Funghi

Prude di suino Faeolo

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Cappello di notevoli dimensioni, il diametro degli esemplari adulti varia generalmente da 10 a 20 cm, anche se si possono osservare individui fino a 25 cm di diametro. La sua forma è certamente variabile, può avere una tipica forma circolare, ma a volte è reniforme, ed è persino possibile trovare cappelli imbricati. La sua superficie è pelosa o vellutata negli esemplari giovani, diventando col tempo prima tomentosa e liscia in età avanzata dalla zona centrale. Da giovane ha un sorprendente color zolfo, ma con la maturazione diventa marrone dal centro e verso la periferia, essendo ocra con qualche sfumatura arrugginita in età avanzata. Il margine è di solito spesso e arrotondato, irregolarmente ondulato o deformato.

Imenio formato da pori di buona dimensione, non più di 2 pori per millimetro, che terminano in alcuni tubi che sono apprezzabili nella zona vicino al piede, e che sono ridotti alla minima espressione nella parte vicino al margine. Questi pori sono di forma poligonale e molto decorrenti, giallastri quando sono giovani, diventano rapidamente marroni e hanno una certa tendenza ad annerirsi quando si passa l’unghia sopra di essi.

Piede che può essere centrale o anche eccentrico, molto corto in relazione alle dimensioni del cappello, spesso o un po’ attenuato verso la base. Ha un colore simile al resto del carpoforo.

Carne spessa giallastra e morbida negli individui più giovani, acquisendo gradualmente una consistenza simile al sughero mentre diventa marrone, nella sua ultima fase è molto coriacea. Non ha quasi nessun odore o sapore degno di nota.

Habitat:

Si tratta di una specie annuale quasi esclusiva di conifere, con una particolare predilezione per i pini, essendo molto rara la sua comparsa sugli alberi di planifolia. Germoglia direttamente su vecchi ceppi in decomposizione, o a volte apparentemente sul terreno, in quanto è sostenuto da radici sepolte. È considerata una specie comune e frequente che cresce preferibilmente in autunno, normalmente singolarmente.

Commenti:

È un fungo dall’aspetto certamente brutto, caratterizzato dalle grandi dimensioni, dalla superficie pelosa o tomentosa di colore da giallo a marrone e dall’imene a grandi pori. Descritta molte volte come inconfondibile, riteniamo che macroscopicamente non sia facile separarla da Onnia tomentosa, una specie che condivide un habitat simile, colori simili, struttura simile, le uniche differenze evidenti sono le dimensioni più piccole e i pori più piccoli.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Nessuna.
  • Sinonimo:
    Polyporus schweinitzii Fr.

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Aphyllophoromycetidae
  • Ordine:
    Poriales
  • La famiglia:
    Coriolaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *