piante d'appartamento

Scegliere le piante migliori per i vostri contenitori per interni

Vivete in un condominio di 15 piani, dove non c’è spazio per il giardinaggio? Avete molte opere d’arte ma niente di vivace per sistemare la vostra casa? Forse avete solo bisogno di un terrario o di un cespuglio fiorito per rendere più piccante il vostro spazio.

Impianti per contenitori interni

Le possibilità per la coltivazione al coperto sono infinite, le idee che trovate sono limitate quanto il vostro budget, la pazienza, l’immaginazione e lo spazio. Che si tratti di svernare i gerani sul davanzale o di coltivare orchidee in bagno, la coltivazione di piante in casa apre ogni tipo di possibilità.

Al chiuso, si possono facilmente coltivare piante dei tropici o del deserto. Le piante di fogliame sono eccellenti per una varietà di motivi. I crostini sono coloratissimi e le foglie sono rigide e lucide. Si può scegliere qualcosa di piccolo, come la viola africana, o qualcosa di grande, come la grande pianta ad ombrello.

Le piante migliorano la qualità dell’aria nella vostra casa. Le piante di ragno, l’edera, il bambù e la lingua della suocera hanno una cosa in comune: sono note per assorbire le tossine dall’aria. Le piante rilasciano ossigeno anche durante la fotosintesi e consumano anidride carbonica, rendendo più facile la respirazione dell’aria.

Come scegliere le piante d’appartamento

Ad alcune piante piace essere lasciate a se stesse e crescere in abbandono, altre hanno bisogno di cure quotidiane e di potature. Scegliete le piante che corrispondono al vostro desiderio di lavorare in un giardino e quelle che corrispondono al vostro gusto. Fate anche attenzione alla quantità di luce necessaria per le piante che scegliete per assicurarvi un posto adatto nel vostro appartamento o nella vostra casa.

Selezionare easy-care

piante – Se viaggiate molto, dovreste scegliere piante che non richiedono molte cure e annaffiature, in modo da poter partire senza preoccupazioni e senza dover assumere un aiuto domestico. Non è impossibile avere giardini interni autosufficienti. Provate un terrario, che crea la propria atmosfera e richiede poca cura – hanno solo bisogno di un buon inizio e di una boccata d’aria fresca ogni tanto. A volte bisogna diradare le piante, ma questo è tutto.

Collegare le piante all’ambiente – Alcune piante hanno esigenze particolari, che permettono loro di vivere in mezzo a noi. Gli insetti crescono in condizioni di scarsa luminosità e sono originari del sottobosco ombroso delle foreste tropicali. Sarebbero felici di essere in una specie di biblioteca, spingendo felicemente sugli scaffali. Alcune piante, come le felci nidificanti, crescono nell’aria umida del bagno. Alle piante piacciono gli alberi di limoni come una bella finestra con tanto sole. Non mettetele troppo vicine, o brucerete le foglie. Assicuratevi solo di combinare la pianta giusta con l’ambiente giusto in casa vostra.

Molte piante d’appartamento possono lasciare la loro sicurezza in estate per andare sotto il portico, ma assicuratevi che sia estate prima di metterle fuori. Prima di portarli in casa in autunno, assicuratevi di controllare che non ci siano parassiti sotto le foglie, sugli steli o sulla superficie del terreno.

Scegliere i contenitori giusti – Ci sono molti contenitori diversi. Potete chiedere al vostro arredatore d’interni o al vostro gusto personale di guidarvi nella scelta dei contenitori giusti per le vostre piante. Basta assicurarsi che ci siano fori di drenaggio sul fondo del contenitore. Se la vostra scelta di materiale si rivela essere il rame, non fatevi prendere dal panico. Potete piantare in uno di questi vasi di plastica con fori di drenaggio, mettere una piastra di drenaggio all’interno del vaso di rame, e poi mettere il vaso di plastica in cima.

Se il vetro o la plastica diventano troppo nebbiosi, basta scoprire il terrario. Se non avete una copertura per il vostro terrario, assicuratevi di annaffiarlo di tanto in tanto.

Date alle piante d’appartamento il terreno giusto – Proprio come per il giardinaggio all’aperto, assicuratevi di scegliere il terreno giusto per le vostre piante. Piante come orchidee e cactus hanno bisogno di miscele speciali, e potete trovarle nel vostro negozio di giardinaggio, di solito ben marcate in modo da sapere a quale tipo di pianta è destinato il terreno. Le cactus hanno bisogno di un drenaggio più rapido e le orchidee normalmente crescono sui tronchi degli alberi, quindi hanno bisogno di molta corteccia e di poca terra.

Se state costruendo un terrario, iniziate con uno strato di ghiaia dell’acquario (circa 2 cm o più) e copritelo con un sottile strato di carbone di legna, quindi coprite la lastra con plastica o schiuma.

Le piante in vaso sono un ottimo modo per progettare qualsiasi spazio abitativo, e non è così spaventoso come si potrebbe pensare. Finché presterete attenzione a ciò di cui le vostre piante hanno bisogno, cresceranno meravigliosamente nel loro ambiente interno. Assicuratevi di posizionarli correttamente e seguite le istruzioni di cura fornite con l’impianto.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *