Suggerimenti

7 Consigli utili per gestire il raccolto estivo quando non si ha molto aiuto

Sei un giardiniere single, hai un coniuge o un partner, ma non possono aiutarti a fare giardinaggio?

Quando arriva l’estate, la pressione è sul giardiniere appassionato. Le piante stanno iniziando a produrre, e può essere difficile stare al passo con il ritmo quando si lavora da soli.

A un certo punto avevo fino a sette persone che lavoravano nella nostra cucina per aiutare con la lattina e anche per aiutare in giardino allo stesso tempo. È stato anni fa, prima che mia suocera morisse e prima che il lavoro di mio marito diventasse più impegnativo.

Oggi i miei figli crescono e stanno a casa meno, mio marito ha lasciato il lavoro più spesso, e io mi ritrovo da sola a portare il peso del lavoro nella nostra fattoria. Può essere scoraggiante, ma ho imparato alcuni consigli per aiutare quelli di noi che coltivano o coltivano senza molto aiuto.

Ecco come si può crescere e conservare il cibo, anche se si vola da soli:

>


1. organizzarsi

>

Sono un grande sostenitore dell’organizzazione. Credo anche che si possa vivere la vita intenzionalmente o semplicemente lasciare che la vita ti accada. La scelta è tua, e tutto inizia dal tuo livello di organizzazione.

La maggior parte di noi è gente impegnata. Nel mio caso, lavoro a casa, educo i miei figli, mi prendo cura di una casa, gestisco una fattoria e coltivo tre orti per conservare il cibo.

Non c’è bisogno di fare un biscotto per i miei sforzi, sono solo una persona impegnata e non diversa da molte altre persone impegnate in questo mondo.

Tuttavia, so di avere abbastanza pallottole in aria in ogni momento. Se sono disorganizzato, la mia vita mi condannerà in un colpo solo.

Pertanto, sono una persona organizzata. Mi prendo il tempo per lavorare durante il giorno, pianifico i pasti per razionalizzare la cucina, ho giorni per fare il bucato e le pulizie, e mantengo anche un programma per la nostra fattoria e il giardino.

Per esempio, so che i mercoledì sono i giorni in cui le mie aree per animali domestici vengono pulite. Pulisco il venerdì e faccio il bucato il lunedì e il giovedì.

Il martedì erbavo le aiuole rialzate nel nostro giardino e dividevo il resto del mio giardino in file dove distribuivo il lavoro in modo uniforme per tutta la settimana.

Cerco di non passare più di tre o quattro ore al giorno a lavorare all’aperto per curare i nostri giardini e la nostra fattoria. Il mio obiettivo è quello di stare al chiuso per battere il caldo, quando possibile.

Il suo programma potrebbe non essere come il mio. Potreste avere più o meno da aggiungere. In ogni caso, è importante sedersi, capire cosa bisogna fare in una settimana e creare un programma ora per ora per aiutarvi a pianificare come tutto può essere fatto.


2. trattare un picco alla volta

>

Un problema che ho incontrato quest’anno è stato che tutto era pronto per essere raccolto nello stesso momento, e tutto era in abbondanza. Meraviglioso da un lato, ma travolgente dall’altro.

Da quando ho piantato molti dei nostri ortaggi più vicini e con la pacciamatura, il diserbo è diventato meno lento, anche se l’orto è più grande. Ora ho più tempo a disposizione per raccogliere ogni giorno.

Per un po’ ho avuto la sensazione che dopo aver finito di raccogliere i fagiolini, ho avuto appena il tempo di inscatolarli prima di doverne raccogliere altri. Non sto parlando di raccogliere piccole somme di denaro.

Nelle ultime due settimane, ho raccolto 100 galloni di fagiolini. È un sacco di lavoro quando si fa tutto questo con poco aiuto.

Sono fortunata che mio marito possa aiutarmi quando è a casa nei fine settimana e che i miei figli siano pronti ad aiutarmi quando tornano a casa.

Ma questo mi lascia ancora coperto di verdure per la maggior parte del tempo. L’unica cosa che ho imparato è come gestire un raccolto alla volta.

In altre parole, non raccolgo un’altra partita di fagiolini finché non ho raccolto e conservato la prima partita. Questo processo mi impedisce di essere sopraffatto.

Farò la stessa cosa che ho fatto con i nostri pomodori. Le uniche eccezioni sono cetrioli, zucca e peperoni. Scelgo questi articoli ogni giorno perché posso elaborarli rapidamente.

La maggior parte dei giorni, congelo rapidamente la zucca, raccolgo i cetrioli fino a quando non sono pronti per essere conditi o sottaceto, e i peperoni che conservo per marinare o mangiare quando arrivano.

Per gli altri ortaggi, sto rinviando il raccolto fino a quando non avrò lavorato l’ultimo raccolto.


3. Il mattiniero ha il verme

>

Se siete un giardiniere o un contadino, avrete probabilmente notato che è meglio lavorare la mattina prima che il sole vi bruci.

Se si lavora da soli, è meglio alzarsi presto e sfruttare al meglio la giornata. Perché? Perché hai più a che fare con entrambe le mani.

Quindi, se quest’anno fai giardinaggio da solo, metti la sveglia e muoviti con il sole. Prima si inizia, più è probabile che si finisca prima che arrivi la parte più calda della giornata.

Cerco di fare la maggior parte del mio lavoro all’aperto prima di pranzo. Da allora, ho lavorato in casa per le conserve, i lavori domestici e il mio lavoro retribuito durante la parte più calda della giornata.

Quando il sole tramonta, torno indietro e finisco quello che non ho fatto prima.

È essenziale alzarsi presto per prendersi cura di un giardino da soli, perché questo aiuta a tenere lontano il caldo.


4. Portami al limite

Sapevi di avere un limite? Quando ero più giovane, non sapevo che per me esistessero dei limiti. Più invecchio, più il mio corpo mi dice il contrario.

Quest’estate ho imparato soprattutto i miei limiti. Durante le prime due settimane dell’estate, ho capito che dovevo imparare ad ascoltare il mio corpo o avrei pagato alla fine dell’estate.

Ora inizio a lavorare presto nella parte più fredda della giornata, ma so anche quando fermarmi. C’è un certo momento nella mia giornata in cui il mio corpo dice: “Basta!

Quando ricevo il messaggio, metto la sveglia sul mio telefono per 20 minuti. Faccio un pisolino, mi alzo, mi preparo una tazza di caffè e ricomincio da capo.

È incredibile come 20 minuti di riposo a metà giornata possano fare una grande differenza per me, ma è vero.

Se vi sentite come se vi stiate sforzando troppo, non scoraggiatevi. Considerate invece di fare un pisolino durante il giorno, in modo che il vostro corpo possa riposare prima di partire.

È importante conoscere i propri limiti e quando fermarsi. Questo può aiutare a rimanere in salute anche se si trasporta un carico pesante durante il periodo del raccolto.


5. Non c’è spazio per lo stress

Quando si fa molto lavoro fisico in giardino, raccogliendo e conservando il cibo, è facile iniziare a sentirsi stressati.

Potreste guardare il giardino e sentirvi sopraffatti e non riuscire a tenere il passo. È molto importante cambiare il proprio modo di pensare.

Non c’è spazio per lo stress quando si porta già un tale carico. Ho imparato che arriverò al prossimo raccolto quando ci arriverò.

Se perdo un prodotto, non è la fine del mondo. Lo considero mangime per polli gratis. Forse non conservo il mangime perduto come mi aspettavo, ma risparmio comprando più mangime per gli animali in quel momento, il che mi aiuta anche.

Guardate il lato positivo e rendetevi conto che si può fare solo quello che si può fare.


6. Abbi cura di te

Se volete che il vostro corpo sostenga il giardinaggio, la raccolta di uno o più orti e la conservazione degli alimenti, dovete assicurarvi di nutrire correttamente il vostro corpo.

Il mio punto è che non puoi saltare i pasti o mangiare cibo spazzatura cercando di essere produttivo e aspettarti che il tuo corpo regga.

Bisogna prendersi il tempo di bere molta acqua, mangiare cibi sani e riposare a sufficienza durante il giorno, ma soprattutto di notte.

Meglio ti prendi cura di te stesso, meglio ti sentirai e più energia dovrai dedicare ai compiti che hai a portata di mano.


7. Sii realistico

Infine, è importante essere realistici e fissare aspettative realistiche. Quando inizierà la stagione del giardinaggio, ammetterò di avere obiettivi irrealistici per me stesso.

Quest’anno ho pensato di avere il tempo di gestire tre giardini, di conservare il cibo, di lavorare, di occuparmi della casa, della fattoria e della famiglia e di avere il tempo di cucire.

Sono riuscita a fare tutto tranne che lavorare al mio cucito. La verità è che bisogna guardare a ciò che si vuole fare e rendersi conto quando si aggiungono troppi elementi alla propria lista.

Quando riconoscete questo problema, siate pronti a rimuovere determinati obiettivi o elementi dalla vostra lista d’attesa.

Rendetevi conto che siete una persona che può fare molte cose, ma che non siete in grado di fare tutto in una volta.

Spero che questi consigli vi aiutino ad essere più organizzati ed efficienti quando cercate di portare il peso del giardinaggio o dell’agricoltura da soli o senza molto aiuto per la maggior parte del tempo.

È possibile, ma a volte è estenuante. Non dimenticate di riposare e di essere buoni con voi stessi. Mentre mangiare è importante, prendersi cura di se stessi nel processo dovrebbe essere la vostra prima priorità.

>

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *