Suggerimenti

6 strategie intelligenti per iniziare a seminare con un piccolo budget

Quest’anno, inizierò 120 diversi
tipi di piante, compresi ortaggi, erbe, fiori e impollinatori
attraente. In totale, farò crescere diverse migliaia di piante in
su un acro di terra.

Inoltre, farò tutto da sola.
Perché non sono un agricoltore, con personale e tirocinanti. Sono solo un
un contadino che coltiva le mie cose per il cibo, la medicina e la bellezza.

Lo faccio ogni anno e ogni anno
…migliorare un po’. Ho modificato i miei sistemi più volte di
potete ricordarvelo. Ma, negli ultimi anni, ho davvero perfezionato il mio
metodi e strumenti per rendere il processo facile ed economico.

Ci sono tanti modi per iniziare i semi quanti sono i giardinieri esperti. Pertanto, i miei metodi non sono l’unico modo per fare le cose per bene.

Ma se siete nuovi al seme e cercate una scorciatoia nella curva di apprendimento, ecco alcune informazioni per arrivarci più velocemente. Queste idee possono anche farvi risparmiare tempo e denaro!


Strategia 1: Semi di piante in base alla luce del giorno e alla temperatura del suolo

Adoro quelle liste che ti dicono di iniziare…
questo alla data X, e questo alla data Y. Fanno sembrare l’inizio del seme così…
preciso e ordinato. Il problema è che sono molto grandi e
non funzioneranno in entrambi i casi.

Anche se si dispone di un programma di semina specificamente adattato alla propria regione, le date di inizio della semina possono variare a seconda dell’altitudine, dei microclimi, dei modelli di vento e di altri fattori. Questi calendari sono un buon punto di partenza. Ma per ottenere i migliori risultati a lungo termine, è necessario iniziare a piantare secondo le proprie condizioni reali.

Diversi fattori influenzano la crescita delle piante, come la luce del sole, la copertura nuvolosa, l’acqua, la fertilità del suolo, ecc. Tuttavia, quando si tratta di sapere quando i semi possono essere piantati in sicurezza nel terreno o le piantine trapiantate, i due fattori più importanti sono le ore di luce del giorno e la temperatura del terreno.


Ore del giorno

Quando le ore di luce sono limitate, le piante semplicemente non hanno abbastanza luce per crescere rapidamente. Ad eccezione delle piante come l’aglio, che possono beneficiare della semina autunnale in certi climi, la maggior parte degli ortaggi cresce meglio quando beneficia di almeno 6 ore di pieno sole (esclusi il tramonto e l’alba). In realtà, da 8 a 10 ore di luce completa è ancora meglio.

Dove vivo in North Carolina, è molto più facile per me iniziare a piantare in telai freddi e nella nostra serra a partire da febbraio. La germinazione diventa molto più rapida con l’avvicinarsi dell’equinozio di primavera a metà marzo.

Si può anche iniziare prima sotto le luci artificiali per un inizio davvero precoce. Personalmente, però, faccio tutti i miei semi dalla rete. Quindi spero che i segnali naturali mi dicano quando iniziare. È importante per me avere abbastanza ore di luce diurna nel mio programma di avvio.


Temperatura del suolo

Immagine per GardenersSupplyCompany

Come le persone, tutti i piani hanno una zona di comfort per le temperature. Ad alcune piante piace il terreno fresco, ad altre il terreno caldo e ad altre ancora il terreno super caldo. Se si vogliono ottenere i migliori risultati con i semi di partenza, i semi di base o le date di inizio del trapianto in base alle temperature effettive del suolo.

Come punto di partenza, la tabella qui sopra è utile per dare un’idea delle temperature alle quali le piante cresceranno bene. In generale, le piante crescono meglio tra le temperature pratiche e quelle ottimali indicate sopra. Tuttavia, a lungo termine, si può anche cominciare a fare affidamento sulle proprie osservazioni e sulla propria esperienza.

Per esempio, per esperienza personale, non mi preoccupo di mettere le barbabietole nel terreno fino a quando il terreno non raggiunge i 60 F. Anche se le barbabietole possono sopravvivere a temperature più basse, semplicemente crescono troppo lentamente per meritare di essere piantate presto. A temperature più basse, devo fertilizzare più a lungo e irrigare di più l’acqua e l’erbaccia, il che mi fa perdere tempo e fatica.

– Prendere la temperatura

La temperatura del suolo varia a seconda della temperatura dell’aria e delle condizioni atmosferiche. Cambiano anche dal giorno alla notte. Ma come la maggior parte delle persone, le piante riposano di notte. Di conseguenza, le temperature notturne non hanno lo stesso impatto sulla crescita delle piante. Inoltre, nei giorni di pioggia e di noia, le piante stanno solo in una specie di stanza di riposo, essendo pigre (come me.)

Le piante sono più produttive nelle giornate di bel tempo. Pertanto, quando si prende la temperatura del terreno, dovrebbe essere preso in una giornata piacevole che non è insolito (per esempio, nessun calore o freddo insolito per la stagione).

Fallo anche in tarda mattinata, in una giornata da parzialmente soleggiata a soleggiata, quando il terreno si è un po’ riscaldato a causa delle condizioni. Questo vi darà un campione rappresentativo delle temperature del suolo (dal punto di vista di una pianta in crescita) in modo da poter determinare se il suolo è abbastanza caldo da far partire i semi.

– Quando piantare

Faccio una lettura ogni settimana e tengo traccia dei miei registri di giardinaggio. Se ho temperature di impianto relativamente ideali per due volte di fila, e non ci sono condizioni meteorologiche pazzesche sul radar, allora so di poter indirizzare i semi in quella gamma di temperature.

Se si trapianta una pianta da interno dal suo ambiente ideale e la si colloca in condizioni esterne selvagge, un terreno più caldo fa una grande differenza nelle prestazioni della pianta. Di solito aspetto che le condizioni del terreno siano nella metà superiore della zona felice per fare almeno due letture.


Prendere nota

Vorrai aspettare a piantare ogni anno
fino a quando la durata della giornata e le temperature del suolo sono sufficienti per il corretto
crescita. Tuttavia, è sempre bene avere una linea temporale approssimativa per
a scopo di pianificazione.

Per questo motivo incoraggio tutti i giardinieri a tenere un calendario delle loro piantumazioni e dei risultati. Questo li aiuterà a pianificare e a prepararsi per il prossimo anno.

Inoltre, quando si conoscono le date medie in cui il terreno si riscalda ogni anno, è possibile invertire il calcolo delle date appropriate per avviare anche le piante d’appartamento.


Strategia 2: utilizzare contenitori adeguati

Ho provato tutti i tipi di contenitori
per avviare i semi, dai telai di legno alle celle di plastica per tappare i vassoi,
blocchi di terra, e altro ancora. Personalmente, il più facile da usare e il più
Il contenitore per lo starter di semi che possiedo è un contenitore per il
negozio in euro. Sto solo facendo alcuni fori sul fondo per il drenaggio.

Queste durano più a lungo delle celle di plastica. Si inseriscono perfettamente nel lavello e sono quindi facili da sterilizzare. Sono flessibili in modo da poter rimuovere facilmente le piante. Hanno una buona profondità per lo sviluppo precoce delle radici.

Inoltre, posso scriverne. Invece di cercare di etichettare ogni tipo di seme che lancio, mi limito a numerare i miei vassoi di partenza da 1 a qualsiasi numero di vassoi che lancio. Poi tengo una chiave di ciò che pianto nel mio diario di giardino.

Se devo scambiare un contenitore di grandi dimensioni prima di trapiantarlo all’esterno, mi piace usare scatole riutilizzabili. Sono buoni solo per pochi usi prima che comincino ad arrugginire. Ma almeno hanno una seconda vita in giardino.

Non mangiamo molto cibo in scatola, quindi gli amici e la famiglia lo tengono per me. A loro piace sapere di essere messi a buon uso in casa nostra.

Per trasformare una lattina in un vaso da semina, è sufficiente utilizzare un apriscatole per aprire alcuni fori di drenaggio sul fondo. Poi si può usare un pennarello permanente per scrivere il nome della pianta sulla parte esterna della scatola.

Nota: quando le cassette non sono più adatte per la semina, utilizzarle come deterrente al rumore del giardino per tenere fuori i cervi.


Strategia 3: Iniziare gli extra

Alcuni semi impiegano settimane a germogliare. Quindi, invece di passare tutto quel tempo ad aspettare di scoprire che sono germogliati meno semi del previsto, iniziate ogni volta con degli extra.

Se si finisce con più piante del necessario, allora si possono scegliere le piante più forti e vigorose da trapiantare o continuare a coltivarle. Avendo più piante tra cui scegliere, si aumentano le possibilità di ottenere i migliori risultati dai pacchetti di semi nel vostro giardino.

Trasferite le vostre eccedenze inutilizzate in lattine per lo scambio o da regalare ad amici e parenti. Oppure tenere alcune piante che crescono in queste scatole come riserva, non si sa mai. Così, se un coniglio mangia le vostre piante d’appartamento, o una tempesta strappa i vostri innesti recenti, avrete i sostituti pronti.


Strategia 4: Non perdere peso, Snip!

Molte persone sono senza semi perché temono l’illuminazione. Ma non sto perdendo peso, sto tagliando! Uso le forbici per tagliare le piantine in più. In questo modo non disturbo le radici delle piante che intendo far crescere.

A proposito, potete mangiare molti dei vostri ritagli di giornale. Evitare di mangiare piante da ombra (ad es. pomodori, peperoni, melanzane). Ma tutte le vostre coltivazioni di cavoli extra (cavoli, cavoli, cavoli, broccoli), lattuga, piselli, ravanelli e molte altre piantine rendono superbi i micro-verdure!


Strategia 5: Piantare i semi nel compost

Ho provato tutti i tipi di miscele di erbe fatte in casa. La maggior parte di essi contiene elementi che non voglio usare come perlite, vermiculite o muschio di torba. La produzione di queste sostanze richiede notevoli risorse ambientali, ed è per questo che mi faccio da parte.

Personalmente, il mio modo preferito per iniziare la semina è con un fertilizzante molto maturo e setacciato. Il fertilizzante che è stato vagliato per rimuovere le particelle più grandi ha una consistenza abbastanza leggera da permettere alle giovani piante di crescere bene. Tuttavia, è anche abbastanza pesante per le piante giovani da avere radici forti piuttosto che deboli.

Finché è ben invecchiato (ad esempio 1 anno o più), le sostanze nutritive fornite dal fertilizzante sono quasi perfette per le piante giovani. Un buon fertilizzante ha un pH perfetto per il giardino (ad es. circa 6,5). Inoltre trattiene molto bene l’umidità, quindi non ho bisogno di annaffiare così spesso.

Inoltre, uso già il fertilizzante per far crescere tutto il mio cibo. Così, quando trapianto le piantine nelle mie aiuole, non introduco cose che non ci sono già (come i fertilizzanti chimici).

Oh, e posso facilmente fare il compostaggio a casa, così non devo comprare costose miscele di semi per iniziare!


Strategia 6: Concimare con l’irrigazione

All’inizio, le piantine non hanno un sistema radicale ben consolidato. Così hanno accesso a buone sostanze nutritive quando ne hanno bisogno, fertilizzarle quando si annaffia.

Non c’è nemmeno bisogno di comprare fertilizzante liquido per nutrire le vostre piantine. Il tè al compost fatto con lo stesso fertilizzante che hai piantato o con i vermi funziona molto bene per questo scopo.

Immergendo il fertilizzante in acqua, le sostanze nutritive vengono attivate e rese solubili in acqua. Questo li rende più biodisponibili per la semina.

Inoltre, assicurarsi di annaffiare solo quando il terreno ne ha bisogno. L’eccesso d’acqua porta alla lisciviazione dei nutrienti e pone un inutile stress alle giovani piante.


Conclusione

Dare alle vostre piante le migliori possibilità di successo utilizzando buone strategie di avvio dei semi renderà il vostro lavoro di giardiniere molto più facile. Se lo fate bene, passerete meno tempo a piantare e più tempo a coltivare piante belle e grandi.

In bocca al lupo per iniziare a lavorare in giardino quest’anno!


Guarda il video:

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *