Suggerimenti

Come avere una dieta più sostenibile?

Dieta Dukan, diete per perdere peso, dieta ananas, dieta dissociata, dieta alcalina, dieta mediterranea, dieta a punti, dieta purificante, diete per perdere peso, diete per perdere peso velocemente, dieta paleo, dieta vegana

Sicuramente li conosci tutti perché ne hai sentito parlare o potresti anche averli fatti. Ma quello che potresti non conoscere è la dieta sostenibile. I nostri modelli alimentari possono contribuire a ridurre il cambiamento climatico, sai come viene prodotto e da dove proviene il cibo che metti nel carrello e sulla tavola

Che cos’è una dieta sostenibile?

Il consumo di cibo ha un impatto ambientale. La FAO stima che entro il 2050 ci saranno più di 9.000 milioni di persone che vivranno sul pianeta. La necessità di scommettere su metodi di produzione e distribuzione alimentare sostenibili è evidente, perché non possiamo continuare a degradare il pianeta come abbiamo fatto fino ad ora.

Da un lato, dobbiamo sostenere la produzione alimentare sostenibile attraverso l’agroecologia e l’agricoltura biologica per combattere il cambiamento climatico.

D’altra parte, è importante che scegliamo modelli alimentari sostenibili e coerenti, che evitiamo pratiche dannose come il consumismo o il buttare via il cibo che acquistiamo (male).

Una dieta sostenibile è quella che riduce l’impatto negativo sull’ambiente. I consigli per una dieta sostenibile includono basare la maggior parte della dieta su frutta e verdura biologica di produzione locale e ridurre il consumo di prodotti trasformati.

Una dieta sostenibile deve essere rispettosa della biodiversità e dell’ambiente, accessibile alla popolazione, sana e nutrizionalmente adeguata.

Il passaggio a una dieta sostenibile è necessario per avere una salute migliore come individui e per proteggere le risorse naturali della Terra.

Come avere una dieta più sostenibile

Mangia più verdure biologiche e locali . Sono alimenti a basso impatto ambientale, contribuiscono pochissimo all’emissione di gas serra e sono anche più salutari per te.

Pianifica di non buttare via il cibo . Fino al 30% del cibo che acquistiamo finisce nella spazzatura. Se pianifichi i menu settimanali puoi adattare il tuo acquisto al cibo di cui avrai bisogno e quindi ridurre al minimo il cibo che butti via.

Mangia meno prodotti trasformati . Oltre ad essere prodotti con metodi intensivi che si basano sull’utilizzo di energia fossile, trasportano plastica, vaschette, involucri, ecc. realizzati con materiali non biodegradabili e ricchi anche di grassi idrogenati, zuccheri e sale.

Mangia meno carne e latticini . Sono necessarie molte più risorse naturali per produrre alimenti di origine animale rispetto a quelli di origine vegetale. L’allevamento è l’attività che contribuisce maggiormente al cambiamento climatico, ancor più dei trasporti. Riduci il consumo e assicurati che la carne sia una guarnizione anziché il pezzo principale del piatto. Puoi trovare ottime fonti di proteine ​​vegetali principalmente nei legumi (ceci, piselli o piselli, lenticchie, arachidi, fave, fagioli o fagioli, ecc.) e nella frutta secca.

Acquista biologico, locale e stagionale . Questo riduce al minimo l’impronta di carbonio del cibo. Ricorda che se un prodotto è sospettosamente economico può essere perché è stato prodotto nell’altra parte del mondo in condizioni di lavoro molto precarie, senza tener conto della cura dell’ambiente e della sicurezza alimentare. Acquistando biologico, locale e stagionale interrompi questo ciclo dannoso, migliori la tua salute, proteggi l’ambiente rurale e l’economia della tua zona. Inoltre, i cibi sotto questi tre pilastri sono più nutrienti e gustosi, quindi la tua salute e il tuo palato li apprezzeranno.

È possibile trasportare modelli alimentari che ci forniscano tutti i nutrienti necessari e che allo stesso tempo siano sostenibili per l’ambiente.

Una dieta più sostenibile aiuterà a conservare e rigenerare le risorse naturali, ridurre le emissioni di gas serra e migliorare la tua salute generale. Abbiamo solo questo Pianeta e la nostra salute dipende direttamente dalla salute della Terra, non possiamo vivere bene in un ambiente malato.

Milioni di persone impegnate che compiono piccoli gesti quotidiani possono generare grandi cambiamenti positivi.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *