Funghi

Titubi di bolitius

Caratteristiche macroscopiche

Caratteristiche:

Cappello piccolo, raggiunge appena 3 o 4 cm al massimo. È di colore giallo vivo, e la sua forma è dapprima ovale, poi campanulare e infine allungata, ma conserva un certo mamellone centrale. La sua cuticola è chiaramente viscosa e il margine è scanalato radialmente per la trasparenza.

Sfoglie prima biancastre, poi ocra per effetto delle spore, libere rispetto al piede e piuttosto dense.

Piede molto lungo in proporzione al cappello, stretto, spesso appena 2-4 mm, di colore biancastro, a volte un po’ giallastro. Di solito è un po’ più spessa alla base.

Carne fragile e fragile, scarsa, biancastra e piuttosto tenace, con niente di notevole in termini di odore o sapore.

Habitat:

È una specie che compare tra l’erba in zone umide e azotate, a volte su resti di legno in decomposizione. Cresce principalmente durante l’autunno, occasionalmente in altri periodi. È un fungo frequente anche se non molto abbondante.

Commenti:

È relativamente facile da riconoscere per il colore giallo limone del suo cappello. Può assomigliare in qualche modo al Bolbitius variicolor, attualmente considerato una varietà con il nome di Bolbitius titubans var. olivaceus, e al Bolbitius reticulatus, riconoscibile per la marcata griglia del suo cappello, oltre che per il colore violaceo.

Ulteriori informazioni:

  • Nome comune:
    Bolbicio yema giallo, bolbizio hori.
  • Sinonimo:
    Bolbius vitellinus (Pers.) Fr.

Tassonomia:

  • Divisione:
    Basidiomycota
  • Suddivisione:
    Basidiomicotina
  • Classe:
    Omobasidiomiceti
  • Sottoclasse:
    Agaricomycetidae
  • Ordine:
    Tende
  • La famiglia:
    Bolbitiaceae

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *