Suggerimenti

14 Lista di controllo e compiti per il giardinaggio autunnale

Sono una di quelle persone a cui piace fare liste. Scrivere quello che devo fare mi aiuta a concentrarmi, mi dà una direzione e mi assicura che non dimentico nulla lungo il percorso.

In particolare, per quanto riguarda la mia attività agricola, trovo che avere delle liste di controllo per le stagioni riduca gli errori e renda meno stressante il passaggio da una stagione all’altra. Questa settimana, quando le nostre temperature hanno finalmente iniziato a scendere, ho tirato fuori la mia lista di controllo di transizione autunnale per preparare il mio giardino per l’inverno.

Mentre lo recensivo e cominciavo a pianificare, mi sono reso conto di quante informazioni preziose fossero contenute in questi lavori apparentemente semplici. Quindi, per quelli di voi che sono nuovi al giardinaggio (o che vogliono organizzarsi meglio in giardino), ho pensato di condividere con voi la mia lista di cose da fare, e alcuni dei miei pensieri, per ispirarvi nella vostra pianificazione.


La lista di controllo per il paesaggio di transizione autunnale

A seconda del luogo in cui vivete, il vostro giardino d’autunno può avere o meno molta vegetazione al momento della lettura. Le prime gelate possono aver addolcito i vostri cavoli o ucciso le ultime piante di pomodoro e pepe, come ha fatto il mio.

In autunno, indipendentemente dalla zona di semina, l’unica cosa che abbiamo in comune è una giornata più breve. Questo semplice fatto significa che il giardino rallenterà.

Tutti gli insetti che tendono a ronzare nei vostri fiori diminuiranno le vostre attività. Alcuni li sospenderanno completamente e troveranno posti per svernare e sopravvivere al freddo.

Durante questa transizione, potete approfittare di alcuni consigli della natura per migliorare il vostro giardino per l’anno successivo.


1. per piantare semi

Può sembrare contro-intuitivo che i semi delle piante in autunno quando sono sicuri non crescano . Tuttavia, questo è esattamente il modo in cui la natura pianta la maggior parte dei semi.

Le piante di solito fioriscono e mettono i semi durante le stagioni calde. Questi semi vengono essiccati, mangiati e sparsi dagli uccelli, soffiati dal vento, oppure cadono a terra quando le piante si decompongono e si disintegrano in inverno. Per tutto l’inverno, i semi rimangono dormienti nel terreno.

Ogni piccolo seme contiene un termometro interno che indica quando la temperatura del terreno è giusta per la germinazione. Così, quando l’aria più calda e la luce del sole aumentano la temperatura del terreno, i semi iniziano a germogliare non appena vengono raggiunte le condizioni desiderate.

Alcuni semi germoglieranno bene solo se hanno sperimentato il freddo e sentito il riscaldamento del terreno. Questo processo è chiamato “stratificazione”.

Potete simulare la stratificazione a casa vostra mettendo i vostri semi in un vaso di terracotta in frigorifero per qualche settimana o mese. Oppure puoi farlo nel modo più semplice. Piantando i semi che beneficiano della stratificazione direttamente nel terreno in autunno, lasciate che la natura faccia il lavoro di stratificazione dei semi per voi.

L’echinacea o le conifere sono un esempio perfetto di come funziona. Molti nuovi giardinieri stanno cercando di piantare queste piante perenni facili da coltivare e autoseminate in primavera. Annaffiano ed erbacce con assiduità, ma perdono ogni speranza nel giro di pochi mesi.

L’anno successivo, dopo che sconosciuti giardinieri hanno probabilmente piantato qualcos’altro al suo posto, le piante di Echinacea emergono in forza e inghiottono tutto ciò che è stato piantato sul loro cammino. Questi semi avevano semplicemente bisogno di questo periodo di dormienza invernale per innescare la loro prolifica produzione.

Piante autoctone, fiori perenni, erbe aromatiche, alcuni cereali come l’amaranto, e persino ortaggi a crescita precoce come la senape e la rucola traggono vantaggio dalla semina invernale.

La chiave di questo lavoro è attendere che la temperatura del terreno sia inferiore alla temperatura di germinazione desiderata prima di mettere i semi nel terreno. È quindi il momento ideale per farlo nel periodo di transizione tra l’autunno e l’inverno, quando il terreno si è raffreddato ma non è ancora ghiacciato.


2. Dividere le piante mature

Le piante sviluppano numerose radici, rizomi e tuberi a fine estate e inizio autunno. Nelle zone dove gli inverni sono più miti, da metà a fine autunno può essere un buon momento per dividere le piante in eccesso e ripiantarle in nuove località.

Senza lo stress del caldo, le piante nuove e vecchie attecchiscono rapidamente e si acclimatano in nuovi luoghi. Senza il calore e le lunghe giornate di sole, il terreno tende a rimanere umido. Inoltre, mentre gli insetti scavano più in profondità nel terreno in preparazione all’inverno, creano dei passaggi per le radici che li seguono e si insediano in profondità nel terreno.

Il trucco è quello di fare le vostre divisioni mentre le piante mature stanno ancora crescendo e hanno ancora abbastanza tempo per le nuove piante per ancorare in nuovi posti prima che il terreno si congeli.

Se avete solo una breve transizione tra l’autunno e l’inverno, come ad esempio in USDA Planting Zones 5 o meno, potreste voler invasare le vostre nuove piante e svernare in uno spazio caldo e soleggiato come una serra. Potete anche coprire le vostre nuove piante con telai freddi per proteggerle dal vento, creare un microclima e favorire una crescita più rapida.


3. Regolare il pH del terreno

Se è necessario aumentare o diminuire il pH del terreno, questo è il momento ideale. Eseguite il test del pH e utilizzate le modifiche prescritte per correggere il pH delle piante che intendete coltivare in primavera.

Utilizzate formule di zolfo o calce ad azione lenta per far sì che il vostro terreno superi l’inverno senza causare shock traumatici a tutti sul terreno.


4. Mineralizzate il vostro terreno

Se coltivano il cibo, ad ogni raccolto rubano inevitabilmente le sostanze nutritive dal loro terreno. Lo aggiungerete quando concimerete, aggiungerete il compost e il pacciame. Tuttavia, questa quantità potrebbe non essere sufficiente per un giardino veramente produttivo.

L’applicazione di polvere di roccia mentre si lascia riposare il giardino per l’inverno è un ottimo modo per ripristinare il contenuto di minerali. Vivo vicino a una cava di granito e uso la polvere di granito come fonte di minerali. Ma qualsiasi polvere di roccia – basalto, polvere di ghiacciaio e altre – può essere usata.

Circa una volta ogni 3-4 anni, aggiungerò circa 14 libbre per 100 metri quadrati al pavimento in tutto il mio cortile. Alcuni dei miei letti sono un po’ a corto di minerali, però, un po’ presto. Così, durante la stagione della crescita, prendo appunti su qualsiasi giaciglio che necessita di apporto di minerali e aggiungo la metà di quella quantità, o 7 libbre per 100 piedi quadrati, come input temporaneo.

Il momento migliore per applicare la vostra fonte minerale è prima di mettere il compost e la pacciamatura nei vostri letti (che sono le due cose successive nella lista).


5. Aggiungere il compost

C’è molta confusione sul perché si usa il compost in questi giorni. Molte persone pensano che funzioni come fertilizzante per le loro piante, quindi aspettano di applicarlo solo quando piantano.

In una certa misura, questo è vero. Tuttavia, il modo migliore di considerare i fertilizzanti è quello di considerarli come cibo e habitat per la vita nel suolo. Questa vita del suolo, come funghi, batteri, vermi e altri, utilizza il compost per creare fertilizzante e rilasciare minerali nel terreno per l’accesso delle piante.

L’applicazione di fertilizzante in primavera, quando si avvia un letto, aiuta le piante a crescere. Ma applicandolo in autunno, date a tutte le forme di vita nel vostro terreno un’eccellente nutrizione invernale e un calore supplementare, permettendo loro di continuare a fare un buon lavoro più a lungo.

Come gli insetti che creano percorsi per le radici, anche queste forme di vita si spostano più in profondità nel terreno durante l’inverno. Così facendo, portano con sé pezzi di fertilizzante e lo incorporano nel loro terreno.

Infatti, aggiungendo il compost proprio quando tutti i micro e macro insetti che vivono nel vostro terreno cominciano a passare a un livello più profondo nel sottosuolo, li usate per crescere nel vostro compost senza distruggere la struttura del vostro terreno. Poi, per tutto l’inverno e fino all’inizio della primavera, usano questo compost per liberare più minerali dalla materia inerte del loro giardino e per creare più azoto per le loro piante.


6. Applicare un pacciame di foglie e legno

In autunno, gli alberi perdono le foglie. Queste foglie cadono a terra e le creature invernali si nascondono sotto di esse e le aiutano a decomporsi durante l’inverno.

Questa pacciamatura non solo fornisce un rifugio per alcune delle forme di vita biologica più benefiche in un ecosistema fiorente, ma crea anche un nuovo terreno più velocemente di qualsiasi altra cosa che si possa applicare al proprio giardino (ad eccezione del terreno preparato, naturalmente).

L’applicazione di pacciamatura di foglie e legno, simile a quanto avviene in una foresta, può aumentare notevolmente la produzione di suolo in inverno e proteggere ciò che è già presente.

Queste due pacciamature aumentano anche il numero di funghi e batteri benefici nel terreno del vostro giardino. I terreni che contengono più di questi tipi di erbe buone possono diventare più alti e più saporiti, anche quando il terreno è carente di azoto, di quanto lo sarebbe senza di essi.

Possono metterli nel loro letto fino a 3 o 4 cm di profondità. In primavera, rastrellateli da un lato per piantare i semi se non sono completamente decomposti. Poi vestite le vostre piante con questo materiale per preservare l’umidità durante la loro crescita.

Nota: non incorporarli nel terreno, altrimenti si rischia di intrappolare l’azoto fino alla completa decomposizione.


7. Raccogliere e bruciare materiale vegetale malato

Ho un bidone della spazzatura con un coperchio a tenuta d’aria vicino a casa mia per sbarazzarmi di qualsiasi materiale vegetale malato durante tutto l’anno. Per esempio, se uno dei miei pomodori ha la muffa o se le mie pesche marciscono, le metto in questo contenitore sigillato.

In autunno inoltrato, faccio un’ultima perlustrazione di tutti i miei giardini. Raccolgo e metto nella mia spazzatura qualsiasi altro materiale vegetale potenzialmente malato proveniente dal giardino. Includo anche qualsiasi materiale vegetale che potrebbe ospitare i miei parassiti meno preferiti (per esempio, le piante da zucca invernali che potrebbero ospitare gli insetti della zucca).

Quando sono sicuro di avere tutto, porto fuori il bidone della spazzatura in uno spazio aperto e riduco in cenere tutte le mie piante malate.

A volte bevo anche un bicchiere di vino cordiale o di sambuco e bevo alla salute futura delle mie piante mentre guardo tutte quelle cose malate e infestate dai parassiti andare in fiamme!


8. Applicare il pollo

Se durante la stagione della crescita ho una specie di invasione di parassiti nelle aiuole del mio giardino, mi piace lasciare che i miei polli lavorino su queste aiuole per me prima che la terra si congeli.

Metterò una recinzione temporanea intorno alla zona del problema e prenderò un secchio d’acqua. Poi prenderò alcuni dei miei migliori lavoratori e li porterò sul posto di lavoro.

Di solito i miei polli iniziano a scavare. Ma se non lo fanno, uso una pala e giro qualche cucchiaio di terra in diversi punti per mostrare loro quanto è buono sotto.

A volte devo riportarli ogni mattina per qualche giorno. Ma vale la pena non dover raccogliere così tanti parassiti sulle mie piante l’anno prossimo!


9. 9. localizzare selettivamente i detriti del giardino

Sono un giardiniere biologico. Con questo intendo dire che raccolgo a mano i parassiti e non uso pesticidi. Mi affido anche ai benefici predatori di insetti per aiutarmi a controllare le mie popolazioni di parassiti. Quindi non sottoscrivo la politica di mantenere un giardino d’inverno troppo pulito.

In autunno inoltrato, quando entriamo nel periodo di dormienza, raccolgo gli avanzi del mio giardino e li colloco in luoghi selezionati del mio giardino. Crea un habitat invernale per tutti i miei benefattori. Inoltre, impilandoli, invece di lasciarli dappertutto, è più facile fare il prossimo compito della mia lista.


10. Percorsi di copertura

La maggior parte di noi giardinieri erbacce molto nelle nostre aiuole per mantenere la pressione sulle nostre piante preferite. Tuttavia, i percorsi possono andare un po’ fuori controllo a fine stagione. A volte li tagliamo invece di estirparli.

Di conseguenza, i sentieri possono a volte diventare un terreno fertile per le erbacce indesiderate. Per ridurre la pressione dell’erba nel prossimo anno, copro pesantemente le mie tracce con una specie di coperta per il controllo dell’erba.

Il fieno appena tagliato in autunno, densamente sparso sulle strade, è molto lento a decomporsi. Se lo applico come parte del mio passaggio dall’autunno all’inverno, spesso alcune balle tengono basse le erbacce fino alla tarda primavera, quando è probabile che si verifichi il prossimo taglio del fieno. Nella mia zona il fieno è economico e facilmente reperibile, quindi è la mia strada per i miei sentieri.

Alcune persone preferiscono usare la plastica o il tessuto per il paesaggio. Queste si consumano e perdono la loro efficacia molto rapidamente. Pertanto, se si coprono le strade con questo metodo, controllare la presenza di buche, raschiare il terreno accumulato e applicare nuovi strati, se necessario, per fornire un’adeguata protezione contro le erbacce.

Lavorano anche altre forme di pacciamatura come la paglia, la foglia o il legno. Basta usare strati molto spessi perché sono la fonte di cibo preferita per funghi e batteri e tendono a decomporsi rapidamente.


11. Prendere nota del prossimo anno

Alla fine della stagione di crescita, sedersi e prendere buoni appunti sui propri successi, fallimenti, problemi e desideri è un ottimo modo per prepararsi per il prossimo anno. Durante l’inverno, quando si inizia a pianificare il giardino e a ordinare i semi, si può riflettere sui propri appunti e prendere buone decisioni per il prossimo anno.


Autunno nel conservatorio non elencato

Ci sono anche alcuni “no” nella mia lista delle cose da fare per ricordarmelo.


12. Non dimenticare gli uccelli

Non tagliare fiori ed erbe aromatiche che si piantano da soli. Lasciate invece queste forme scheletriche e le loro teste di semi come cibo per gli uccelli durante il lungo inverno. A fine inverno e all’inizio della primavera, quando è il momento di potare gli alberi e le viti, per poi tagliare il materiale morto ancora in piedi.


13. Non (ancora) tagliare

Si è tentati di iniziare la potatura non appena gli alberi e le viti perdono le foglie. Tuttavia, le piante spesso subiscono danni invernali che non possono essere previsti così presto nella stagione.

Aspettando che il peggio dell’inverno sia passato per iniziare queste attività, ci si assicura di avere abbastanza arti e steli vivi ancora intatti per avere una stagione produttiva l’anno prossimo.


14. Non concimare

Il fertilizzante, aggiunto in autunno, incoraggia le piante a produrre una crescita pesante superiore che sarà più suscettibile ai danni del gelo invernale. Poi arriva la primavera quando il danno può diventare un punto d’ingresso per gli agenti patogeni e le malattie delle piante.

Aspettare la primavera per fertilizzare con una fonte di azoto ad azione rapida.


Camera Invernale

Una volta completati questi compiti autunnali e spuntate le voci della vostra lista, potete addormentarvi per l’inverno. Beh… (sospira) almeno in termini di giardinaggio!

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *