Suggerimenti

8 consigli per un uso sostenibile dell’acqua in giardino e giardino

L’ irrigazione è uno dei lavori comuni e consueti nell’orto e nell’orto. Fare un uso sostenibile o sostenibile dell’acqua è molto importante nell’orticoltura e nel giardinaggio ecologici e per questo devi imparare a gestire l’acqua in modo efficiente e ottenere di più dall’irrigazione.

Se all’epoca vi abbiamo già parlato di xero-landscapeing come opzione sostenibile quando si tratta di avere un giardino con poche esigenze idriche, in questo articolo vogliamo darvi più idee in modo che possiate avere un orto o un giardino che non spreca una delle risorse naturali più preziose: l’acqua dolce.

Oltre a sapere in questo articolo come risparmiare acqua nell’irrigazione, ti consiglio di leggere sulla raccolta e lo stoccaggio dell’acqua piovana , trovi anche altre letture molto interessanti nella sezione agricoltura biologica .

8 consigli per un uso sostenibile dell’acqua in frutteti e giardini

1.- Progetta il tuo frutteto o giardino raccogliendo in gruppi le piante che hanno le stesse esigenze idriche. Questa è una delle basi dello xerogardening e quindi possiamo fare un uso migliore dell’acqua. Possiamo dividere il frutteto o l’orto in tre zone a seconda del fabbisogno irriguo: zona a basso fabbisogno, zona a fabbisogno medio e un’altra zona in cui coltiviamo piante e alberi con maggior fabbisogno idrico.

2.- Scegliere varietà di piante, orticole o ornamentali, che richiedono un basso consumo di acqua ed evitare o ridurre al minimo l’uso di quelle che richiedono una maggiore irrigazione. Se vivi in ​​zone con precipitazioni scarse o moderate, stai cercando specie tradizionali e autoctone già adattate e con basso fabbisogno idrico. Alcune di queste specie si adattano addirittura ai periodi di siccità, come il rosmarino, la lavanda o la lavanda, la salvia o l’olivo. D’altra parte, è consigliabile evitare o ridurre la coltivazione di piante che richiedono più acqua, come l’erba.

3.- Utilizzare tappezzerie o piante rampicanti . Le piante che ricoprono o ricoprono il terreno aiutano a ridurre la perdita d’acqua per evaporazione, mantengono l’umidità del suolo e anche visivamente sono molto utili per creare spazi verdi molto belli sia nei frutteti che nei giardini. Come esempi di piante da tappezzeria possiamo citare camomilla romana, trifoglio rosso, nasturzio o verbena.

4.- Conoscere il tipo di terreno di coltivazione. A seconda del tipo di terreno nel nostro giardino o giardino, sarà più probabile che necessiti di una quantità maggiore o minore di acqua di irrigazione. Esistono suoli che non hanno la capacità di trattenere l’acqua (sabbiosi), mentre altri tipi di suoli prevengono o riducono le infiltrazioni d’acqua (argillosi).

5.- Qual è il miglior sistema di irrigazione? Il modo più sostenibile per innaffiare il nostro frutteto o giardino è attraverso un sistema di irrigazione a goccia . È particolarmente adatto per zone o mesi dell’anno con temperature elevate, poiché non si perde acqua per evaporazione dovuta al calore. È il modo più sostenibile di utilizzare l’acqua sia in giardino che in giardino.

6.- Qual è il momento migliore per annaffiare? È importante evitare di annaffiare durante le ore più calde della giornata. Il calore fa evaporare l’acqua che viene sprecata. Preferibilmente innaffieremo a fine giornata, così massimizzeremo l’uso dell’acqua e dell’irrigazione.

7.- Utilizzare in modo strategico le zone d’ombra ei frangivento del nostro frutteto o giardino. Il sole diretto è uno dei fattori per cui il terreno può perdere acqua. Se posizioniamo le piante in zone ombreggiate o semiombreggiate, riduciamo la perdita d’acqua. Un altro fattore molto comune che aumenta la perdita di umidità del suolo è il vento. Possiamo usufruire di frangivento come muri, recinzioni, ecc. per mitigare l’azione del vento e possiamo utilizzare anche altri elementi organici come gli arbusti per ottenere un orto o un orto a basso consumo d’acqua.

8.- Un’altra pratica molto comune in agroecologia e permacultura è il pacciame. Ciò che si fa è coprire la superficie del terreno con materiali naturali come pinnace, segatura, corteccia d’albero, resti di potatura, ecc. con lo scopo di prevenire la perdita d’acqua per evaporazione, migliorare la fertilità e l’umidità del suolo e controllare la comparsa di piante indesiderate o avventizie. Maggiori informazioni sull’imbottitura .

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *