Piante

Erica arborea, arbusto con fiori svasati e leggermente profumati

Erica arborea detta anche erica bianca, erica degli alberi o erica castigliana . Appartiene al genere Erica della famiglia delle Ericaceae, composta da circa 700 specie di arbusti originari dell’Europa, dell’Africa e del bacino del Mediterraneo.

Vi invito a leggere: Hamamelis mollis, un arbusto i cui fiori hanno petali molto speciali

Caratteristiche di Erica arborea

Un arbusto sempreverde con un portamento compatto ed eretto che può raggiungere più di 5 m di altezza.

Le foglie sono piccole, erette sui rami e di colore verde brillante.

I fiori sono terminali, strombazzati, leggermente profumati, corti e di colore rosa o bianco. Fiorisce a fine inverno e inizio primavera.

Cura di Erica arborea

Viene utilizzato come siepe informale, da solo o in piccoli gruppi. Vale la pena ricordare che si combina bene con le rose, le ginestre e i corbezzoli. Per quanto riguarda il suo legno, è molto apprezzato per la fabbricazione di tubi.

È una specie a crescita lenta che può crescere in pieno sole (se l’estate è molto calda), all’ombra e semi-ombra. È in grado di resistere a lunghissime gelate.

Il terreno deve essere ben drenato e avere una buona quantità di materia organica per svilupparsi in modo ottimale. Per ottenere i migliori risultati, la torba bianca può essere incorporata nel terreno al momento della semina.

Il trapianto o l’impianto sul sito finale dovrebbe essere effettuato in primavera o in autunno.

L’irrigazione dovrebbe essere moderata, ma dato che sono molto resistenti alla siccità. Per irrigare di nuovo, bisogna aspettare che il terreno si sia asciugato molto bene.

Il compostaggio dovrebbe essere fatto in autunno con lettiera o compost.

La potatura deve essere effettuata su rami e cime di fiori appassiti in tarda primavera.

È un cespuglio che in genere non ha problemi di parassiti e malattie.

Può essere propagato da semi seminati in primavera o da talee di giovani germogli a fine estate.

I semi possono germogliare in scatole, in una serra o in un letto freddo e ombreggiato in primavera.

I tagli vengono effettuati in qualsiasi momento dell’anno, ma soprattutto all’inizio dell’estate. Possono facilmente mettere radici nella serra.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *