Funghi

Russula nobilis

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Cappello che negli esemplari maturi ha un diametro che oscilla tra i 4 e i 6 cm, a volte qualcosa di più, con forma convessa inizialmente, durante la maggior parte del suo sviluppo esteso e infine un po’ depressa, soprattutto dalla zona centrale. La superficie pileica è facilmente separabile, con un colore rosso predominante più o meno vivo, in alcuni esemplari questo colore è molto omogeneo, ma può essere scolorito in altri con alcune macchie irregolari color crema, a prima vista è liscio e lucido con la pioggia, dando un aspetto più asciutto in altre condizioni atmosferiche. Il margine è liscio e un po’ curvo negli esemplari più giovani, tendente a striare in quelli maturi.

Le lame sono dnate e piuttosto separate l’una dall’altra, di colore bianco e con un bordo colorato, con poca presenza di lamelle e una disposizione molto regolare, arrotondando un po’ verso il piede ma senza mai raggiungere una fessura.

Piede di dimensioni variabili a seconda del substrato, cilindrico o leggermente svasato all’apice, di colore bianco con una certa tendenza a diventare ocra giallastra quando viene maneggiato, per lo più riempito di giovani, poi cavernoso, con la superficie liscia dei giovani che diventa più ruvida negli esemplari maturi.

Carne spessa ma fragile, piuttosto fragile per l’aspetto carnoso del fungo, di colore bianco con la superficie subpileica in tonalità rosa. Emana un apprezzato profumo fruttato e il suo gusto è intensamente speziato.

Habitat:

È una specie comune nelle faggete del nord della penisola iberica, dove germoglia in piccoli gruppi ma abbondantemente durante l’autunno, e può comparire in altri periodi dell’anno in modo puntuale, essendo molto meno frequente in altri habitat.

Commenti:

Le specie del gruppo Emiticinae sono molto difficili da distinguere tra loro, questa specie si caratterizza per il suo habitat nella lettiera fogliare dei faggi, la sua taglia intermedia e il suo cappello presto esteso. La Russula emetica, specie tipica di questo gruppo, fruttifica principalmente nelle torbiere associate alle conifere di montagna, è più grande e più dura, e le sue spore sono più grandi. La Russula silvestris è una specie di cappello più piccola e debole che si decolonizza facilmente, e ha un’abitudine di crescita muscolare associata a vari planifoli. Esistono altre specie meno conosciute ma altrettanto simili, la cui differenziazione è soggetta a caratteri piccoli, generalmente microscopici, il che rende questo gruppo davvero complicato.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Nessuna.
  • Sinonimo:
    Russula mairei Cantante

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Agaricomycetidae
  • Ordine:
    Russulales
  • La famiglia:
    Russulaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *