Funghi

Hygrophorus marzuolus

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Cappello che può superare i 10 cm, da semisferico a convesso, finalmente aperto e con un bordo curvo e ondulato. Alla nascita è quasi bianco, ma passa rapidamente ai toni del grigio e del marrone con sfumature cianuro, con una cuticola liscia e poco viscosa.

I fogli sono dapprima un po’ stretti ma poi molto distanziati, molto bianchi da giovani, grigiastri in età avanzata, leggermente decorrenti.

Piede corto, spesso, cilindrico, di colore bianco, ma che col tempo diventa grigio dalla base.

Carne bianca e tenera, di buon spessore, sia nel cappello che nel piede, con un odore non proprio notevole e un sapore morbido e dolce.

Habitat:

Frutta preferibilmente nei boschi misti, anche se si trova anche nelle pinete pure, con una preferenza per i terreni silicei. Il suo periodo di apparizione è l’inverno e l’inizio della primavera, qualcosa di insolito nella micologia.

Commenti:

Ottimo commestibile, dato il suo tempo di apparizione possiamo considerarlo come il primo fungo commestibile dell’anno, è quindi molto ricercato, ma difficile da trovare a causa della sua scarsità. In autunno appaiono alcune specie che possono mantenere una certa somiglianza, come l’Hygrophorus camarophyllus, dal cappello bruno-grigiastro e dal piede più lungo, e l’Hygrophorus atramentosus, qualcosa di più argenteo, ma di notevole somiglianza. Per il suo colore potrebbe essere confuso con i Russula nigricans, che si arrossano prima di diventare neri e non hanno il piede grigiastro.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Fungo di marzo, Martxoko Ezko.
  • Sinonimo:
    Agaricus marzuolus Patatine fritte

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Agaricomycetidae
  • Ordine:
    Tricholomatals
  • La famiglia:
    Hygrophoraceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *