Piante

Come è fatta la cultura missilistica

Coltivare il razzo in giardino è molto facile, essendo una pianta molto docile e poco curata . Quindi, con poco sforzo, si possono ottenere grandi risultati. Quindi date un’occhiata passo dopo passo.

La cultura dei razzi

La coltivazione della rucola all’aperto in un clima mediterraneo dovrebbe iniziare con la semina diretta in primavera, estate e autunno.

Semina diretta

Battere con 2 o 3 semi in ogni spazio, seppellendoli ad un centimetro di profondità.

Il telaio di semina può essere stabilito picchiettando ad una distanza di circa 15-20 cm tra le piante e di circa 30 cm tra le file.

Potting

Se viene coltivata in vaso o in vaso urbano, occorre fare attenzione a collocare i vasi in luoghi soleggiati e protetti da forti venti.

Le dimensioni del vaso non dovrebbero essere troppo grandi, in quanto il sistema radicale non è profondo.

Cura

Il tipo di substrato può essere un tipo di piantagione a cui viene aggiunto il 20% di terreno di campo e il 10% di terreno argilloso o argilloso.

Durante il periodo di germinazione, il substrato deve essere umido con una temperatura ottimale del suolo superiore a 15˚C germinerà circa 10-14 giorni dopo la semina.

Una volta germinata, elimina le erbacce che le crescono intorno e mantiene un’irrigazione regolare.

Il fertilizzante deve essere utilizzato ogni due settimane con un fertilizzante bilanciato in microelementi alla dose raccomandata dal produttore.

Non utilizzare fertilizzanti contenenti azoto, in quanto il turgore deve essere mantenuto per evitare problemi di malattia.

Un altro compito è la rimozione periodica del terreno per facilitare l’aerazione.

La temperatura ideale è compresa tra 15 e 25˚C e il periodo di crescita (dalla semina al raccolto) è di circa 4 mesi.

La raccolta viene effettuata manualmente con diversi passaggi lungo le colture, come richiesto.

Raccomandazioni

Se la posizione e la cura sono corrette, non ci saranno parassiti e malattie che possano danneggiare la pianta.

Ma se così non fosse, potrebbe apparire il flagello più comune, l’afide. Tra le malattie più comuni ci sono l’oidio e la ruggine.

Come raccomandazione, se viene coltivata sul campo, è meglio evitare di combinarla con piante della stessa specie come ravanelli o rape. È meglio coltivarlo con lattuga, pomodori, melanzane o ravanelli.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *