Suggerimenti

Buone pratiche negli orti comunali: cosa non posso fare?

Ogni volta abbiamo più giardini comunali. Nell’articolo Regolamento del Comune di Madrid per gli orti urbani   abbiamo brevemente spiegato in cosa consisteva il processo di concessione di questi terreni, estratto dal documento della corrispondente Gazzetta Ufficiale del Comune di Madrid , che puoi consultare qui:  Pliego Huertos Urbano Madrid  .

L’allegato III di questo documento elenca una serie di buone pratiche che gli utenti del frutteto devono rispettare per poterlo utilizzare e che esporremo in questo articolo.

Buone pratiche negli orti urbani comunali

  • Negli orti urbani comunali verrà praticata agricoltura ecologica , motivo per cui è vietato l’uso di erbicidi, fertilizzanti e prodotti fitosanitari ottenuti per sintesi chimica.
  • L’acqua utilizzata per l’irrigazione deve provenire esclusivamente dalla rete di approvvigionamento del Canal de Isabel II. Per motivi di salute pubblica, è assolutamente vietato lo stoccaggio e l’utilizzo di acqua recuperata, riciclata e/o piovana . Inoltre, sarà prestata particolare attenzione alla gestione dell’acqua per evitare che costituisca un focolaio di parassiti come zanzare, vespe o roditori.
  • Per garantire un uso sostenibile ed efficiente dell’acqua, la rete irrigua dell’orto urbano comunale deve installare, almeno, i seguenti elementi:

Una scatola interrata  per ospitare la testa di irrigazione collegata al collegamento al Canal de Isabel II.

– Una testa di irrigazione con chiave di intercettazione generale, elettrovalvole e programmatore elettronico autonomo a batteria , anche se può essere presente anche un’altra serie di elementi che l’associazione può ritenere necessari, come un filtro o un contatore volumetrico.

Tubo di irrigazione con gocciolatori integrati o esterni , tubo essudante o simili , poiché non è consentito un altro sistema di irrigazione di minore efficienza in termini di applicazione o utilizzo di energia, come tubi perforati, microirrigatori, irrigatori o dispositivi di allagamento. Tuttavia, eccezionalmente, l’ irrigazione con un tubo può essere utilizzata come complemento in determinati periodi della coltura. Sia gli impianti che il corretto utilizzo della rete irrigua potranno essere presidiati ove ritenuto opportuno dai tecnici comunali.

  • I residui dei residui vegetali generati dai frutteti comunali devono essere compostati in situ . Non possono essere bruciati o immagazzinati in lotti liberi, aree comuni o altri spazi adiacenti. Eventuali altri rifiuti diversi che potrebbero essere stati generati nell’attività del frutteto devono essere separati e depositati nei contenitori comunali che saranno forniti dal Comune di Madrid.
  • Quando si utilizzano fertilizzanti organici naturali (letame), occorre prestare attenzione a non introdurre parassiti animali (ad esempio pulci) .

  • L’accesso degli animali domestici ai giardini comunali, compresi quelli senza dimora, sarà controllato in modo tale da eliminare i rischi di contaminazione delle piante e del suolo e di generare situazioni che possano dar luogo alla comparsa di parassiti. In questo caso, l’ Unità per la gestione dei parassiti del Comune di Madrid sarà informata immediatamente se ci sono prove o sospetti della presenza di parassiti nell’area del giardino urbano.
  • L’associazione deve garantire che le persone che accedono al giardino si comportino in modo appropriato e conforme alle finalità e agli obiettivi del programma.

Quali cose sono vietate nei giardini comunali?

L’uso degli orti comunali è destinato esclusivamente all’insediamento di colture orticole, piante ornamentali ed aromatiche e alberi da frutto . In tal modo è  espressamente vietato :

  • La modifica della struttura del lotto o l’occupazione di terreni oltre a quelli che sono stati designati.
  • L’ accumulo o l’abbandono di qualsiasi materiale estraneo alla funzione del giardino che possa alterarne l’estetica.
  • La costruzione di qualsiasi opera permanente o altri elementi che possono influenzare negativamente il paesaggio urbano. Saranno ammesse solo strutture autoportanti che non necessitano di fondazioni e sono facilmente smontabili. Gli unici arredi autorizzati al servizio dei frutteti saranno costituiti da: semenzai, compost, piccole serre, rimessa attrezzi, tavoli, panche, altri simili per servire i compiti dell’orto e la convivenza in esso.
  • L’ uso del fuoco nei frutteti , compresa la combustione di stoppie o resti di piante, come sopra menzionato, nemmeno in fusti, barbecue o qualsiasi altro oggetto autorizzato. È inoltre vietato l’ uso del fuoco per cucinare compresi barbecue portatili, fornelli a gas o altri tipi di strutture.
  • L’uso di erbicidi, fertilizzanti e prodotti fitosanitari ottenuti per sintesi chimica.
  • La coltivazione di prati erbosi e altre specie erbacee o orticole con elevate esigenze idriche.
  • La coltivazione illegale di piante o generatori di sostanze pericolose e/o possibile uso che crea dipendenza.
  • L’uso di semi transgenici.
  • La vendita dei prodotti ottenuti nel frutteto , che devono essere utilizzati esclusivamente per l’autoconsumo o per le finalità dello scopo sociale delle associazioni.
  • Il pernottamento o la residenza nel frutteto , sia temporaneo che permanente.
  • L’ emissione di rumori che possono causare fastidio ai vicini intorno al frutteto.
  • Il possesso, l’alimentazione e l’allevamento nei frutteti di qualsiasi tipo di animale: cani, gatti, uccelli, roditori, insetti, ecc. Sarà consentito solo l’accesso occasionale e controllato degli animali domestici.

Sebbene queste siano le regole e le linee guida delle buone pratiche che il Comune di Madrid richiede nei suoi giardini comunali, la maggior parte è applicabile ad altri giardini urbani, pubblici o privati , quindi se stai avviando un progetto questa è una buona guida per scrivere un regolamento per il giardino urbano . Spero che tu sia stato interessato all’articolo e che ci invii i tuoi commenti. Alla prossima Agrohuertistas!

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *