Suggerimenti

Come piantare il coriandolo e coltivarlo

Il coriandolo, con il nome scientifico Coriandrum sativum e noto anche come coriandolo, prezzemolo cinese o dania, è una pianta originaria delle regioni dell’Europa meridionale e dell’Africa settentrionale.

È un’erba annuale alta tra i 40 ei 60 cm, tipica dei climi temperati. Essendo una coltura poco impegnativa, il suo uso è molto diffuso ed è molto apprezzato per le sue proprietà culinarie, aromatiche e persino medicinali.

Se vuoi sapere come piantare il coriandolo e coltivarlo in casa, unisciti a noi in questo articolo di EcologíaVerde.

Proprietà del coriandolo per la salute e gli usi

I frutti di coriandolo sono ampiamente utilizzati nella cucina di molti paesi e le foglie vengono utilizzate nella preparazione di chutney, salsa verde e guacamole, oltre che in molte altre ricette.

Tuttavia, il coriandolo si distingue anche per le sue comprovate proprietà medicinali. Entrano le proprietà del coriandolo per la salute e i suoi usi.Si distingue per essere una pianta dalle proprietà digestive, stimolanti, battericide e antispasmodiche. Inoltre, il suo effetto battericida lo rende utile per combattere i problemi di alitosi se le sue foglie vengono masticate, e il succo delle parti molli della pianta può essere utilizzato come deodorante naturale per il corpo.

Il tè al coriandolo aiuta a ridurre i livelli di colesterolo e il succo di coriandolo può essere applicato sulle ferite per i suoi effetti battericidi e antinfiammatori.

La medicina tradizionale ne attribuisce anche l’uso come afrodisiaco e, infatti, se ne parla ne Le mille e una notte.

Come piantare il coriandolo passo dopo passo

Quando si tratta di seminare il coriandolo, lo si può fare direttamente all’aperto, ma trattandosi di una pianta che non sopporta il gelo o il caldo molto intenso, si consiglia di seminarlo all’interno in vaso se non si è sicuri che il clima sia adatto..

Per scegliere il momento di piantare il coriandolo, all’aperto si consiglia di seminare in primavera per climi temperati, e in autunno in climi molto caldi. All’interno, puoi piantare in qualsiasi momento dell’anno se metti il ​​vaso nel posto giusto.

  1. Preparare una pentola con substrato generico e profonda circa 25 cm. L’importante è che il mix abbia un buon drenaggio e puoi aggiungere del fertilizzante se vuoi assicurarti che i tuoi semi di coriandolo crescano bene. Inumidire il terreno con acqua in modo che non si crei pozzanghera, e far cadere i semi, spargendoli delicatamente, quindi coprirli con qualche millimetro in più di substrato.
  2. Posiziona il vaso in una zona luminosa, dove riceve una buona quantità di luce naturale. Se vivi in ​​un clima molto caldo, tienilo lontano dalle finestre nelle ore più calde, ma lascia che riceva il sole il resto del tempo. Mantieni umido anche il terreno, ma sempre senza esagerare e spruzzando delicatamente l’acqua per non disturbare i semi o le piantine. In una decina di giorni i tuoi semi dovrebbero essere germogliati.
  3. Continua a mantenere un’irrigazione adeguata e fornisci alla pianta una luce solare sufficiente. Il processo di coltivazione del coriandolo non è complicato o richiede molte cure aggiuntive, quindi non dovrebbe passare molto tempo prima che tu abbia presto le tue piante, che puoi raccogliere per consumarti in molte diverse forme possibili.

Come coltivare il coriandolo – guida

Il coriandolo è una pianta annuale, quindi la sua crescita è veloce e una volta raccolto non resta che preparare la prossima semina. Per questo motivo, non richiede grandi cure o dettagli di cui tenere conto. Nonostante questo, vi lasciamo qui un promemoria dei punti più importanti da ricordare su come coltivare il coriandolo in casa:

Luce

Il coriandolo richiede molta luce naturale. Se vivi in ​​una zona temperata, puoi esporla alla luce solare diretta per tutto il giorno senza alcun problema. Nei climi più caldi o tropicali, tuttavia, non dovresti esporlo alle ore più rigide e calde.

irrigazione di coriandolo

Questa pianta apprezza il terreno umido, ma il ristagno d’acqua la farà ammalare o subire attacchi. Innaffia sempre spruzzando l’acqua sul terreno e non lasciare che la pozzanghera del substrato. Se la pianta ha un piattino sotto il vaso, rimuovi l’acqua in eccesso dopo l’irrigazione.

Passaggio

Puoi concimare il tuo coriandolo con il letame, ma evita l’azoto o i fertilizzanti in esso ricchi, come il letame di pollo o il guano, che saranno dannosi. Scopri di più su Cos’è il fertilizzante organico, tipi, vantaggi e come farlo.

Trapianto

È possibile piantare il coriandolo in un vaso al chiuso e trapiantarlo successivamente in giardino, ma è una pratica che alcuni sconsigliano. Essendo una piccola pianta annuale, evitate di trapiantare se non necessario.

Se desideri leggere altri articoli simili a Come piantare e coltivare il coriandolo, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.