Suggerimenti

Classi vegetali

Immagine: suggerimenti per le risposte

Molte volte è possibile perdersi all’interno dei diversi tipi di piante che esistono sul nostro pianeta. Per questo motivo, in questo articolo di EcologíaVerde, vogliamo mostrarti le divisioni di base che puoi trovare all’interno di questo vasto regno. Diviso in grandi blocchi, spiegheremo le differenze più importanti tra i diversi tipi di piante in modo da poterle riconoscere e classificare senza alcuna difficoltà.

Quali tipi o classi di piante esistono – classificazione di base

Studi recenti sono riusciti a catalogare più di otto milioni e mezzo di specie vegetali. Anche così, ci sono molti tipi di piante che non sono stati ancora completamente scoperti, con le piante marine le più sconosciute.

Ci sono un’ampia varietà di tipi di piante. Alberi, palme, conifere, erbacee, arbusti, muschi, felci, alghe e cactus tra gli altri. Ognuno di loro con le proprie caratteristiche che li rendono specie uniche. E sebbene abbiano in comune il loro sistema di ottenere energia attraverso la fotosintesi, possiamo classificarli in grandi blocchi che li differenziano.

Si possono seguire diversi criteri di classificazione delle piante, come ad esempio:

  • Misurare
  • Riproduzione
  • tempo o durata

Altri possono essere la loro fonte di cibo, la loro posizione e così via.

Classi di piante in base alla loro dimensione

Uno dei modi più comuni per classificare le piante è quello che le ordina per classi di piante in base alla loro dimensione:

erbaceo

In questo gruppo ci sono le piante i cui steli non si conformano come una struttura solida o legnosa. Quindi la sua consistenza è solitamente molto più morbida. Questi possono essere ramificati o non ramificati. Generalmente la loro durata è breve, ma grazie a ciò sono piante con un adattamento al clima superiore. Pertanto, sono i più diffusi sulla superficie del pianeta.

In questo altro articolo di EcologíaVerde parliamo di più piante erbacee, loro caratteristiche ed esempi.

Cespugli o arbusti

Piante dal fusto legnoso la cui altezza non supera il metro. Di solito sono a stelo basso e di solito vivono per diverse stagioni.

Arbusti

Sono piante legnose, generalmente di tipo perenne, che hanno radici multiple ed un’altezza maggiore di quella dei cespugli, arrivando a sfiorare i tre metri di altezza. A differenza degli alberi, gli arbusti si ramificano direttamente dalla base.

Alberi

Infine, ci sono gli alberi che sono le piante più grandi. Questi hanno un tronco legnoso che inizia a ramificarsi ad una certa altezza da terra. La sua altezza media è di circa cinque metri. Sono molto più longevi di altre piante, vivendo per diversi secoli.

Immagine: EduGlogster

Classi di piante in base alla loro riproduzione o se hanno fiori

I fiori sono gli organi riproduttivi delle piante. A seconda che li abbiano o meno, la classificazione delle piante è data in due grandi gruppi:

Piante con riproduzione per spore

Qui si trovano piante briofite e piante pteridofite. Piante più primitive come muschi e felci.

Queste piante primitive dipendono dall’acqua per la loro crescita e riproduzione poiché non hanno steli o radici veri. Per questo vengono fissati al suolo tramite filamenti detti rizoidi, che sono responsabili dell’assorbimento di acqua e sostanze minerali. Di solito vivono in ambienti umidi.

Le spore si trovano in una capsula chiamata sporangio. Quando queste sono mature, le capsule si aprono per disperderle e creare così nuove piante. situato su un filamento. Quando questa capsula si apre, le spore escono e danno origine a nuove piante.

Scopri di più sulle piante senza semi, le loro caratteristiche ed esempi qui.

Piante con riproduzione per seme

Gimnosperme e angiosperme, note anche come piante superiori.

Le angiosperme sono piante che hanno vere radici, steli, foglie, fiori e frutti. Questi si riproducono per semi che si trovano all’interno del frutto.

Le gimnosperme hanno anche vere radici, steli, foglie e fiori, ma nessun frutto. I suoi fiori producono semi, ma questi non sono racchiusi. Di solito si trovano nudi all’interno di un cono o di un ananas.

Immagine: Escuelalabloguera

Classi di piante in base alla loro durata

Per finire, questa è la classificazione delle piante in base alla loro durata:

piante perenni

Sono quelle piante che vivono per più stagioni poiché hanno le risorse per vivere più facilmente e per periodi di tempo più lunghi rispetto alle altre.

piante biennali

Queste piante hanno un periodo di crescita che occupa due stagioni complete. Durante la prima, la pianta raggiunge il suo massimo sviluppo tanto che, durante la seconda, danno fiori e frutti con cui nasce la generazione successiva.

piante annuali

Infine, ci sono piante annuali che hanno una durata di vita che occupa solo una stagione. Queste piante hanno una crescita molto rapida e generalmente germinano e fioriscono durante la primavera in genere. Terminano il loro ciclo tra l’autunno e l’inverno.

Immagine: lettore di diapositive

Se desideri leggere altri articoli simili a Corsi di piante, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.