Suggerimenti

Come coltivare l’alloro nel tuo frutteto o giardino

Coltivare l’alloro nell’orto, in giardino o in vaso è un ottimo modo per arricchire la sua biodiversità e sfruttare gli usi culinari e medicinali di questa pianta aromatica. Molte erano le culture antiche che apprezzavano le proprietà medicinali dell’alloro.

L’alloro è una pianta arbustiva che cresce spontaneamente nei paesi dell’area mediterranea. Questa pianta appartiene alla famiglia botanica delle Lauraceae e il suo nome latino è Laurus nobilis . È una pianta perenne, dal fusto sottile con corteccia scura e molto frondosa. Le foglie, la parte utilizzata per scopi medicinali e culinari, sono molto aromatiche, ovali, strette e di colore verde scuro.

L’alloro viene coltivato anche come arbusto ornamentale e possiamo piantarlo sia direttamente a terra in giardini, parchi e frutteti che in vaso su terrazzi, patii, ecc.

Leggi altri articoli sull’orto biologico

Come coltivare l’alloro nell’orto o nel giardino

Semina e moltiplicazione dell’alloro

Possiamo iniziare a coltivare l’alloro seminando i semi nelle piantine o per semina diretta, possiamo anche fare talee di piante adulte o moltiplicarlo per i polloni che germogliano intorno alla pianta madre. I semi devono essere conservati con umidità costante ea temperature comprese tra 20 e 23 ºC affinché possano germogliare.

substrato

Sia che tu abbia intenzione di coltivare l’alloro direttamente nel terreno o se lo fai in vaso, questa pianta ha bisogno di terreni profondi, con un buon drenaggio e con un buon apporto di sostanza organica. Per la coltivazione in vaso dobbiamo utilizzare un vaso con una profondità minima di 50 cm e un diametro di 60.

Tempo metereologico

Prediligono il clima mediterraneo, anche se possono sopportare brevi periodi di freddo con temperature inferiori a 0ºC.

Leggero

L’alloro non è una coltura impegnativa in questo senso, può essere coltivato sia in pieno sole che in mezz’ombra. Ovviamente, evita di posizionarlo in una zona con venti costanti o forti perché può essere sensibile a loro.

Irrigazione di alloro

Necessita di annaffiature regolari, senza abusare della quantità d’acqua. Non dovremmo annaffiare abbondantemente perché all’alloro non piace l’acqua in eccesso. Se metti molto meglio l’irrigazione a goccia, l’acqua viene dosata, la pianta ha un apporto adeguato e non sprechiamo questo bene prezioso.

Potatura dell’alloro

Per favorire la salute generale della pianta si pota generalmente una volta all’anno, preferibilmente in inverno. Sempre con forbici molto pulite, rimuoveremo foglie e rami vecchi o danneggiati.

Parassiti e malattie dell’alloro

Le malattie più comuni sono i funghi (dovuti all’irrigazione eccessiva) e gli acari come acari, cocciniglie e afidi da parassiti.

Raccolto

Dopo che il nostro albero di alloro ha compiuto un anno, in qualsiasi momento possiamo prendere le foglie di cui abbiamo bisogno.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *