Suggerimenti

Cascarudito Taladrillo: [Caratteristiche, rilevamento, effetti e trattamento]

Cos’è un trapano vizioso?

Sotto il nome scientifico di Megaplatypus mutatus, il Little Drill Killer è un coleottero appartenente all’ordine dei Coleoptera che può comportarsi come un parassita e causare gravi danni a piantagioni, frutteti e giardini.

È anche conosciuto con il sinonimo più usato : Platypus sulcatus , che tra l’altro non ha nulla a che fare con l’ornitorinco, sebbene si trovino anche all’interno del genere Platypus.

È un insetto di grande potere, perché nel suo comportamento abituale è molto comune che fori i tronchi degli alberi , provocando un indebolimento totale della pianta in un breve periodo di tempo, quindi genera grandi perdite economiche se gli viene permesso di riprodursi e svilupparsi completamente nei campi.

Come possiamo identificarlo?

  1. Gli adulti di Platypus sulcatus hanno un corpo cilindrico allungato che ha una lunghezza media di 8-9 mm.
  2. Questi insetti sono di colore da marrone a nero.
  3. Hanno una testa ruvida e un protorace tanto largo quanto lungo,
  4. Le gambe sono corte
  5. Le loro antenne terminano con una mazza e hanno ali dure o elitre, striate con apice dentato e 4 carene longitudinali.
  6. Le femmine si distinguono perché il loro corpo è di colore più chiaro e all’estremità della coda, le elitre o ali terminano in una forma arrotondata, mentre nei maschi questa zona non si sviluppa.
  7. Le uova prodotte dalle femmine sono oblunghe, molto lisce, di circa 0,5-0,9 mm di dimensione e di aspetto bianco lucido.
  8. Questi, dopo l’accoppiamento, depositano le loro uova nei cunicoli che realizzano nei tronchi degli alberi, generalmente nel periodo primaverile-estivo.
  9. Le larve non hanno zampe per mobilitarle. Sono anche bianche , lunghe tra 1,5-4 mm, con un colore bianco caramello.
  10. La polpa è compresa tra 7,5-9,2 mm e agisce liberamente.
  11. Quando la linfa gocciola dai tronchi e si vede segatura sul pavimento dell’albero , questo significa che questi insetti piralide sono più attivi che mai. Inoltre, possono anche costruire un intero sistema di gallerie interconnesse con l’ esterno da un unico foro. Ecco perché a loro piacciono i tronchi d’albero molto grandi.
  12. I maschi sono i costruttori delle gallerie nei tronchi degli alberi, con la peste che inizia i suoi voli a metà ottobre e termina ad aprile. Ma la peste si osserva principalmente tra dicembre e gennaio di ogni anno.
  13. I maschi producono anche fenonomi sessuali per attirare le femmine, continuando a perforare il tronco.
  14. I maschi assolvono anche alla funzione di seminare spore di un fungo che prolifera nelle gallerie e che servirà da cibo per le larve che compariranno dopo la schiusa delle uova.
  15. Le larve vivono così per diversi mesi (fino ad un anno) distribuite in 5 stadi, ma già nell’ultimo periodo iniziano a nutrirsi del legno del tronco, fino a formare una camera verticale per proteggersi nel loro nuovo stadio di pupa.
  16. Ogni galleria può lasciare circa più di 200 adulti.

Quali piante colpisce il Little Drill Killer?

È riconosciuto come un temibile piralide, perché attacca un gran numero di alberi esotici e autoctoni, causando danni speciali alle specie di pioppo.

La sua azione devastatrice è iniziata nel suo territorio d’origine: il Sud America, ma è riuscita a trasferirsi in Europa, dove il suo comportamento ha causato gravi problemi nei frutteti, pini , salici e pioppi.

Invade anche olmi, piante di acacia, eucalipti, frassini , tra le altre specie che si rimpiccioliscono dopo che questo insetto ha scavato profonde gallerie nei tronchi degli alberi.

Come combattere il piccolo piralide?

Esistono diversi protocolli e pratiche comuni che consentono di controllare, ridurre ed eliminare questi insetti quando diventano parassiti che devastano le piantagioni. Vediamo quali sono alcuni.

Controllo con l’ausilio di trappole

Una modalità abbastanza comune, anche se un po’ laboriosa, consiste nel cosiddetto controllo culturale, che altro non è che il posizionamento di trappole di cattura (contenitori) di coleotteri adulti nelle gallerie che occupano all’interno dei tronchi degli alberi, in modo che sono intrappolati e rimangono fino alla fine della loro stagione, che di solito avviene tra i mesi da maggio a giugno.

Le trappole vanno poste preferibilmente nei mesi invernali, quando il volo degli esemplari adulti è già cessato e possono essere catturati e sterminati dopo aver rimosso la trappola dalla galleria interposta.

L’efficacia di queste trappole supera il 50% di probabilità di sterminio. Poiché scavano sempre diverse gallerie interconnesse, ma con un solo foro di uscita, rimarranno intrappolati se quella via di fuga è bloccata.

Un modo molto naturale per combatterli è con l’introduzione nel loro ambiente di due nemici naturali, due predatori infallibili: un nematode o verme piccolo, l’ Heterorhabditis bacteriophora e una vespa parassita delle larve con il nome scientifico Goniozus legneri.

Quali sono i migliori prodotti per sbarazzarsi del serpente a sonagli?

Allo stesso modo, è molto fattibile applicare sostanze chimiche sintetiche in polvere, che devono essere posizionate sul tronco interessato. E l’introduzione di insetticidi direttamente nelle gallerie scavate dalle trivelle.

Nella prima situazione, è stata dimostrata l’efficacia di prodotti applicati su base ricorrente nell’area di intervento del trapano.

Una buona spolverata di tronchi sul legno, con supporto in una soluzione di chlorpyrifos dal 48% allo 0,2% è un buon metodo di disinfestazione, ma si può usare anche Carbaryl, in proporzione di 425 g/100 l. Allo stesso modo, l’applicazione di deltametrina dal 5% allo 0,1% funziona.

Esistono altri prodotti a base di metil azinphos e lambdacialotrina, che sono efficaci utilizzando le proporzioni indicate dal produttore.

In Argentina, Mendoza, hanno raggiunto un’elevata efficienza nello sterminio di questi insetti con l’aiuto del 20% di calce spessa e dell’1-2% di zolfo disciolto, con due applicazioni annuali effettuate sui cosiddetti alberi per ridurre notevolmente i danni.

Infine, le capsule di Acefato possono essere poste nelle gallerie dei tronchi per eliminare tutte le larve e interrompere il processo di sviluppo e moltiplicazione di questa specie.

Ma nei luoghi in cui vengono applicate pratiche biologiche consuete nella gestione della produzione di frutta e verdura, è sempre consigliabile l’uso continuato di prodotti naturali come piretro o ryania.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *