Piante

Semplici passi per coltivare la bietola rossa

La bietola rossa non è altro che una leggera variazione della tradizionale bietola dal gambo verdastro. Ce ne sono anche in altri colori che spiccano, come la bietola gialla. In termini di composizione nutrizionale e cura del giardino, sono simili.

In questa scheda vegetale per l’orto andremo ad approfondire cosa ci può portare la bietola rossa, con tutte le sue proprietà e come coltivarla per sfruttarne le qualità gastronomiche.

Sappiamo benissimo che una dieta sana, come quella mediterranea, incorpora un gran numero di frutta e verdura, sia per l’apporto di fibre e vitamine, sia per le sostanze biologicamente attive di cui dispongono molte piante del regno vegetale.

Caratteristiche della bietola rossa

Le varietà spagnole vengono solitamente seminate da settembre a febbraio, anche se esistono altre varietà che resistono di più al caldo e possono essere piantate durante tutto l’anno.

Piantare la bietola rossa in ambienti freddi:

  • Epoca di semina: ottobre-marzo
  • Tempo di raccolta: 50-60 giorni

Piantagione di bietola rossa in ambienti caldi:

  • Epoca di impianto: tutto l’anno
  • Tempo di raccolta: 55-65 giorni

Secondo le strutture di impianto ideali, si possono piantare circa 85.000 bietole per ettaro

tassonomia

  • Ordine:  Caryophyllales
  • Famiglia: Amaranthaceae
  • Genere:  Beta
  • Specie: Beta vulgaris var. ciclo

Morfologia

  • Aspetto: pianta erbacea biennale caratterizzata da foglie grandi di colore verde brillante.
  • Apparato radicale: presenta un fittone abbastanza profondo con tessitura fibrosa.
  • Foglie: è la parte edibile della pianta e hanno un aspetto grande, di forma ovale. I piccioli possono essere bianchi, gialli o rossastri (è il caso della bietola rossa), e questa differenziazione dipende dalla varietà di bietola scelta.
  • Fiori: per il loro aspetto necessitano di un periodo di basse temperature. Lo stelo floreale può raggiungere un’altezza media di oltre 1 metro.
  • Frutto: i semi sono molto piccoli e racchiusi in un piccolo frutto che solitamente si caratterizza come un seme (sebbene sia un frutto). All’interno troviamo tra 3 e 4 semi conservati.

Coltivazione e cura

  • Clima:  evitare le alte temperature e il sole diretto (può fiorire)
  • Semina: diretta (trasmessa) o trapianto.
  • Terreno:  disponibilità di sostanza organica, profondità e buon drenaggio
  • Irrigazione: mantenere costante l’umidità. Il terreno asciutto provoca l’indurimento delle foglie.
  • Abbonato:  consigliato 2-3 kg/m2 di sostanza organica, fertilizzanti di fondo e applicazione di azoto, fosforo e potassio come copertura.

Climatologia

Temperatura: la bietola è una pianta a clima temperato, che si sviluppa bene con un’escursione termica media. Presenta problemi nella formazione delle foglie quando ci sono sbalzi di temperatura, potendo spigolare prima del tempo e danneggiando il sapore della foglia.

È resistente alle basse temperature, con limite di danno cellulare inferiore a -6 ºC. Il suo sviluppo si interrompe quando la temperatura scende al di sotto dei 5 ºC.

Temperatura minima temperatura ideale temperatura massima
sviluppo vegetativo 5-10ºC 18-25ºC 35ºC

Umidità relativa: tra 60-80%

Illuminazione:  cresce ottimamente in zone semiombreggiate prive di esposizione diretta al Sole. Le giornate molto lunghe (>12 h di luce) ne anticipano la fioritura, quindi si coltiva in autunno e inverno e alcune varietà primaverili.

requisiti del suolo

La bietola rossa si adatta bene a terreni di medio impasto, con un contenuto di sostanza organica normale, e terreni argillosi-limosi. Il suo sviluppo radicale è potente, quindi può crescere anche in terreni pesanti e argillosi, sebbene ne pregiudichi lo sviluppo.

La bietola resiste bene a terreni con moderata salinità ed elevata presenza di cloruri. Predilige terreni alcalini con pH superiore a 7. Eviteremo terreni eccessivamente acidi (inferiore a 6).

Prima di piantare nel frutteto, il terreno necessita di un precondizionamento. E’ ideale da eseguire preventivamente arature per evitare incrostazioni del terreno e possibili ristagni idrici a seguito di forti piogge. La bietola rossa non sopporta i ristagni d’acqua o l’accumulo di acqua nello stelo, poiché ne favorisce la putrefazione.

La semina può essere effettuata direttamente (semi diffusi) o per trapianto. Attraverso la semina diretta, semineremo ad una profondità di 5 mm ponendo 2 o 3 semi per colpo, separati ad una distanza di 0,35 cm e una larghezza tra le file da 0,4 a 0,5 metri.

Irrigazione

A causa della continua produzione di foglie e della massa fogliare che crea la bietola rossa, ha bisogno di mantenere un’umidità costante e una libera disponibilità di acqua, ma mai allagata.

Periodi di siccità o scarsa disponibilità di acqua nel terreno induriscono le foglie e fanno perdere loro le qualità organolettiche. Ecco perché il drenaggio del suolo e la sua velocità di infiltrazione (caratterizzata dalla tessitura del suolo) sono così importanti.

Durante tutta la fase di produzione delle radici, è necessario mantenere un’umidità costante nella zona delle radici. Le irrigazioni a tappeto vengono generalmente effettuate ogni 20 giorni o due volte alla settimana in fertirrigazione.

Abbonato

Le pratiche colturali consigliano, quasi per la coltivazione di qualsiasi ortaggio, di preparare il terreno con da 2 a 3 kg/m2 di sostanza organica (da 20 a 30 t/ha). Ciò garantisce un notevole miglioramento delle condizioni del suolo, ritenzione di umidità e rilascio di nutrienti.

Inoltre, i nutrienti essenziali possono essere forniti anche con la fertirrigazione o la concimazione di fondo. In questo caso vengono solitamente aggiunti più fosforo e potassio rispetto all’azoto, poiché questo elemento viene applicato durante la fertirrigazione o l’irrigazione a tappeto.

Una raccomandazione del bottom feeder potrebbe essere un 1-2-2 NPK, ad esempio un 8-15-15 NPK.

Manutenzione di fertilizzazione

Per ogni irrigazione, applicare:

Proprietà della bietola di penca rossa

Composizione nutrizionale

  • Energia:  35 kcal
  • Proteine:  3,3 g
  • Carboidrati:  7 g
  • Fibra:  3,7 g

vitamine

  • Vitamina A:  214% della dose giornaliera raccomandata (RDA)
  • Vitamina C:  53% della RDA
  • Vitamina E:  17% della RDA
  • Vitamina K:  716% della RDA

minerali

  • Calcio:  10% della RDA
  • Rame:  14% del CDR
  • Magnesio:  38% della RDA
  • Manganese:  29% della RDA
  • Ferro:  22% del CDR
  • Potassio:  27% della RDA

benefici medicinali

  • Alta concentrazione di antiossidanti
  • cibo ricco di fibre
  • Alta concentrazione di vitamina K
  • Benefici per il sistema cardiovascolare
  • Può abbassare la glicemia
  •  Promuove la perdita di peso

Leggi tutto: i benefici della bietola rossa nella nostra dieta. 

Altre interessanti varietà di bietola

  • Giallo di Lione: foglie grandi, ondulate, verde-giallastre. Penny bianco.
  • Verde con peduncolo bianco Bressane: foglie molto ondulate, verde scuro. Gambi molto bianchi e larghi.
  • Verde bianco penca R. Bello
  • interruzioni
  • Gigante di Fordook

Prodotti consigliati

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.