Funghi

Lattario blennio

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Il cappello fino a 10 cm di diametro, di forma piatta-convessa, si deprime al centro dell’adulto in modo notevole. Il colore è molto variabile, dal grigio al verde, anche se, come troviamo di solito, è verde oliva sporco. Di solito ha macchie, ma non sempre concentriche, a volte sono un po’ irregolari. La sua cuticola è viscosa, e il bordo rimane abbastanza lungo.

Fogli bianchi adnatici o leggermente decorrenti negli esemplari giovani, un po’ arrugginiti in quelli vecchi. Sono abbastanza stretti e trasudano molto lattice quando vengono spazzolati.

Piede centrale, cilindrico e proporzionato alle dimensioni del cappello, di colore verde grigio molto chiaro.

Carne bianca, piuttosto spessa ma fragile e fragile. Trasuda abbondante lattice bianco che, una volta essiccato, conferisce alla carne un colore grigiastro. Odore non molto percettibile e gusto pungente dopo un po’ di masticazione.

Habitat:

È un fungo molto frequente e abbondante nelle faggete e in generale in tutti i tipi di planifolia. La sua stagione di fruttificazione più comune è l’autunno.

Commenti:

È immangiabile per il piccante della sua carne, anche se è innocuo. Il suo colore verdastro, le macchie sul cappello, che non ha zone, lo rendono uno dei lattari più facili da identificare. Lactarius fluens gli assomiglia un po’, ma il suo cappello è a zone e il suo lattice è immutato.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Lattario mucosale, pagadi-esneki berde.
  • Sinonimo:
    Lactarius viridis Quel.

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Agaricomycetidae
  • Ordine:
    Russulales
  • La famiglia:
    Russulaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *