Suggerimenti

5 rooter naturali fatti in casa che puoi realizzare da solo

Ciao Agrohuerters, oggi parleremo di un argomento di grande interesse per chi vuole coltivare un orto biologico: i radicali naturaliAgenti radicanti , ormoni della crescita o biostimolanti , sono nomi diversi che designano la stessa cosa: un tipo di prodotto che viene utilizzato per migliorare la crescita e il vigore delle piante .

Cosa sono gli agenti radicanti naturali?

Gli agenti radicanti naturali vengono utilizzati in agricoltura per favorire la crescita delle radici principali e lo sviluppo di un maggior numero di radici secondarie . Sono prodotti largamente utilizzati soprattutto quando si stanno per piantare talee, siano esse legnose o erbacee. In questi casi è fondamentale che la pianta sviluppi un apparato radicale forte e sano (sia per il suo sostegno che per l’assorbimento dei nutrienti), e gli agenti radicanti naturali possono essere ottimi alleati per raggiungere questo obiettivo.

Tradizionalmente sono stati utilizzati rooter chimici o artificiali, ma attualmente si è scoperto che ci sono piante che li producono naturalmente, quindi possiamo usarli per fare estratti di piante naturali o rooters.

Come fare in casa agenti radicanti naturali

1. Caffè

Come abbiamo visto in precedenti occasioni, il caffè ha molti usi e uno di questi è che è un buon aiuto quando si tratta di radicare. Si fa portando a bollore i chicchi di caffè (si può fare anche con caffè macinato).Si usa circa una manciata di caffè per mezzo litro d’acqua in modo che non sia troppo concentrato, filtrare per eliminare i resti e lasciare si raffredda, le talee lasciate riposare un po’ in questo liquido di caffè.

2. Cannella

Questo agente radicante è uno dei più semplici e veloci da realizzare, in un litro d’acqua aggiungi 3 cucchiai di cannella e lascia riposare per una notte. Personalmente aggiungo anche le bucce di carota che hanno un po’ di radice; infine il giorno dopo viene filtrato e sarebbe pronto.

3. Semi di soia o di grano

I semi in generale hanno buone proprietà e durante la germinazione generano ormoni per radicare, quindi sono molto utili per il nostro scopo. Per fare l’agente radicante bisogna far riposare i semi in acqua per circa 3 ore, scolarli ma quest’acqua si conserva in frigo, poi si schiacciano con acqua nuova, e si filtra questo tipo di polenta, infine quello che ottenere mescoliamo con l’acqua che avevamo riservato in frigo.

4. Salice

Il salice è una specie dalle numerose proprietà, tra cui quella di attecchire molto bene e in poco tempo. Occorrono dei rametti di salice con corteccia, questi vengono lavati e lasciati in un contenitore con acqua per circa 3-4 settimane. L’acqua viene poi messa in frigo e solo i rami vengono fatti bollire in acqua per pochi minuti. Questo viene filtrato e lasciato raffreddare a temperatura ambiente. Una volta completamente freddo, si aggiunge all’acqua che avevamo lasciato in frigo ed è pronto per l’uso.

5. Lenticchie

Questo è uno dei più conosciuti e utilizzati, le lenticchie sono dei semi, quindi durante la loro germinazione generano gli ormoni di cui abbiamo parlato in precedenza, così possiamo sfruttare le loro proprietà.

Per la preparazione le lenticchie vanno lasciate riposare in acqua per circa 5 ore, alcune possono germogliare, poi si mescolano l’acqua e le lenticchie, per continuare si scola o si filtra. Puoi aggiungere un po ‘d’acqua in modo che non sia così concentrato e venga spruzzato sull’area del taglio che deve essere trattata.

Al giorno d’oggi esistono in commercio agenti radicanti adatti all’agricoltura biologica, si presentano in formato polvere o liquido. L’unico inconveniente è che hanno un prezzo un po’ alto.

Tutti questi agenti radicanti naturali possono essere utilizzati per colture che crescono o si rigenerano . Gli agenti radicanti naturali vanno aggiunti all’acqua della prima fase, oppure spruzzati sulle radici al momento del trapianto.

Il momento ideale per applicarli è sulla talea prima di piantarla, va distribuita bene su tutta la base della talea, lasciarla assorbire per qualche minuto e poi piantarla.

Vantaggi dell’utilizzo di rooter naturali fatti in casa

Se effettui il rooting da solo potrai beneficiare di vantaggi come:

  • Sono ecologici al 100% .
  • Non ci vuole molto tempo per realizzarli.
  • Sono molto economici .
  • Gli ingredienti per la sua preparazione si trovano molto facilmente.
  • Gli scarti di lavorazione possono essere utilizzati per il compost .

Svantaggi degli agenti radicanti naturali

Gli unici inconvenienti  che questi agenti radicanti naturali possono presentare sono sostanzialmente due, il primo è che impiegano un po’ più di tempo ad agire rispetto agli agenti radicanti convenzionali (chimici o sintetici) e il secondo che durano solo 3 o 4 giorni in frigorifero, poi perdono tutte le loro proprietà.

Per questo secondo problema farò un esperimento e cioè congelare l’agente di rooting. Successivamente, in due contenitori diversi, radicherò due talee: una con agente radicante appena fatto e l’altra con agente radicante che è stato congelato per un po’. Ti dirò i risultati.

Agrohuerters, incoraggio tutti voi a creare i vostri agenti radicanti naturali e a dirci come funzionano nelle vostre piante. Saluti e alla prossima volta!

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *