Funghi

Geoglossum glabrum

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Carpoforo con un’altezza che può raggiungere i 5 cm, a volte un po’ di più, con una struttura in cui sono definite due parti differenziate ma unite. La parte superiore, che ha la forma di una testa, è la parte fertile del carpoforo. È circa un terzo della lunghezza totale, nera con una certa tinta bluastra, con apice arrotondato e solitamente compressa lateralmente, e presenta una sorta di solco centrale che varia in qualche modo. Superficie secca e lucida, mai viscosa, pruinosa e glabra.

Imenio che si manifesta coprendo la zona superiore o testa fertile, liscia e glabra, con il colore, con la maturazione gli conferisce un aspetto pruinoso.

Il piede non è veramente un piede, perché non c’è una netta separazione dalla testa, ma piuttosto un’estensione di essa. Tutta questa zona è sterile, cilindrica e allungata, con un colore simile alla zona superiore, e ugualmente liscia e asciutta, anche se un po’ lucida sotto la pioggia.

Carne dello stesso colore della superficie esterna, non così fragile come può apparire, anche se un po’ dura o elastica. È inodore e praticamente insapore.

Habitat:

Questa specie fruttifica di preferenza nelle pinete o su terreni aperti, generalmente in zone vicine alla costa, anche in pinete con dune, zone sabbiose e muschiose. Può crescere isolato o in piccoli gruppi, essendo il suo periodo preferito di comparsa alla fine dell’autunno e soprattutto esce in inverno. È una specie rara con una tendenza acidofila.

Commenti:

Il genere Geoglossum presenta specie con grandi somiglianze morfologiche e quindi difficili da separare macroscopicamente. Il geoglossum umbratile è una specie molto simile, così come ha spore con sette setti, ma le sue asche sono notevolmente più piccole, fino a 200 micron, che possono raggiungere i 250 micron. Il geoglossum cookeanum è quasi identico, quindi la sua posizione tassonomica è controversa, se anche i caprioli sono un po’ più piccoli. Altri Geoglossum hanno spore con molti più setti, fino a 17 in alcuni casi. Anche per la sua forma può essere confuso con lo Xylaria polymorpha, ma la carne è bianca al taglio.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Nessuna.
  • Sinonimo:
    Geoglossum ophioglossoides (L.) Sacc.

Tassonomia:

  • Divisione:
    Ascomycota
  • Suddivisione:
    Ascomicotina
  • Classe:
    Himenoascomiceti
  • Sottoclasse:
    Pezizomycetidae
  • Ordine:
    Leotiales
  • La famiglia:
    Geoglossaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *