Suggerimenti

Allevia il tuo dolore con queste 14 erbe antidolorifiche

Tutti noi dobbiamo affrontare il dolore della nostra vita. Quando si tratta di una lesione minore o di un muscolo doloroso, la maggior parte delle persone si rivolge a farmaci da banco come l’acetaminofene o l’ibuprofene.

Anche se questi farmaci sono efficaci, possono avere effetti collaterali indesiderati come nausea, debolezza, sudorazione, diarrea o anche insufficienza epatica. Alcune persone non possono usare questi farmaci a causa delle allergie. Poi c’è chi vuole condurre una vita più indipendente. Qui entra in gioco la coltivazione di piante antidolorifiche.

Sia che vogliate un giardino che vi mantenga in salute in caso di crisi o che abbiate bisogno di un aiuto extra per integrare i farmaci commerciali, le seguenti piante antidolorifiche possono darvi un po’ di conforto quando soffrite.


Impianti che alleviano il dolore


1. zenzero (Zingiber officinale)

Lo zenzero è una delle più potenti erbe antinfiammatorie ed è più efficace dell’ibuprofene o di altri farmaci simili. Invece di bloccare la formazione di composti infiammatori, lo zenzero prende di mira questi composti e ha anche effetti antiossidanti che impediscono l’infiammazione e l’acidità del fluido all’interno delle articolazioni. Tutto questo può significare sollievo per chiunque soffra di certi tipi di dolore.


2. Chiodo di garofano (Syzygium aromaticum)

Hai mai avuto mal di denti? Se è così, sai che sembra che le porte dell’inferno si stiano aprendo nella tua bocca. Dolore è una parola morbida per descrivere come può essere il mal di denti. La prossima volta che urli, cerca le unghie.

Probabilmente avete più familiarità con i chiodi di garofano nella loro forma intera o macinata che insaporiscono piatti di carne e riso. Per scopi medici, i chiodi di garofano sono in polvere o in capsule e possono anche essere trasformati in olio. L’olio di chiodi di garofano è la scelta migliore se si ha mal di denti. I chiodi di garofano possono anche aiutare ad alleviare la nausea e a curare il raffreddore.

I benefici non si fermano qui. Usata come crema topica, può alleviare l’infiammazione artritica o il mal di schiena.

Il motivo per cui funziona è semplice. I chiodi di garofano contengono un principio attivo chiamato eugenolo, un antidolorifico naturale che si trova in alcune creme antidolorifiche da banco. Attenzione ai chiodi di garofano se avete un disturbo di sanguinamento o se state prendendo farmaci per fluidificare il sangue. Possono aumentare il rischio di emorragie anomale.


3. Pepe (Capsicum annuum)

Forse non vi piacciono le spezie, ma i peperoni offrono decine di vantaggi, tra cui l’essere un antidolorifico naturale. La capsaicina deriva dai peperoni e può essere utilizzata come rimedio topico per alleviare i dolori ai nervi, ai muscoli e alle articolazioni.

I peperoni alleviano il dolore perché la capsaicina contiene sostanze chimiche che impediscono l’invio di segnali di dolore al cervello. Fermando la percezione del dolore, la sostanza chimica attiva il rilascio di endorfine per alleviare il dolore e fornisce un’azione analgesica.

Il pepe di Caienna, ad esempio, può essere usato per alleviare i dolori post-operatori, così come le emicranie e i dolori muscolari. Potete anche preparare una crema al pepe di cayenna per alleviare il mal di schiena. Se si torce la caviglia, l’applicazione della crema può aiutare a sentirsi meglio.

Se non volete coltivare la vostra pianta, potete trovare capsaicina in forma di gel o crema. È sicuro usare tre o quattro volte al giorno per alleviare i dolori artritici e nervosi. Se contiene lo 0,025% di capsaicina, può ridurre il dolore dell’osteoartrite, e concentrazioni più elevate sono utili per i dolori ai nervi periferici, come i danni ai nervi nei diabetici.


4. Curcuma (Curcuma longa)

La curcuma ha molte proprietà benefiche, tra cui la capacità di ridurre il dolore. Mentre è nota soprattutto per la sua capacità di aggiungere sapore ai piatti a base di curry, la curcuma ha eccellenti proprietà antinfiammatorie e ha dimostrato di contenere elementi antitumorali. L’assunzione regolare di curcuma può aiutare a migliorare la circolazione sanguigna e prevenire la formazione di coaguli.

Com’è possibile? Questo perché la curcuma contiene un composto attivo chiamato curcumina che riduce i livelli di due enzimi che causano l’infiammazione nel corpo.

La Curcuma è una pianta che si può facilmente coltivare in vaso nel proprio giardino. È una di quelle erbe che alleviano il dolore, ma è anche una gustosa aggiunta alla cucina.


5. Lavanda (Lavandula)

Avere l’olio essenziale di lavanda a portata di mano è una cosa intelligente se si soffre di mal di testa. L’uso dell’olio essenziale di lavanda può aiutare ad alleviare il dolore in modo naturale, ed è stato dimostrato che si può usare per aiutare a dormire e alleviare l’ansia. L’inalazione di olio di lavanda aiuta anche ad alleviare il dolore associato all’emicrania.

L’olio di lavanda ha anche altre proprietà utili. È un antiossidante con proprietà antinfiammatorie.


6. Menta (Mentha × piperita)

L’olio essenziale di menta piperita è un modo fantastico per ridurre naturalmente il dolore. Ha proprietà antinfiammatorie, antimicrobiche e analgesiche. Si ritiene che la menta piperita possieda composti attivi utili come il carvacrolo, il mentolo e il limonene.

L’olio essenziale di menta piperita diluito può essere utilizzato come trattamento topico. L’applicazione di menta piperita alle tempie può anche aiutare a combattere il mal di testa da tensione.


7. Aloe Vera (Aloe)

Tra tutte le piante che alleviano il dolore, l’aloe vera è una delle più note. E ‘popolare per il trattamento delle ferite della pelle. Quasi tutti hanno già versato la crema rinfrescante su una scottatura, ma può anche essere presa per bocca per le articolazioni dolorose. Coltivare una pianta di aloe in cucina per alleviare rapidamente le ustioni.


8. Salice bianco ( Salix alba)

La corteccia di salice bianco è soprannominata “l’aspirina originale”. Questa pianta contiene salicina, che viene convertita in acido salicilico quando la si consuma, e l’acido salicilico è il componente principale dell’aspirina. Non sorprende che sia considerato una versione naturale dell’antidolorifico onnipresente.

Nelle versioni sintetiche, l’acido salicilico può irritare lo stomaco. La corteccia di salice bianco è naturale e quindi più facile da tollerare per alcune persone. È utile per alleviare il dolore, la febbre e le infiammazioni.

Per ridurre il dolore, assumere da 1 a 2 gocce di tintura di corteccia di salice bianco al giorno o secondo necessità. È efficace contro il mal di schiena acuto, i dolori articolari e l’osteoartrite. Attenzione, poiché un consumo eccessivo di corteccia di salice bianco può compromettere la funzione renale e aumentare il rischio di emorragie. Non è sicuro per i bambini.

La storia della corteccia di salice bianco è affascinante. Anni fa, la gente masticava la corteccia per aiutare ad alleviare il dolore e la febbre. Oggi è possibile acquistare la corteccia di salice bianca essiccata e berla come tè. È disponibile anche in forma di capsula. Non importa come si prende l’erba, funziona tutto allo stesso modo.

NOTA: Se siete sensibili all’aspirina o state già assumendo farmaci antinfiammatori da banco (come l’aspirina o l’ibuprofene), evitate di assumere corteccia di salice bianco.


9. Eucalipto ( Eucalipto)

L’eucalipto ha un profumo meraviglioso, e aiuta anche ad alleviare il dolore dell’infiammazione. In piu’, e’ un antimicrobico. Si può fare un massaggio muscolare con olio di jojoba, olio di eucalipto e olio di lavanda. Applicato ai muscoli doloranti, può generare calore che allevia il disagio. È una di quelle piante che allevia il dolore e profuma meravigliosamente mentre lo fa. Può anche alleviare l’irritazione di un cuoio capelluto che prude.


10. Valeriana ( Valeriana officinalis)

Hai mai sentito parlare della radice di valeriana? Altrimenti ti perdi qualcosa. Alcuni sostengono che la radice di valeriana è come un tranquillante naturale. Non suona così male, vero?

La radice di valeriana può essere utilizzata per alleviare la tensione, l’irritabilità, lo stress, l’ansia e l’insonnia. Allevia il dolore perché aiuta a ridurre la sensazione di disagio limitando la sensibilità dei nervi. Il modo migliore per assumere questo integratore è bere tè alla valeriana; è ideale per alleviare il dolore naturale o per sistemare il cervello per il sonno.


11. Artiglio del gatto (Uncaria tomentosa)

L’artiglio del gatto sembra avere le corna a forma di uncino, da cui il suo nome. È un vitigno legnoso che cresce nella foresta pluviale amazzonica, così come in alcune parti del Sud America. Si ritiene che l’artiglio di gatto abbia proprietà antinfiammatorie che bloccano la produzione dell’ormone prostaglandina. Questo ormone contribuisce all’infiammazione e al dolore nel corpo.

Ma bisogna fare attenzione, perché troppi artigli di gatto possono causare diarrea. La dose consigliata è di 250-1.000 mg in capsule da una a tre volte al giorno.


12. Matricaria (Tanacetum parthenium)

La matricaria è una pianta medicinale ben nota che ha molti usi, come il trattamento di febbri, emicranie, mal di denti, mal di stomaco e artrite reumatoide. Ci sono prove che le donne possono aumentare la produzione di latte materno con il fiorire della febbre.

Come funziona? Il crisantemo ha diversi composti attivi che possono ridurre l’infiammazione e gli spasmi muscolari. I composti attivi di questa pianta lavorano insieme per ridurre il dolore avvertito da un muscolo dolorante.

Fate attenzione alla registrazione. Se assunto nella dose sbagliata, la febbre può causare nausea, vomito, dolori addominali e un aumento del rischio di emorragie. Parlate con il vostro medico dell’assunzione di febbre.


13. Erba di San Giovanni (Hypericum perforatum)

L’erba di San Giovanni è nota per promuovere la salute emotiva, ma può anche essere usata per alleviare il dolore. Alcuni erboristi sostengono che l’erba di San Giovanni è uno degli antidolorifici essenziali a base di erbe e può essere utilizzato quando si soffre di dolore acuto o lesioni in parti del corpo che hanno molti nervi. Quest’erba avrebbe preso di mira il sistema nervoso.


14. Coosh nero (Actaea racemosa)

Black cohosh è considerato utile per le donne perché può essere usato per trattare il dolore dei cicli mestruali, e alcune ostetriche lo usano durante il parto. Le donne incinte dovrebbero evitare di prendere il coito nero.

Black cohosh può essere usato come un’erba antispasmodica che può alleviare i crampi muscolari o il dolore di qualsiasi tipo. Può anche essere usato per trattare il dolore ai nervi, il colpo di frusta e il mal di schiena in quanto contiene proprietà antinfiammatorie.


Note

Quando si usano erbe antidolorifiche, si dovrebbe affrontare le cose con un occhio scettico. Non tutto è stato dimostrato dalla scienza come efficace. Questo non significa che queste piante non valga la pena di provare, ma significa che bisogna essere pronti a provare qualcos’altro se non si ottiene un sollievo.

Dovete anche assicurarvi di sapere cosa state prendendo e quanto dovete prendere. Parlate con il vostro medico se avete dei dubbi.

Il trattamento naturale del dolore non si ferma alle erbe. Non dimenticate lo yoga, l’agopuntura, la digitopressione, il calore e la rotazione del ghiaccio. Se usati in combinazione, tutti questi metodi lavorano insieme per stroncare il dolore sul nascere.

Non aspettate che il dolore sia troppo! L’assunzione di rimedi a base di erbe funziona meglio se non si aspetta che il dolore diventi insopportabile. Quando cercate farmaci da banco, prendete in considerazione la possibilità di provare una di queste 14 erbe antidolorifiche.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *