Piante

Caratteristiche e coltivazione delle orchidee

Chi decide di dedicarsi alla coltivazione di orchidee può creare un po’ di confusione, dato che ci sono migliaia di varietà. Naturalmente, ognuno di loro di solito ha le proprie esigenze. È quindi preferibile giocare sul sicuro per evitare di commettere un errore che costerebbe letteralmente la vita a questa specie. Quindi, senza ulteriori indugi, passiamo agli affari.

Vi invito a leggere: Coltivazione di piante d’appartamento bulbose

La coltivazione di orchidee

Cattleya

Di origine sudamericana, le Cattleya sono tra le orchidee più popolari esistenti. I fiori sono grandi, profumati e hanno un ampio labbro a forma di lingua con un bordo sfrangiato.

La maggior parte degli ibridi sono le cosiddette labiate o piante a foglie singole. La C. labiata ha fiori larghi 12 cm, rosa brillante con macchie violacee, con foglie dure. C. dowiana è un altro membro, con un massimo di 6 gemme gialle con labbra cremisi. Tra gli altri Cattleyas labiadas sono C . mossiae, C. trianae, C. gaskellianaa e C. warscewiczii. Tutte queste orchidee, anche se grandi, hanno bisogno di molta luce e calore durante il giorno. Così come un taglio di temperatura di 6 a 8˚C di notte. È necessaria un’atmosfera pulita e molto umida, tranne quando la specie è in fiore, altrimenti produce macchie sulle gemme e ne accorcia la vita. Inoltre, queste piante dovrebbero essere trapiantate ogni 2 anni quando possono essere divise (per tutto il tempo necessario).

Tra le bifoliadas ci sono le piante più grandi come C. loddigesii , che possono raggiungere i 30 cm di altezza. C. aurantiaca è una piccola pianta bifogliata che può essere coltivata in un vaso di vetro o in un terrario. Altre specie adattate alle urne sono C. maxima e C . Gwen Turner.

Coelogyne

Una delle orchidee più facili da coltivare al chiuso è Coelogyne cristata . È originaria dell’Himalaya, dove cresce in condizioni invernali. Ha fiori bianchi con i centri gialli. Dovrebbe essere annaffiata con parsimonia e potata lentamente con l’avvicinarsi dell’autunno. Cresce bene in vasi che sono stati perforati con una miscela di terriccio torbato e muschio di sfagno. Idealmente, non dovrebbe essere trapiantato.

Brassarola

Brassarola digbyana detta anche Rhyncolaelia digbyana è utilizzata per l’ibridazione. Ha un fiore bianco-verde con il labbro sfrangiato. Quest’ultima caratteristica appare in Brassocattleyas ibridi molto colorati.

Dendrobio

Ci sono molte specie di Dendrobium che sono di interesse scientifico o botanico, ma ci sono anche quelle che vengono coltivate per i loro fiori spettacolari. Le forme e i fiori sono molto variegati, a volte le labbra sono bellissimi bordi. Hanno bisogno di acqua in abbondanza durante il periodo di crescita annuale. Tuttavia, l’irrigazione dovrebbe essere ridotta al minimo man mano che la pianta matura. Richiede una miscela aerata con un buon drenaggio.

Cimbidio

Cymbidium devonianum è un’orchidea in miniatura che fiorisce in primavera. I fiori sono appesi e hanno colori diversi, dal giallo con strisce viola al verde oliva. Dovrebbero essere annaffiati regolarmente quando c’è un nuovo germoglio alla base dello pseudobulbo. Inoltre, è necessaria una miscela secca di corteccia di abete rosso, miscela trasparente (carbone) e muschio di sfago.

Laelia

Le orchidee epifite tropicali del Sud America sono imparentate con Cattleyas.Leliapumila è una pianta nana e compatta che appare in autunno. I petali sono rosa-violaceo brillante e il labbro è cremisi scuro. Le varietà più rare sono utilizzate per produrre ibridi.

Cipripedio

Il nome Cypripedium si applica ai membri di 4 generi di orchidee. Ma i veri Cipripedium sono originari del Nord America e comprendono alcune specie da giardino come Selenepediums e Phragmipedilums .

Epidendrum

Le Epidendrums sono orchidee vistose che sono buone da coltivare. Epidendrum radicans viene dal Guatemala e ha dei grappoli di fiori rossi. Cresce molto bene e tende a crescere contro un pilastro. Deve essere annaffiato quando il terreno è asciutto. Ha bisogno di una miscela di terreno aerato con un buon drenaggio.

Miltonia

Le Miltonias sono note come orchidee viole del pensiero. Crescono splendidamente in una miscela di muschio di sfagno vivo e pezzi di plastica. L’irrigazione deve essere selettiva e limitata, ma la miscela del terreno deve essere umida.

La maggior parte degli ibridi Miltonias sono il risultato dell’incrocio M. roezlii e M. vexillaria , i cui fiori sono rosa pallido e talvolta bianchi, con venature bianche sul labbro. Anche se diversi ibridi sono stati prodotti da specie brasiliane. I germogli di Miltonia durano più di 30 giorni, ma appassiscono quando vengono tagliati.

Oncidio

Originari dell’America subtropicale, gli oncidium hanno fiori accattivanti su steli ramificati e sono ideali per la coltivazione. Generalmente richiedono acqua abbondante in estate, ma poco in inverno.

Licasta

Originarie dell’America tropicale, sono in genere piante d’appartamento ideali. È necessario annaffiarli moderatamente in estate, poiché questa è la loro stagione di crescita. Tuttavia, l’irrigazione deve essere ridotta al minimo quando le foglie si seccano. In inverno, è necessario fornire loro l’umidità per evitare che gli pseudobulbi si contraggano. Queste specie richiedono una miscela di terreno a base di muschio di torba e muschio di sfagno.

Zigopetalum

La specie nota di Zygopetalum è originaria del Venezuela, Brasile, Guyana e Colombia. Lo zigopetalum mackayi è il più popolare per la coltivazione. I suoi fiori sono giallo-verdastri con macchie violacee e un aroma sottile. Cresce molto bene sia all’interno che all’esterno.

Paphiopedilum

I paphiopedilum o le orchidee pantofole tropicali precedentemente chiamate Cypripedium s sono molto popolari. Di solito hanno un solo fiore per stelo che emerge dal centro, ma ci sono eccezioni con 3 o 4 fiori per stelo. Gli ibridi di Paphiopedilum sono piante d’appartamento che richiedono meno luce della maggior parte delle orchidee. Si trovano bene anche in una miscela di terreno torboso e muschio di sfagno. Varietà distintive includono P. barbatum, P. spicerianum, P. philippense, P. insignia, P. venestum e P. fairieanum.

Odontoglossum

Originari dell’America centrale e meridionale, gli Odontoglossum formano il loro nome dalle parole greche dente e lingua lingua perché le loro labbra simulano proiezioni quasi dentali. È molto popolare per la cultura e anche per l’ibridazione. Lo stesso vale per le specie Odontoglossum grande, O. Citrosmum e O cervantessi .

Odontoglosso L’odontoglosso richiede un ambiente arioso, freddo e umido con abbondante luce in inverno. Ma in estate è necessario proteggerli dal caldo. Non hanno un periodo di dormienza e la miscela del terreno deve essere mantenuta leggermente umida.

Quindi, qualunque sia la varietà di orchidea che coltivate , non c’è dubbio che ognuna di esse sia straordinariamente bella e possa incorniciare qualsiasi giardino o stanza (a seconda dei casi). E anche se non sono facili da curare, tutto ciò che li riguarda vale la pena, non è vero?

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *