Suggerimenti

Allergia primaverile o febbre da fieno: cibi benefici per alleviare i sintomi

Sappiamo che il cibo è uno degli strumenti più potenti di cui possiamo avvalerci per prenderci cura della nostra salute. E nel caso delle allergie stagionali è anche così.

Ci sono alimenti che possono aiutare ad alleviare i sintomi dell’allergia primaverile e ce ne sono altri che possono aumentare i sintomi.

Vuoi sapere quali cibi mangiare e quali evitare durante la febbre da fieno?

Bene, in questo post te lo raccontiamo nel dettaglio.

.

Che cos’è un’allergia?

Un’allergia è un’ipersensibilità a un allergene .

Esistono molti tipi diversi di allergeni , ad esempio un allergene può essere il polline, la proteina di un alimento (come nel caso dell’allergia alle proteine ​​del latte , la caseina ), gli acari della polvere , il pelo di alcuni animali, ad alcuni conservanti alimentari, eccetera.

Se soffri di un’allergia primaverile , nota anche come allergia stagionale o febbre da fieno , sarai felice di sapere che ci sono alimenti che sono utili nel ridurre o alleviare i sintomi dell’allergia stagionale .

Questi sintomi possono variare da naso che cola, lacrimazione e occhi rossi, starnuti, orticaria, eczema, rinite, asma bronchiale, e sono dovuti al fatto che il polline è visto dal nostro sistema immunitario come un allergene e avvia le azioni necessarie per eliminarlo dal nostro corpo…

Alimenti che aiutano ad alleviare i sintomi dell’allergia primaverile

Per mitigare i sintomi tipici dell’allergia stagionale, possiamo seguire una dieta che contenga una buona assunzione di cibo che includa:

* Vitamine del gruppo B > queste vitamine hanno un effetto antinfiammatorio sull’organismo. Li possiamo trovare nelle verdure a foglia verde, nei cereali integrali, nel lievito di birra o nelle noci.

* Omega 3 > È un acido grasso molto importante per il nostro organismo che svolge al suo interno diverse funzioni. Tra queste funzioni possiamo evidenziare la regolazione dei processi infiammatori e il funzionamento ottimale del sistema immunitario. Lo troviamo presente in alimenti come semi di chia , semi di canapa, broccoli, olio extra vergine di oliva, lattuga, cime di rapa, semi di zucca e ceci.

* Magnesio > riduce il rilascio di istamina, quindi è un antistaminico naturale, riduce l’infiammazione delle vie aeree e ha anche un effetto broncodilatatore. Il magnesio si trova in alimenti come legumi, verdure a foglia verde, frutta come avocado o avocado, melone, pesca, ciliegie, pere, sesamo o semi di sesamo e cereali integrali (avena, farro, segale).

* La quercetina > è un flavonoide che inibisce il rilascio di istamina e diminuisce la produzione di prostaglandine. Ha un effetto di riduzione dell’infiammazione. La quercitina si trova in alimenti come broccoli, cavolfiori, cavoli rossi, cavoletti di Bruxelles, cipolle, mele, farina d’avena, spinaci, aglio o peperoncino.

* Gli antiossidanti come i caroteni, la vitamina E e la vitamina C hanno effetti positivi sui sintomi dell’allergia grazie, tra l’altro, alla loro azione antinfiammatoria. Li troviamo in alimenti come olio extra vergine di oliva, arancia e frutti rossi, verdure a foglia verde, semi di lino o di lino, semi di girasole, pinoli o asparagi.

* Possiamo includere anche alcune piante medicinali con azione antistaminica: curcuma , radice di liquirizia , ortica , sambuco , fumaria e shisho o perilla .

Quali cibi evitare durante l’allergia stagionale?

* Mandorle > queste noci sono altamente raccomandate per il loro apporto in proteine ​​vegetali, grassi benefici, fibre o vitamine e minerali. Ma per le persone con febbre da fieno o allergie stagionali, dovrebbero evitarli durante questo periodo, poiché le mandorle hanno la caratteristica di esacerbare i sintomi dell’allergia.

* Sedano > Questo ortaggio è molto salutare e offre grandi benefici per la salute, ma se soffri di allergia primaverile dovresti evitarlo o ridurne il consumo, poiché ha proteine ​​​​simili al polline e può produrre gli stessi sintomi che si verificano nell’allergia ai pollini .

* Cavolo fermentato o crauti > un altro alimento molto salutare, ma in caso di allergia ai pollini è controindicato a causa dei suoi alti livelli di istamina. Mangiare crauti potrebbe aggravare i sintomi dell’allergia

* Alcool> Oltre ad essere un prodotto da evitare o ridurre in qualsiasi dieta sana, se sei allergico ai pollini o hai l’asma, l’alcol può aggravare i sintomi di questi disturbi a causa del suo alto contenuto di istamina.

* Caffè e > il consumo di queste due bevande dovrebbe essere ridotto o eliminato a causa del loro contenuto di istamina.

* Agrumi> come pompelmo o pompelmo , mandarini , arance o limoni. Oltre a questa lista aggiungiamo ananas e kiwi . Sono molto salutari, ma durante i periodi di allergia dovrebbero essere evitati a causa del loro alto contenuto di istamina .

In generale, eliminare o ridurre il consumo di cibi altamente lavorati e raffinati sostituendo cibi freschi e di stagione.

.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *