Funghi

Cortinarius tubarius

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Cappello piccolo, il suo diametro di solito non è nemmeno 5 cm, di solito varia da 1 a 4 cm. Ha una forma semisferica alla nascita, presto convessa e infine appiattita, con il centro evidenziato negli esemplari più giovani e paradossalmente un po’ ombelicale in quelli più vecchi. La cuticola è di colore ocra, con il centro più scuro e pallido verso il margine, pruinoso e addirittura fibrillante, soprattutto da giovane. Il margine è notevolmente striato, a volte arriva a striare quasi al centro per la trasparenza perché è una specie igrofana.

Gli esemplari più giovani sono giallastri, un po’ ventralizzati, tinti di marrone con alcune sfumature ferruginose, e sono molto regolari nella loro disposizione.

Piede allungato o proporzionato, spesso curvo e cilindrico, tenace, di colore ocra ma che si scurisce nel tempo dalla base fino a toni bruni nerastri. È coperto da fibrille biancastre nella sua interezza che possono scomparire per effetto della pioggia, e la sua zona cortiniforme è molto scarsa e fugace.

Carne scarsa e incoerente, morbida sul cappello e tenace sul piede, praticamente inodore e poco saporita perché assorbe molta acqua.

Habitat:

Specie che sembra essere più onnipresente di quanto si credesse in origine, e che può essere localizzata in diversi habitat, la nostra raccolta è stata effettuata sul bordo di un ruscello proveniente da una diga vicina, con la presenza di ontani nelle vicinanze. Cresciuta in un piccolo gruppo e localizzata in autunno, è una specie rara perché poco studiata come accade per tutte le specie legate al genere Alnicola.

Commenti:

La posizione tassonomica di questa specie, che ha attraversato diversi generi nella sua lunga esistenza, Naucoria, Tubaria, Alnicola, e ora Cortinarius, è complessa. Il suo carattere onnipresente lo differenzia dalle specie esclusive di ontani come Alnicola, da Alnus (ontano), tuttavia è il suo habitat più frequente e dove lo abbiamo trovato. La differenziazione di queste specie è possibile solo dopo un’attenta analisi microscopica, essendo impossibile classificarle macroscopicamente, questa ulteriore difficoltà fa sì che ci sia una certa avversione verso questi generi. Può essere confuso con qualsiasi Alnicola, qualsiasi Tubaria o qualsiasi Naucoria.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Nessuna.
  • Sinonimo:
    Alnicola sphagneti (M.M.Moser) Romagn.

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Agaricomycetidae
  • Ordine:
    Tende
  • La famiglia:
    Cortinariaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *