Suggerimenti

Come piantare fagioli nel tuo giardino: guida completa in [12 passaggi]

Conosci Pitagora ?

Sì, il famoso matematico greco . Lo stesso del teorema di Pitagora.

Ebbene, a questo genio non piacevano per niente i fagioli ! Disse che i fagioli assomigliavano alle parti intime femminili e alle porte dell’Ade .

Incredibile che una persona così intelligente possa credere a una cosa del genere . Ma ciò che è chiaro è che in questo caso Pitagora si sbagliava.  

Perché? Perché i fagioli sono un alimento eccellente . Tremendamente nutriente . Veramente.

Se sei arrivato fino a questo punto, probabilmente sei interessato a imparare come piantare i fagioli . Bene, nel seguente articolo descriveremo passo dopo passo ciò di cui hai bisogno per avere successo .

Dai un’occhiata qui sotto e unisciti a me

Come piantare i fagioli passo dopo passo:
  • Quando? Generalmente nel tardo autunno. In climi molto freddi in tarda primavera .
  • Dove? In un luogo che riceve molta luce solare. Il numero massimo di ore giornaliere.
  • Tempo di raccolta? Possono essere raccolte tra 90-120 giorni dalla semina.
  • Come prepariamo il terreno? Terreni soffici, profondi e sciolti (motozappa). Ricco di sostanza organica e  il pH ottimale è compreso tra 7,3 e 8,2.
  • Come paghiamo? Humus di vermi e materia organica altamente decomposta, come letame o compost organico .
  • Come innaffiamo? Ideale, con irrigazione a goccia.
  • Quanto spesso annaffiamo? Le fave richiedono molta acqua. Quindi annaffieremo ogni 2-3 giorni per circa 30 minuti. In caso di pioggia distanziamo le irrigazioni.
  • Come seminiamo? Introdurre il seme nel terreno, ad una profondità massima di 6cm. La parte nera del seme che colpisce il suolo.
  • Come raccogliamo? Il momento per raccoglierli teneri è quando i baccelli ingialliscono.
  • Associazioni favorevoli? Patate , spinaci , rosmarino lattuga . Altri legumi ed erbe.
  • Associazioni NON favorevoli? Aglio , cipolla , porro , asparagi o aloe vera .
  • Piaghe e malattie? Afidi, tripidi , peronospora , ruggine , brotite , sitona .

li fagioli, Vicia faba , sono legumi che ci forniscono molti benefici nutrizionali .

Originarie del Medio Oriente, le fave sono consumate da migliaia di anni nei paesi mediterranei e la loro coltivazione si è diffusa nei climi caldi di tutto il mondo .

Possono essere coltivate in una varietà di climi e richiedono poche cure , il che le rende un’ottima alternativa per la coltivazione nel nostro giardino .

Quali sono i principali vantaggi dei fagioli?

Le fave sono ricche di proteine ​​e ferro . Contengono inoltre vitamina C e forniscono un elevato carico di carboidrati , fibre, cellulosa, potassio , sodio, fosforo e magnesio.

  • Avere indice glicemico basso , è altamente consigliato per le persone con diabete o che devono prendersi cura dei propri livelli di zucchero nel sangue.
  • Hanno azione diuretica e depurativa .
  • Il loro contenuto di potassio li rende indicati per le persone con ipertensione , cattiva circolazione sanguigna o che soffrono di ritenzione di liquidi.
  • Il fosforo che forniscono aiuta a mantenere il cervello sano.
  • Forniscono anche una maggiore resistenza fisica , oltre che nella pelle, nei denti e nelle ossa.

Quali varietà di fave esistono?

Le varietà di fagioli più coltivate sono:

  •  Aguadulce o Sevillana : È una varietà precoce, con grandi baccelli, lunghi fino a 30 cm. Il suo ciclo è di circa 200 giorni. Questa varietà è ideale per la semina in inverno o nel tardo autunno .
  •  Granatina : da consumare in verde o in grani. I suoi semi sono piuttosto grandi e di colore chiaro. È la varietà che resiste meglio al freddo.
  •  Sutton : cresce fino a soli 30 cm di altezza, il che lo rende una scelta eccellente per piccoli giardini e spazi ristretti.
  •  Mahon bianco e viola : è una varietà molto resistente alla siccità, ma molto sensibile al freddo. Le piante raggiungono fino a un metro e mezzo di altezza. 
  •  Longpod verde imperiale : produce baccelli lunghi 38 cm con diversi grani ciascuno.
  •  Sibarite rossa : produce chicchi di colore rosso brillante.
  •  Muchamiel : di Alicante, è la varietà più coltivata nell’area mediterranea. È una varietà precoce, con piante alte e baccelli tra i 15 ei 20 cm. Il suo ciclo vegetativo varia tra 190 e 200 giorni.
  •  Stero : è una varietà di piante compatte che producono molto. I fagioli che producono sono così dolci che possono essere mangiati crudi.[/ Su_list]

Per saperne di più, leggi: Varietà di fagioli .

Lo sapevate…
Un modo per ammorbidire il loro sapore è farli bollire insieme all’alloro , alla menta oa qualsiasi altra erba aromatica .

Di cosa abbiamo bisogno per piantare i fagioli?

Quando iniziamo?

Semina: L’epoca della semina è legata al clima e si effettua generalmente nel tardo autunno .

Poiché la coltura predilige temperature temperato-calde uniformi , in climi molto freddi è preferibile seminare fino alla primavera.

Raccolta: a seconda della varietà, puoi raccoglierli circa 90 giorni dopo la semina.

Che temperatura e luminosità richiedono?

Le fave richiedono a buona esposizione al sole  in modo che si formino bene.

Se si pongono le piante in mezz’ombra , questo potrebbe causare la caduta delle foglie e alcune carenze nel loro sviluppo.

Le fave non sono esigenti in termini di temperatura , tuttavia, come abbiamo già detto, preferiscono temperature temperate calde uniformi e climi marittimi migliori di quelli continentali .

In linea di massima, i fagioli necessitano di una temperatura media di 16ºC , anche se tollerano bene il gelo.

Come un fatto importante, i semi non germinano sopra 20 ° C e, durante il periodo tra la fioritura e l’impostazione dei baccelli, è necessario garantire che la temperatura non superi i 30 ° C , in quanto ciò potrebbe causare malformazioni e aborti. In baccelli immaturi.

Raccomandazioni:
  • Posiziona le tue piante di fagioli in una zona con una buona esposizione al sole .
  • Prova a seminare in luoghi soleggiati .
Lo sapevate…
Attualmente in Italia si consumano dolci a forma di fagiolo nel giorno dei morti

Umidità e rischi

Fave  sono molto sensibili alla mancanza d’acqua , soprattutto durante la fioritura e il riempimento dei baccelli .

L’ideale è un terreno con irrigazione costante , ma senza produrre pozzanghere . Durante le prime fasi, se la pianta soffre di mancanza d’acqua, ciò si rifletterà in una riduzione del raccolto.

L’eccessiva umidità può causare funghi e malattie . Inoltre, gli steli marciscono molto facilmente.

In media, nelle nostre aree irrigue, sono necessarie dalle sei alle otto irrigazioni primaverili , con un volume di circa 500 metri cubi per ettaro e irrigazioni.

Richiedono terreni ben drenati e un abbondante flusso irriguo (700 mm/anno).

Raccomandazioni:
  • Di preferenza faccio l’irrigazione a goccia per regolare il flusso dell’acqua. Ciò mantiene anche il fogliame asciutto e previene la comparsa di funghi.
  • Inumidendo il terreno prima della semina dei fagioli , si riduce il rischio di espellere i semi per effetto della forza dell’acqua.
  • Innaffia preferibilmente il terreno per prima cosa al mattino o alla sera ed evita di annaffiare eccessivamente.
  • Se hai piantato i fagioli in autunno inoltrato , una volta che i fagioli si sono schiusi non è più necessario annaffiare a meno che il terreno non sia manifestamente asciutto.
Lo sapevate…
Nel Medioevo venivano mangiati solo dalle classi inferiori e veniva utilizzato nell’alimentazione degli animali .

Il substrato e le sostanze nutritive: come prepariamo il terreno per piantare i fagioli?

Poiché i legumi sono autofecondanti, non sono impegnativi per il terreno e possono prosperare in una moltitudine di condizioni.

Predilige comunque terreni sciolti e soffici , argillosi o calcarei argillosi, e molto ricchi di sostanza organica . Preferibilmente profondo e fresco.

È relativamente tollerante alla salinità ed è danneggiato da suoli umidi scarsamente drenati .

 Il pH ottimale è compreso tra 7,3 e 8,2. 

Nessuna necessità uno overfertilisation come questa pianta fissa l’ azoto dell’aria e risponde bene agli abbonati fosforo e potassio durante la fioritura e fruttificazione.

Se ne hai voglia, puoi aiutare la pianta a trasformare l’azoto , usando il rizobio . Questo batterio instaura un rapporto simbiotico favorevole per le radici della pianta di fava . Puoi trovarlo facilmente in qualsiasi negozio di giardinaggio .

È importante considerare che le fave hanno bisogno di un certo contenuto di calcare nel terreno per prosperare. Inoltre, è anche essenziale che non vi siano precedenti coltivazioni di nessun altro legume.

Si consiglia di concimare il terreno qualche mese prima della coltivazione per favorire la crescita. Aggiungi il vermicompost per aumentare la fertilità del suolo.

Come e con che frequenza annaffiamo?

Raccomandazioni:
  • Usando l’ humus di lombrico favorirai anche il buon drenaggio della terra.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *