Funghi

Lattario emiciceo

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Cappello di medie dimensioni, allo stadio adulto ha di solito un diametro compreso tra i 5 e i 10 cm, occasionalmente un po’ di più. Ha una forma convessa da giovane, mantenendo l’involuzione del bordo, si appiattisce a maturità e anche da vecchio può diventare incanalato, mentre il bordo del cappello si estende. La superficie pileica ha una tonalità molto pallida e opaca in quanto è coperta da una fioritura che le conferisce una tonalità biancastra o grigiastra con una chiara tonalità bluastra. È a malapena zonata, e se manipolata o strofinata acquista un caratteristico colore blu indaco, molto più evidente negli esemplari giovani, con l’età acquista una tonalità arancione sporco molto spento.

Arancione pallido, poco attraente rispetto ad altri dapetes e un po’ più separato. Tendono a macchiare le loro ferite con un colore verde acqua quando il lattice su di loro si asciuga, adottano anche macchie rossastre.

Piede cilindrico, pieno di giovani e cavernoso da adulto, di colore bluastro soprattutto quando è giovane, arancio pallido opaco negli esemplari adulti, particolarmente pruinoso. Alcuni esemplari presentano scrofette, mentre in molti di essi il piede è completamente liscio. Inoltre, quando viene maneggiato, macchia di viola chiaro.

Carne soda e compatta, presenta al taglio longitudinale un’ampia linea di colore blu indaco sotto la superficie del cappello, presente in tutti gli esemplari raccolti. Dopo qualche ora questa linea diventa di un verde chiaro. Il resto della carne ha un tono arancione pallido, a volte quasi biancastro, che emana un lattice arancione scarso che quando viene essiccato diventa prima verde e poi rosso vino. Ha un odore fungino piacevole ma un po’ forte e un sapore crudo leggermente piccante.

Habitat:

Specie che si sviluppa esclusivamente formando micorrize con pini, questi esemplari sono stati localizzati nella parte settentrionale di Burgos sotto Pinus sylvestris. Di solito cresce in gruppi durante i mesi autunnali, essendo una specie molto rara, non molto ben referenziata e sinonimizzata da alcuni autori con altri dapetes.

Commenti:

All’interno dei dapetes, gruppo formato da specie di Lactarius il cui lattice è arancione o rosso, esistono specie conosciute e apprezzate dal punto di vista gastronomico, tutte con il nome comune di níscalos. Questa specie è un commestibile piuttosto discreto, di qualità notevolmente inferiore a Lactarius deliciosus. Secondo alcuni autori la specie che presentiamo è sinonimo di Lactarius quieticolor, essendo considerata come una semplice varietà di esso, la presentiamo separatamente perché ci sono diverse peculiarità che presentano al di fuori delle specie citate, è notevole la tendenza al colore blu presente in tutti gli esemplari raccolti, qualcosa di unico all’interno della sua sezione, che potrebbe avvicinarsi anche alla specie americana e asiatica Lactarius indigo.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Níscalo, rovell, pinatell.
  • Sinonimo:
    Lactarius quieticolor var hemicyaneus (Romagn.) Basso

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Agaricomycetidae
  • Ordine:
    Russulales
  • La famiglia:
    Russulaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *