Funghi

Lachnellula subtilissima

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Ascocarpo pseudostipitato di dimensioni molto piccole, gli esemplari più sviluppati raggiungono a malapena i 3 o 4 mm di diametro, essendo molto comuni per trovarli ancora più piccoli, con forma sferica nelle origini, ma presto caliciforme. Il lato esterno è interamente ricoperto da peli bianchi che gli conferiscono questo colore, e che si estendono a coprire il margine. Questo margine è spesso un po’ involuto, soprattutto quando gli esemplari sono giovani.

Imenio immerso nella superficie interna, che è totalmente liscia e quindi priva di peli esterni. Colpisce il bel colore giallo, a volte con una tonalità arancione, di tutta questa superficie interna.

È ovvio se lo si guarda nel dettaglio, per esempio con una lente d’ingrandimento, altrimenti può passare inosservato, è colorato e molto piccolo.

Carne insignificante visto quanto piccolo e poco carnoso è questo Ascomycete, senza odore evidente o sapore notevole.

Habitat:

È una specie abbastanza comune, ma nella maggior parte dei casi passa inosservata a causa delle sue piccole dimensioni. Può apparire in qualsiasi periodo dell’anno, ma è più abbondante in primavera. Porta sempre i suoi frutti in combinazione con il legno morto di varie conifere, pini o anche abeti rossi.

Commenti:

Il genere Lachnellula è molto simile al genere Lachnum, di cui presenta solo alcune piccole differenze microscopiche, legate soprattutto alle parafisi. La specie simile Lachnellula willkommii fruttifica sui larici, che si distinguono molto bene dal micro, poiché le loro spore sono enormi rispetto a quelle della specie qui descritta. La specie Arachnopeziza aurelia, che è simile per dimensioni, ha però i peli esterni giallo oro.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Nessuna.
  • Sinonimo:
    Dasyscyphus subtilissimus (Cooke) Sacc.

Tassonomia:

  • Divisione:
    Ascomycota
  • Suddivisione:
    Ascomicotina
  • Classe:
    Himenoascomiceti
  • Sottoclasse:
    Pezizomycetidae
  • Ordine:
    Leotiales
  • La famiglia:
    Hyaloscyphaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *