Suggerimenti

Come allestire un orto urbano ecologico sul tuo terrazzo

Sempre più di noi hanno bisogno di riconnettersi con la natura , che sta diventando sempre più difficile con la crescita dell’ambiente urbano e industriale.

L’ inverdimento delle città e il recupero dell’agricoltura sembrano obiettivi difficili da raggiungere, poiché non si tratta solo di rileggere i cicli della natura e prediligere il consumo di cibo biologico e di stagione, ma di trovare gli spazi dove crescere.

Ma, poco a poco, stiamo trovando alternative e quasi ogni spazio soleggiato, anche piccolo come un terrazzo, patio o balcone, può diventare il nostro orto biologico .

In questo articolo ti diamo alcune importanti linee guida per allestire il tuo orto urbano ecologico o biologico sul tuo terrazzo, ma ti suggeriamo anche di leggere alcuni dei libri sull’orto e sul giardino che ti saranno molto utili.

Non vogliamo che dimentichi che è molto importante registrare tutte le attività che stai svolgendo, ecco perché ti diciamo come puoi creare il tuo taccuino da campo in cui avere tutto ben organizzato in modo che sia più facile per te allestisci e mantieni il tuo piccolo giardino.

Di cosa abbiamo bisogno per allestire un orto urbano ecologico?

Luce solare diretta : Anche poche ore al giorno, è necessario che le piante ottengano energia attraverso la fotosintesi.

Il numero di ore di sole influenzerà la scelta delle colture stagionali. Se non abbiamo molte ore di sole, dovremo accantonare la coltivazione, ad esempio, di melanzane, peperoni e pomodori, ma possiamo optare per varietà meno impegnative come lattuga, barbabietole e cavoli che possono crescere in semi- ombra. Ma se prestiamo attenzione al nostro giardino, possiamo notare nei sintomi di eccesso e difetto di luce nelle piante .

Disponibilità idrica : Dovremo innaffiare le nostre piante più o meno a seconda della quantità di sole a cui sono esposte, delle condizioni climatiche in base alla stagione dell’anno e del fabbisogno idrico di ciascuna pianta.

Basterà un annaffiatoio, ma se c’è un po’ di spazio in più si può pensare a un piccolo impianto di irrigazione a goccia con l’utilizzo dell’acqua piovana, un’opzione molto sostenibile.

Ti consigliamo anche quali semi biologici utilizzare , le migliori fioriere, scatole e tavoli da coltivazione per il tuo giardino e libri essenziali per padroneggiare tutti gli aspetti del giardinaggio biologico .

Che tipo di contenitori o pentole dovrei usare?

I contenitori per piantare ortaggi e piante aromatiche e officinali possono essere molto vari e, in gran parte, dipende dallo spazio che abbiamo. Su un balcone di solito non c’è spazio per un paio di vasi grandi e alcuni più piccoli, considerando che dovremo fare una buona distribuzione dei pesi. Su terrazze, patii e tetti possiamo avere più spazio per grandi vasi da fiori.

Leggi 8 modi per moltiplicare o riprodurre le piante

Possiamo trovare vasi da fiori di diverse dimensioni e materiali. È interessante sapere quali tipi di pentole sono i migliori nel tuo caso.

Esistono anche alternative per sfruttare al meglio lo spazio, come vasi ad angolo, giardini verticali e fioriere sospese , possiamo realizzarle anche riutilizzando contenitori che abbiamo in casa come caraffe o fusti.

Nel caso di terrazzi e balconi non utilizzeremo terriccio ma substrati per vasi , più leggeri e porosi, che facilitano la circolazione dell’aria e la ritenzione idrica, migliorando le possibilità di sviluppo delle radici e della pianta in generale.

I vasi, a differenza del terriccio, hanno alcune limitazioni che ci impediranno di alcune coltivazioni se non utilizziamo i contenitori corretti. Ciò è dovuto principalmente alla profondità ridotta che generalmente hanno i vasi da fiori. Pertanto, è importante tenere presente che per coltivare ortaggi a bulbo, radice o tubero dobbiamo disporre di vasi con una profondità maggiore rispetto a quelli che utilizziamo per la menta piperita, le piante di pomodoro o i cetrioli, che solitamente sono di circa 20 cm.

E per innaffiare i vasi, si consiglia l’irrigazione a goccia , è facile da installare e fa un uso migliore dell’acqua.

Poiché le pentole, a seconda del materiale di cui sono fatte, possono essere più sensibili al caldo e al freddo, è molto utile posizionare un mattone sotto per permettere all’aria di circolare sotto la pentola aiutando a controllare la temperatura.

Ora sì, da seminare sul nostro terrazzo

È importante utilizzare semi biologici e considerare il periodo migliore dell’anno per piantare ciascuno, per questo possiamo consultare il calendario della semina e persino il calendario lunare .

In seguito potremo considerare di ottenere i nostri semi in una selezione delle nostre colture per promuovere lo scambio con altri vicini.

Possiamo realizzare un semenzaio o un semenzaio e successivamente trapiantare le piantine o piantare direttamente nel vaso. Il vantaggio del semenzaio è che possiamo controllarne meglio la crescita, anche spostandolo facilmente per sfruttare al meglio la luce e proteggerlo in caso di vento e di notte all’interno della casa.

In un altro post vi ho già parlato di come preparare piantine o piantine in modo semplice . Possiamo realizzare il semenzaio con diversi contenitori che di solito scartiamo, come vasetti di yogurt, portauova di cartone, tra gli altri. È sufficiente praticare un foro nella parte inferiore e, una volta che la piantina avrà un certo sviluppo, taglieremo il contenitore per far passare più facilmente la pianta con il substrato al contenitore finale.

Leggi I sintomi delle carenze di nutrienti nelle piante e come risolverli .

I semi vanno posti 2 o 3 volte la loro dimensione in profondità, basta fare un piccolo foro con il dito, non troppo profondo, e coprirli con cura e senza premere. La fase di germinazione richiede umidità permanente, quindi dovremo aggiungere con cura acqua più volte al giorno.

Leggi mille articoli 5 errori comuni che commettiamo quando prepariamo le piantine che possono tornare utili.

Alcune specie supportano molto bene il trapianto, altre sono molto sensibili e vanno fatte con molta cura evitando le radici nude.

.

10 ortaggi facili da coltivare se non conosci l’orticoltura

Verdura Stagione Requisiti Contenitore osservazioni
Pomodoro Primavera estate alto Da 16 a 20 litri – necessita di tutor Si semina in semenzaio, molto fragile al gelo, annaffiature abbondanti, si raccoglie staccandolo quando è maturo.
Peperoni Primavera estate alto Da 7 a 10 litri – necessita di tutor Si semina in semenzaio, molto fragile al gelo, i frutti vengono tagliati in modo sfalsato, controllando la maturazione. La pianta può sopravvivere diverse stagioni.
Melanzana Primavera estate alto Da 7 a 10 litri – necessita di tutor Si semina in semenzaio, richiede molto sole, molto sensibile al gelo, le radici si sviluppano orizzontalmente, quindi necessita di un vaso largo.
Lattuga Tutto l’anno, a seconda della varietà. Corto da 4 a 6 litri. Non è piantato in semenzaio, può essere tagliato e lasciato continuare a crescere per un altro raccolto, in modo che formi gemme, dovrà essere legato un paio di giorni prima del raccolto finale.
Spinaci Autunno e primavera Metà da 4 a 6 litri Non si semina in semenzaio, non resiste molto alle alte temperature, si raccoglie prima che spuntino e si può fare foglia per foglia.
Cipolla Tutto l’anno (ne esistono diverse varietà) Corto 4-6 litri, ha radici poco profonde Si semina in semenzaio, è sensibile al gelo, è ideale per le rotazioni poiché contribuisce a migliorare i nutrienti del substrato.
Aglio Tutto l’anno Corto da 4 a 6 litri Non vengono utilizzati semi ma da uno spicchio d’aglio che viene interrato con la punta verso l’alto, è sensibile al calore, si raccoglie quando le foglie si asciugano.
Carota Tutto l’anno Metà da 7 a 10 litri Non vengono piantati nelle piantine, i vasetti generalmente hanno bisogno di essere sciacquati per evitare la concorrenza delle piantine, sono sensibili al freddo estremo e sono pronti per essere raccolti in circa 100 giorni.
Porro Primavera estate Metà da 4 a 6 litri Sono seminati in piantine, sono sensibili al gelo.
Zucchine Primavera estate alto da 7 a 10 litri – necessita di tutor Sono seminati in piantine, hanno bisogno di molta acqua, vengono raccolti gradualmente.
bietola Primavera Metà da 4 a 6 litri Non si seminano in semenzaio, gela ma germoglia di nuovo la stagione successiva, le foglie si raccolgono gradualmente.

Nel giardino, anche se urbano e piccolo, la diversità è importante. Oltre alle verdure, si consiglia vivamente di utilizzare piante aromatiche che fungono da repellenti naturali per i parassiti , oltre a regalarci un’esperienza sensoriale più soddisfacente.

Altro fattore importante è la successione e i cicli colturali , che conserviamo abbinando colture a ciclo lungo (come il pomodoro) con colture a ciclo medio (come la lattuga) e colture a ciclo breve (come il ravanello). In questo modo ottimizziamo lo spazio ed evitiamo la competizione per le risorse (principalmente luce).

Una volta raccolto, non potremo riseminare lo stesso raccolto nel contenitore. La prima pianta avrà esaurito i nutrienti specifici per quella varietà, quindi è meglio alternare una coltura più o meno impegnativa a seconda della precedente.

5 piante aromatiche che puoi coltivare

Il vantaggio di quelli aromatici è che respingono gli insetti che possono essere parassiti e attirano gli insetti impollinatori dal giardino e conferiscono un aroma speciale al giardino, ma possiamo anche sfruttarli nelle ricette di cucina .

  • La menta piperita , respinge le formiche, le pulci di terra e il cavolo cappuccio bianco, è molto invasiva quindi sarà meglio evitare di piantarla in vasi condivisi.
  • Timo , respinge il bruco del cavolo, ha bisogno di molto sole, cresce molto bene in vaso e non necessita di compost.
  • Il basilico , respinge mosche e afidi, è molto fragile alle temperature ma molto facile da coltivare.
  • Il rosmarino è molto facile da coltivare durante tutto l’anno.
  • Salvia , respinge aleurodidi, lumache, tarme del cavolo e mosche delle carote, non è impegnativo, durante l’inverno è conveniente averli coperti.

La vendemmia è il momento più atteso del raccolto. Con l’esercizio dell’orto in casa ci sarà più facile capire i tempi della natura. I frutti vengono raccolti maturi, noterete la differenza sia nel gusto e nell’aroma che nella consistenza.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *