di vista evolutivo. Il periodo di massimo splendore di quest’ordine fu nel Giurassico, nello stesso periodo dei dinosauri. Conserva alcuni caratteri primitivi: come il Ginko biloba , i suoi gameti maschili sono mobili, e si muovono (come lo sperma negli animali).


Lo sapevi?

I suoi frutti contengono amido. Erano usati per fare il pane, dopo essere stati liberati dalle tossine naturalmente presenti in tutta la pianta. Da qui il nome volgare di «albero del pane» che a volte viene dato.


Specie e varietà di Encephalartos

Il genere comprende circa 60 specie

  • Encephalartos horridus , blu metallico e molto spinoso
  • Encephalartos trispinosus alto 1 m
  • Encephalartos ferox
  • Encephalartos laurentianus , ciclodi giganti

Mappe di piante dello stesso genere

  • Encephalartos laurentianus , Cycads kwango gigante, Encephalartos de Laurent

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *