Suggerimenti

Acquistare semi in modo strategico: una guida per il giardiniere Frugal per ordinare i semi

Adoro quando i cataloghi dei semi iniziano a comparire nella mia cassetta delle lettere. I dettagli deliziosi, le foto o i disegni incredibili, e tutte queste varietà di reliquie mi fanno venire voglia di leggere i miei cataloghi come un romanzo, parola per parola, con attenzione.

Oh, il romanticismo di tutto questo! È troppo facile innamorarsi di quasi tutte le reliquie che si incontrano in queste belle pagine.

Personalmente, se non mi avvicino ai miei cataloghi di sementi con un piano, tendo a farmi ingannare da queste audaci bellezze – grossi cavoli a testa tonda, vengono a tagliare la lattuga, pomodori che pretendono di pagare il mutuo. Finisco inevitabilmente per spendere più di quanto dovrei per i semi che non crescono nemmeno bene nella mia zona.

Se anche voi sarete probabilmente influenzati da una bella testa di cavolfiore o da un gigantesco globo dorato di barbabietole giganti, anche se non sono affatto adatte al vostro giardino, continuate a leggere. Questi consigli possono aiutarvi a selezionare in modo sicuro i semi che non vi deluderanno e vi spezzeranno il cuore in giardino.

>


Acquisto di sementi strategiche 101


Prima di aprire i vostri cataloghi

>

Questi primi consigli vi aiuteranno a farvi radicare nella realtà di ciò che potete e dovreste considerare di coltivare quest’anno prima che inizi a selezionare i semi.

Suggerimento 1: fare una lista

Prima di rompere la rilegatura del vostro primo grande libro di semi, fate un elenco di ciò che volete piantare in giardino quest’anno. Decidete anche di quanto spazio avrete bisogno per far crescere tutto ciò che è sulla vostra lista. Potete scrivere la vostra lista e fare i vostri calcoli.

Oppure… potete utilizzare un pianificatore di ortaggi online che fornisce una stima delle quantità e dello spazio necessario per coltivare ciò di cui avete bisogno per nutrire la vostra famiglia.

Iniziate con i vostri punti metallici. Sono cose che si comprano regolarmente e che vorrebbero crescere a casa. Dopo i punti metallici, fate una lista di ciò che vi piace mangiare, per esempio le verdure che non mangiate regolarmente ma che vorreste coltivare. Infine, fate una lista delle cose che sognate, che possono includere cose che non avete nemmeno provato ma che vi incuriosiscono.

Suggerimento 2: Leggete i requisiti di crescita delle piante

Una volta che si dispone di una lista “di lavoro”, il passo successivo è quello di determinare se tutto in essa può essere effettivamente sviluppato nella vostra zona. Tutte le piante hanno requisiti specifici che devono essere soddisfatti per poter crescere bene. La lettura di guide di coltivazione complete può aiutarvi a restringere l’elenco delle piante.

Per esempio, ho avuto l’ibisco per il tè nella mia lista dei “mi piace” perché amo preparare il mio tè. Tuttavia, questa pianta è solo una perenne nell’area di impianto USDA 8 e oltre.

Ci vuole anche una lunga stagione di crescita calda per fare i calici usati per il tè. Ciò significa che dovrebbe iniziare all’interno, sotto la luce, mesi prima di poter essere trapiantata all’esterno. Era molto più lavoro di quanto mi interessasse, quindi è stato tolto dalla lista.

Scoprite quanto tempo, la particolare cura richiesta e i parassiti e i problemi associati alla coltivazione di diversi tipi di ortaggi, erbe e fiori possono influenzare la vostra decisione di provarli o meno nel vostro giardino. Soprattutto se siete nuovi al giardinaggio, eliminando le piante che sono marginali o soggette a problemi nella vostra zona di coltivazione, risparmierete tempo, denaro e problemi.

Suggerimento 3: la realtà controlla la vostra lista

Sommate la superficie necessaria per coltivare tutti gli ortaggi della vostra lista. Puoi mettere tutto questo nel tuo giardino? Avete abbastanza concime, pacciame e altre modifiche del suolo per fornire la fertilità di cui tutte queste piante avranno bisogno? Avete tempo per piantare, annaffiare, annaffiare, estirpare e raccogliere tutte queste piante?

Se la tua risposta è no (e di solito lo è), controlla la tua lista. Rivedere il numero di volte necessario fino a quando la vostra lista dei desideri non corrisponde al vostro spazio e tempo a disposizione. I sogni e le cose che ti piace avere sono di solito rimossi per primi. Tuttavia, a volte si può anche voler prendere decisioni in base al costo di acquisto di alcuni ortaggi al negozio e alla disponibilità degli agricoltori locali della propria zona.

Consiglio 4: Identificare le condizioni di coltivazione

Ogni area di crescita ha le sue sfide. Al di là della conoscenza dell’area di coltivazione dell’USDA, i fattori regionali possono influenzare ciò che crescerà bene nel vostro giardino. È inoltre importante conoscere le date delle ultime e delle prime gelate e la quantità di pioggia durante la stagione di crescita.

La temperatura del terreno è generalmente vicina a quella dell’aria. Quando la temperatura del suolo supera gli 80 °F, le piante del tempo fresco tendono a crescere (fioriscono e hanno un sapore amaro). Inoltre, molti semi non germinano bene nel terreno sopra gli 80 °F. Sapere quanti giorni avete tra il gelo e gli 80 °F vi aiuterà a pianificare quali varietà di piante di stagione fredda coltivare.

Dove vivo, le gelate intermittenti fino alla festa della mamma sono relativamente normali. Poi, subito dopo, è caldo e umido. Così, a seconda delle mie condizioni, quando inizio a cercare nei cataloghi di sementi, cerco descrizioni come “cresce bene al Sud”, ” si avvita lentamente ” e ” tollera il calore . Descrizioni come ” richiede una stagione di crescita lunga e fresca” o ” buona per i climi nordici” mi sono automaticamente vietate.

Suggerimento 5: Conoscere i propri fornitori

Purtroppo, se si commette l’errore di acquistare da alcuni distributori, le informazioni vengono automaticamente condivise con una lista di lavanderia di grossisti di piante e sementi. I cataloghi delle aziende di cui non avete mai sentito parlare iniziano ad apparire nella vostra casella di posta.

Alcuni di questi cataloghi sono belli ed economici. Quindi è allettante voler scegliere i prodotti più economici. Tuttavia, quando si tratta di semi, la qualità è fondamentale.

Cose come il controllo dell’impollinazione incrociata e i metodi di essiccazione, conservazione e spedizione possono fare una grande differenza nel modo in cui i semi si comportano nel vostro giardino. Prima di acquistare, scoprite se i fornitori che state considerando sono noti per la qualità delle sementi, la cura delle piante e il servizio clienti.

Personalmente, mi attengo ai semi dell’eredità. Compro la maggior parte dei miei semi da Baker Creek Heirloom Seeds, Sow True Seeds, Seed Savers Exchange, Southern Exposure Seed Exchange e Renees Garden. Tuttavia, ci sono molte altre grandi aziende di sementi, e ogni giardiniere ha un favorito. Quindi guardati intorno.

Una volta che le fonti affidabili sono state ridotte, vi suggerisco di gettare questi cataloghi di semi indesiderati nel compost per evitare inutili tentazioni. Fidati di me! Anche quando si sa di più, le pubblicità e i prezzi possono essere così allettanti che si può commettere l’errore di ordinare contro il proprio giudizio.

Suggerimento 6: stabilire un budget iniziale

Se volete davvero coltivare il vostro cibo, i soldi che spendete per i semi possono ridurre significativamente il vostro budget di spesa. Mi do un budget di 200 euro per le sementi e la semina ogni anno. Questo investimento mi fa risparmiare migliaia di euro al negozio di alimentari e mi dà anche un reddito al mercato dei contadini.

Il budget per le sementi dovrebbe tenere conto di quanto del vostro budget per la spesa sostituirà le vostre sementi e di quanto potete permettervi. La pianificazione del budget prima dell’acquisto consente di evitare di spendere troppo e di concentrarsi sulle verdure che sono più importanti per i vostri profitti.


Quando aprite i vostri cataloghi

>

Ora che avete abbastanza informazioni per non farvi ingannare da ogni bella reliquia che attira la vostra attenzione, è il momento di sedersi con i vostri cataloghi preferiti.

Consiglio 7: effettuare il primo passaggio

Mi piace sfogliare tutti i miei cataloghi con un quaderno, una penna e un evidenziatore in mano. Segno le varietà che mi sembrano ragionevoli. Prendo anche nota delle varietà di cui ho bisogno di approfondire la ricerca.

A volte le descrizioni nei cataloghi non sono così utili come vorrei che fossero. Può essere utile andare online per trovare maggiori informazioni e leggere le recensioni.

Ad esempio, Baker Creek Heirloom Seeds ha un catalogo incredibile. Ma non sempre danno aree di piantagione o giorni medi di raccolta. A volte le descrizioni si concentrano sui sapori e non includono nessuno degli indizi di cui ho bisogno per sapere se le piante cresceranno nelle mie condizioni.

Spesso devo cercare maggiori dettagli sulle diverse varietà e leggere le recensioni online prima di fare le mie scelte. Ogni volta che faccio questo tipo di ricerca, prendo le giuste note in modo che quando arrivano i semi, ho il vantaggio di sapere come piantarli.

Consiglio 8: Limitate le vostre varietà

È difficile mantenere un bouquet di diverse varietà dello stesso tipo di verdure. È necessario un buon sistema di etichettatura. In alcuni casi, è necessario fare attenzione ai problemi di impollinazione incrociata (per esempio il mais), anche se non si ha intenzione di conservare i propri semi. Le variazioni dei tempi di raccolta e di cura complicano anche i programmi di rotazione delle colture.

Personalmente, per la maggior parte delle cose, mi limito a una o due varietà di ogni tipo di pianta all’anno. Per cose come il cavolo, mi piace coltivare una varietà viola e una varietà verde perché sono facili da distinguere. Posso anche ottenere teste per 60 giorni per la produzione primaverile e teste per 80 giorni per la produzione invernale.

I cetrioli sono disponibili in sottaceti e insalate, quindi di solito li coltivo per scopi diversi. Con i pomodori pianterò una specie di antipasto (ad es. ciliegia), un’affettatrice (ad es. Cherokee Purple) e un pomodoro in scatola (ad es. pasta Amish). Per quanto riguarda i peperoni, di solito mi attengo a due tipi caldi e due tipi dolci.

Per piante realmente produttive come melanzane o zucchine, è necessaria una sola varietà. Per alcune delle mie colture di base. Mi attengo a varietà provate che crescono bene ogni volta. Per esempio, i Detroit Dark Reds sono le uniche barbabietole che crescono bene nella mia zona. Quindi non prendo nemmeno in considerazione altre opzioni per le barbabietole.

Una volta che ho ristretto le mie scelte per quest’anno, elenco anche tutti i candidati che ho speso quest’anno. In questo modo, l’anno prossimo avrò un vantaggio nel determinare quali nuove varietà provare.

Consiglio 9: tenere conto delle spese di spedizione

L’acquisto di sementi da più fornitori può anche comportare costi di spedizione più elevati. Se si può ottenere tutto da un unico fornitore, spesso è possibile ridurre i costi di spedizione. Potete anche beneficiare della spedizione gratuita per ordini superiori a un certo valore in euro. Potreste anche prendere in considerazione la possibilità di condividere un ordine con gli altri amici giardinieri.

I rivenditori di sementi possono anche dirvi dove il vostro seme viene venduto vicino a voi. A seconda della stagione, potete trovare i vostri semi preferiti sugli scaffali del vostro negozio di giardinaggio locale. I negozi di souvenir nei siti di storia vivente hanno spesso anche scaffali di semi non geneticamente modificati e a impollinazione aperta dei vostri fornitori preferiti.


Dopo l’acquisto dei semi

>

Ora che avete i semi in mano, è il momento di massimizzare le vostre spese.

Consiglio n°10 : conservare bene i semi

Alcuni semi sono buoni solo per un anno. Ad esempio, i semi di pastinaca e di cipolla hanno un basso tasso di germinazione dopo il primo anno. Piantate tutti questi semi in un anno o condivideteli con gli amici in modo che non vadano sprecati.

Molti semi possono essere conservati per diversi anni. Conservate i vostri semi nella loro confezione per una facile identificazione. Assicuratevi che i semi siano tenuti puliti e asciutti trasferendoli in un altro contenitore quando li portate in giardino. Conservare i semi in un luogo fresco, buio e asciutto.


Conclusione

L’acquisto dei semi è uno degli aspetti più promettenti ed entusiasmanti del giardinaggio, soprattutto perché tendiamo a farlo nel buio dell’inverno. Ogni seme porta la promessa di una nuova pianta e di una maggiore indipendenza nella vostra casa. Prendetevi un po’ di tempo per il processo. Scegliete bene e prendete appunti per la pianificazione futura.

Oh, e andate avanti e concedetevi occasionalmente del bel mais nero o del pomodoro colorato. Un po’ di sperimentazione e di assunzione di rischi fa bene all’anima e allo sviluppo delle competenze di un giardiniere.

>

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *