Suggerimenti

Come rendere la vostra casa della giusta dimensione

Molti nuovi proprietari commettono due grossi errori all’inizio. Lo so… perché li ho fatti entrambi! Lo sono:

  1. Assumere troppo ed essere sopraffatti.
  2. Prendendo molto poco e perdendo tempo.
  3. Se consultate su internet e leggete i messaggi dei coloni esperti, troverete molte varianti su questi due argomenti. Questo perché le persone che sembrano avere il coraggio di iniziare a coltivare una casa sono spesso grandi sognatori o esecutori.

    Purtroppo, entrambi questi tipi di personalità tendono a rendere la casa più difficile di quanto dovrebbe essere. Un’agricoltura efficiente richiede un equilibrio tra sonno e azione. Richiede anche una grande conoscenza di sé.


    Sognatori e Creatori

    I sognatori tendono ad avere molte grandi idee e interessi. Le loro carte di interesse stanno per esplodere con tutte le cose che un giorno vorranno fare. Alcuni sognatori, infatti, hanno così tante idee che spesso portano all’inazione. È impossibile decidere da dove iniziare o quale sia l’approccio migliore. Di conseguenza, non si fa nulla.

    Le persone tendono a tuffarsi prima di scoprire cosa si aspettano dalla loro esperienza in fattoria. Un creatore chiederà 50 polli da carne o centinaia di euro in piante prima di costruire il suo pollaio o di preparare il suo giardino. Poi, quando arrivano le consegne, si affrettano a trovare la soluzione che darà loro i risultati più rapidi.

    Conosco bene questi tipi di personalità perché mi capita di essere entrambi in momenti diversi. A volte sono impulsivo e mi tuffo nell’azione senza pianificazione. Altre volte mi perdo così tanto nelle grandi idee che non riesco a trovare la strada per entrare in azione. Ho imparato attraverso molti fallimenti che nessuna di queste tendenze porta ai migliori risultati in casa.


    Tenete sotto controllo le vostre tendenze naturali

    Il primo trucco per evitare questi due problemi e la giusta dimensione per la vostra casa è quello di contrastare una di queste due tendenze verso cui vi state orientando. Per fare questo, iniziate a valutare cosa volete realizzare con la vostra casa.


    Quanto vuoi essere autosufficiente?

    La maggior parte di noi dice di voler avere una casa per essere più indipendenti. Le definizioni di cosa significhi autosufficienza variano notevolmente. Ecco alcuni esempi per aiutarvi a determinare la vostra autosufficienza.

    – Abbastanza autonomo

    Alcune persone vogliono coltivare il proprio cibo, ma si accontentano di farlo utilizzando fertilizzanti acquistati in negozio e compost prodotto fuori casa. Alcuni vogliono allevare i polli usando gli avanzi della cucina e il cibo insaccato.

    – Totalmente autosufficiente negli alimenti

    Altri vogliono coltivare tutti i loro alimenti usando i propri emendamenti e producendo i propri fertilizzanti. Vogliono allevare i loro polli utilizzando i cereali che hanno coltivato, gli insetti che hanno allevato e gli scarti della loro stessa lavorazione della carne.

    – Autosufficienza fuori rete

    In secondo luogo, dobbiamo anche pensare a tutti i diversi settori dell’autosufficienza. Molte persone associano l’autosufficienza alla coltivazione del cibo. Tuttavia, se si pensa di tagliarsi fuori dalla rete, di fornire la propria energia, i materiali da costruzione, l’acqua, le cure mediche, ecc, questo è un livello di autosufficienza completamente diverso rispetto alla semplice coltivazione di cibo.


    Consolidare i vostri obiettivi

    Versatevi una tazza della vostra bevanda calda preferita e fate una lista di quello che vi aspettate dalla fattoria. Una volta fatta la lista, lasciatela riposare per qualche giorno. Poi guardate di nuovo per assicurarvi che sia completo.


    Classifica la tua lista in ordine di priorità

    Una volta soddisfatti della vostra lista, contate il numero di cose su di essa. Prendete il vostro totale e dividetelo per cinque, se avete 20 cose sulla vostra lista, 20 5 = 4. La tua risposta è il numero di cose sulla tua lista che accadono al

    Ci sono molti fattori che influiscono su quanto tempo ci vorrà per passare attraverso la lista e arrivare alla casa dei tuoi sogni. Tuttavia, dando priorità ai vostri compiti più importanti e affrontandoli per primi, farete progressi tangibili il prima possibile.

    Inoltre, molti agricoltori concordano sul fatto che ci vogliono circa cinque anni per portare la casa dove la si vuole. Quindi ha molto senso iniziare con un piano quinquennale.

    La cosa importante è che ora avete uno strumento per tenervi sulla buona strada. In questo modo, è meno probabile che vi lasciate trascinare da troppi presupposti o che vi lasciate talmente sopraffare dalle scelte da non agire.


    Scopri “Come”

    Ora che avete una lista su cui lavorare, dovete compilare i dettagli. Ci sono molti modi per allevare i polli, coltivare un giardino o uscire di scena. Prima di iniziare a lavorare sulla lista, prendetevi un po’ di tempo per scoprire come pensate di realizzare le voci prioritarie della vostra lista.

    Iniziare con i punti di priorità

    Quando fate i vostri piani, tenete a mente anche questi consigli.


    Consiglio 1: Concedetevi del tempo

    Supponiamo che ogni progetto duri il doppio del tempo che ci si aspettava. Sono sicuro che ci sono cose a cui non avete pensato, sfide inaspettate, ritardi causati da altri, ecc. Datevi un ragionevole lasso di tempo per lavorare.


    Suggerimento 2: aumentare le dimensioni dell’infrastruttura

    Se ha senso, aumentate le dimensioni della vostra infrastruttura. Quasi tutti quelli che conosco che iniziano con una piccola cooperativa, alla fine passano a una più grande. Le stalle a parete verticale sono più facili da pulire rispetto alle stalle di dimensioni normali.

    Anche se all’inizio si inizia con un piccolo giardino, pianificare lo spazio per ampliarlo man mano che le capacità e i metodi di fertilità si sviluppano. Una volta acquisita la padronanza del giardinaggio, l’aggiunta di altro spazio richiederà solo pochi minuti in più. Più spazio in giardino significa più varietà e la varietà è la spezia della vita in casa!

    Si noti che questo ovviamente non si applica a cose come la costruzione di una piccola casa o di un appartamento. Ma non ho mai sentito di un allevatore di capre che vuole meno spazio nel fienile quando arriva la consegna del fieno invernale, o quando nascono nuovi figli. Nella mia esperienza, i piccoli fienili sono rapidamente superati.


    Consiglio 3: provare prima di acquistare

    Se non sei sicuro di voler fare qualcosa, prova prima di tutto. Prendere in mano la routine di mungitura di un amico per una settimana o aiutare a macellare un maiale. Sedetevi con qualche pollo o offritevi di lavorare la compostiera del vicino. Questi sono buoni modi per stare fuori dai guai fino a quando non sei sicuro che ti piace qualcosa.


    Consiglio 4: Più è meno

    Di più non è sempre meglio. Spesso, più finisce per essere meno, il che significa meno tempo, meno soldi e meno felicità per voi se lavorate più del necessario.

    Più i contadini si iscrivono al club, più diminuiscono le opportunità di fare soldi con i loro integratori. Per esempio, nella mia zona i mercati sono saturi di uova biologiche. Ci sono tanti venditori di fiori quanti sono quelli di verdura, perché si dice che ci sia una carenza.

    Dovreste preoccuparvi prima di tutto di soddisfare le vostre esigenze. Poi, se avete seguito il mio consiglio nel Suggerimento 2, potete sempre aggiungere del tempo extra una volta che sapete che c’è una reale richiesta e che ne vale la pena.


    Consiglio 5: non sprecare, non volere

    Un altro problema del “più di tutto” è che significa sempre più lavoro. Più pomodori significa più conserve. Più cavolo significa più lavorazione del cavolo. Invece di aumentare la produzione, migliora il consumo utilizzando meno.

    I rifiuti sono ormai diffusi nella nostra vita. Stiamo gettando via cibo, vestiti, spazzatura e molto altro a un ritmo senza precedenti. Se cercate di coltivare la vostra casa fornendo tutto quello che comprate attualmente al supermercato – non ci riuscirete.

    Al contrario, riduce gli sprechi e fornisce solo ciò di cui si ha bisogno, non ciò che si è abituati ad avere.


    Conclusione

    L’agricoltura è un bene per la casa, un bene per il pianeta e un bene per l’anima. Quindi tutti noi che lo facciamo vogliamo che gli altri facciano meglio di noi. Ecco perché condividiamo i nostri consigli e la nostra esperienza. Quindi fidatevi di me.

    Invece di fare “troppo, troppo veloce” o “non abbastanza, non abbastanza veloce”, scegliete la cosa giusta, proprio ora, e la giusta dimensione della vostra casa. Con una buona pianificazione, priorità e ragionevoli aspettative su ciò che potete fare sulla base dei vostri sogni e delle vostre realtà, potete fare dei veri progressi ora.

    Bentornati a casa!

    P.S. Per tutti i coloni esperti che leggono questo, non è mai troppo tardi per fare una lista. A volte ci perdiamo così tanto in azione che ci dimentichiamo di pianificare i nostri miglioramenti e le nostre priorità. (Almeno so di esserlo!)

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *