Suggerimenti

5 Concimi ecologici per il giardino: proprietà e applicazione

Ciao Agroguerter! Oggi parleremo di  fertilizzanti organici . A seconda del tipo di pianta, richiederà più di un tipo di nutrienti rispetto ad altri. Il fertilizzante può essere fatto in base alla specifica mancanza di nutrienti, ma poiché in molti casi è noto quale specifico deficit ha, viene fertilizzato in modo tale da fornire tutti i tipi di nutrienti.

Gli elementi nutritivi essenziali sono N (Azoto), che è ciò che fa crescere rapidamente la pianta; Fosforo (P), aiuta il corretto sviluppo di steli, foglie e frutti; ed infine il Potassio (K), indispensabile per lo sviluppo di semi e frutti. Oltre a questi, che sono quelli che le piante assumono in grande quantità, ne servono molti altri, come calcio, zolfo, magnesio, manganese, ferro, ecc.

Questi sono i 5 fertilizzanti organici più utilizzati:

guscio d’uovo

È sorprendente usare il guscio d’uovo per fertilizzare, ma è possibile. Il motivo è il suo alto contenuto di calcio. Il calcio è un elemento molto importante per le piante, soprattutto per gli alberi da frutto. Poiché la sua corteccia accumula un alto contenuto di questo elemento.

Nel nostro giardino possiamo utilizzarlo in diversi modi oppure schiacciando il guscio di un uovo e spargendolo sul substrato; o senza schiacciare, interrando un po’ i pezzi di guscio. L’uso di questo fertilizzante non deve essere abusato, poiché il pH del terreno può aumentare e questo non giova perché come diciamo sempre, il pH deve essere vicino al neutro.

Caffè

In precedenti occasioni abbiamo già parlato dei grandi benefici che il caffè apporta al nostro giardino, come compost o fertilizzante è uno di questi perché molto ricco di Azoto. Può essere aggiunto al supporto in vari modi; infuso o bollito in acqua o se non un’altra opzione è aggiungere i grani macinati, in piccoli pezzi o in polvere, al substrato. Può essere lasciato sopra o mescolato leggermente per mescolare.

Compost fatto in casa

Il più comune è fare il compostaggio in un grande contenitore (composter), e a strati, nel primo, che è il più profondo, dobbiamo mettere uno strato alto circa 15 cm di materiale secco, come legno, foglie o rami secchi In cima a questo possiamo già mettere lo strato di materiale organico fresco anche altri 15 cm, come potature o resti vegetali provenienti dalla cucina, dobbiamo sfruttare tutta la materia organica che può esserci. Puoi anche aggiungere un altro strato sopra da terra, in modo che ci sia più ricchezza di nutrienti e microrganismi.

Questo dovrebbe essere lasciato umido per circa 3 mesi. È molto completo di nutrienti e molto economico da realizzare, devi solo pazientare fino a quando non è finito e posizionarlo in un luogo strategico per evitare cattivi odori.

Cenere

Questi sono generalmente ottenuti dai resti di legna bruciata secca o legna da ardere. Forniscono un alto contenuto di fosforo e potassio, d’altra parte un uso eccessivo può aumentare il pH del substrato , cioè diventa basico. Per aggiungerlo alla nostra coltivazione è bene mescolarlo al substrato, questo può essere fatto superficialmente.

humus di lombrico

Questo fertilizzante è uno dei più consigliati per i suoi numerosi vantaggi, come il miglioramento della ritenzione idrica nel terreno o nel substrato, l’alto contenuto di nutrienti che apporta soprattutto di Azoto e Calcio. Vermicoltura, puoi comprarla o anche realizzarla da te, si può fare in diversi modi, è quella che si chiama vermicoltura .

Una raccomandazione è che, contrariamente a quanto si potrebbe pensare, la concimazione dovrebbe essere evitata nei periodi di fioritura, durante la maturazione dei frutti, perché questi sono i periodi in cui la pianta è alla sua massima attività funzionale, e un Big molto sbilanciato in quanto l’aggiunta di grandi quantità di fertilizzante potrebbe essere dannoso, la pianta non risponde normalmente.

D’altra parte, qualcosa che avvantaggia enormemente il mantenimento della fertilità del suolo se quello che abbiamo è un giardino su un appezzamento di terreno, è la rotazione delle colture.

Il concime non è importante solo per nutrire le piante, ma anche per migliorare il terreno , nei terreni sabbiosi ne migliora notevolmente la struttura oltre ad aiutare a trattenere l’acqua evitando la siccità. Nei terreni argillosi beneficia anche molto, poiché ne migliora l’aerazione.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *