Funghi

Clavaria fumosa

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Carpoforo formato da un individuo a forma di chiodo le cui dimensioni possono superare i 5 cm di lunghezza per pochi millimetri di larghezza. Non cresce mai da sola, in quanto è sempre accompagnata da numerosi congeneri che formano fasci a volte uniti alla base, o con una crescita individuale. Può essere a forma di fuso o scanalato, cilindrico o curvo, ma si restringe sempre verso l’apice. Il suo colore è variabile, ma non diventa mai bianco, può essere ocra chiaro, coriaceo, e persino crema giallastra, anche se la forma tipica è ocra chiara, acquosa.

Imenio liscio e colorato, posto sulla superficie esterna del carpoforo.

Il piede non esiste in quanto tale, la zona vicino alla base a volte può essere più chiara, ma in nessun modo può essere considerato come un piede.

Carne tremendamente fragile, in parte perché i carpofori sono cavi, il che la rende facilmente frantumabile. All’interno è di colore più chiaro che all’esterno, quasi biancastro. Non ha quasi nessun odore e il suo sapore è delicato.

Habitat:

Si tratta di una specie eliofila, che abbiamo sempre localizzato nei prati delle zone più basse, nelle zone umide e muschiose. Ogni volta che l’abbiamo visto è stato in autunno già avanzato, nel mese di novembre o dicembre. Specie molto rare e da proteggere.

Commenti:

Abbiamo l’immensa fortuna di vedere, quasi ogni stagione, questa specie rara che non è molto ben referenziata nella letteratura. La sua crescita a grappoli ci ricorda molto la Clavaria fragilis, anche se il suo aspetto è diverso, poiché quest’ultima è di un bianco puro, la verità è che molte volte condividono lo stesso habitat. La sua confusione con altre specie è improbabile, dato il suo habitat e le sue caratteristiche.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Nessuna.
  • Sinonimo:
    Clavaria striata Pers.

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Aphyllophoromycetidae
  • Ordine:
    Cantharellales
  • La famiglia:
    Clavariaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *