Funghi

Omphalotus olearius

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Cappello grande, a volte può raggiungere i 15 cm, arancione brillante, vecchio leggermente più marrone. Convessa da giovane, finisce per essere incanalata, mantenendo il margine molto sottile.

Fogli di colore altrettanto arancione, marcatamente decorrenti sul piede, stretti e piuttosto sottili.

Piede cilindrico e allungato, spesso eccentrico e attenuato alla base, colorato o un po’ più pallido del cappello.

Carne di colore arancione, piuttosto fibrosa e soda, senza odore particolarmente accentuato e dal sapore delicato.

Habitat:

Sebbene sia stato pensato per essere esclusivo degli olivi, dove cresce regolarmente, cresce anche in modo cespitoso e abbondante sui ceppi di vari platani, lo abbiamo localizzato su ceppi di quercia, faggio e leccio. Appare in estate e in autunno.

Commenti:

È una specie molto tossica, che causa disturbi digestivi con vomito e diarrea. Si può confondere con il Cantharellus Cibarius, che ha le pieghe al posto delle lenzuola, ed esce a terra, non sul legno. Si confonde anche con la Hygrophoropsis aurantiaca, anch’essa terrestre e più piccola. Molto simile è l’Omphalotus illudens, che ha lo stesso habitat, ma è più giallo e con un cappello screziato.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Funghi d’oliva.
  • Sinonimo:
    Clitocybe olearia (DC.) Maire

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Agaricomycetidae
  • Ordine:
    Newsletter
  • La famiglia:
    Omphalotaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *