Suggerimenti

Concimazione delle piante

Per nutrire le piante apportiamo materia organica alla terra. Ma se il terreno è molto impoverito o se le piante che coltiviamo richiedono molto fertilizzante, possiamo aggiungere anche fertilizzanti organici fatti in casa per fornire tutti i nutrienti di cui le nostre colture hanno bisogno ed evitare malattie e problemi di sviluppo causati da carenze.

I fertilizzanti organici liquidi rilasciano progressivamente i loro nutrienti quando entrano in contatto con i microrganismi che vivono nel terreno. Così otteniamo piante più resistenti e forti contro l’attacco dei parassiti e questo ci darà raccolti migliori.

Per gli orti urbani, i fertilizzanti organici sono una buona opzione, poiché le colture in vaso tendono a soffrire di maggiori carenze di nutrienti a causa della mancanza di materia organica.

Se il terreno in cui andremo a coltivare potrebbe avere delle carenze, prima di seminare o trapiantare aggiungeremo concime organico per due settimane. Così i nutrienti vengono rilasciati lentamente e saranno biodisponibili per quando semineremo o trapiantiamo le piantine. Soprattutto se coltiveremo cavoli, pomodori, melanzane, mais, zucca o zucca, porri, patate, patate dolci, sedano, barbabietole, meloni o angurie perché queste verdure richiedono un grande apporto di sostanze nutritive.

Per quanto riguarda le quantità di fertilizzante necessarie, si farà una stima in base al tipo di pianta, alla fase del suo ciclo di vita in cui si trova, se il terreno è povero o ricco di sostanza organica, cosa abbiamo coltivato prima in quello spazio di il frutteto (rotazioni colturali), ecc.

Ma se sappiamo che la terra, in linea di principio, non dovrebbe avere carenze minerali, aspetteremo di vedere se le piante mostrano qualche tipo di campione di carenze nutritive, se vediamo che non crescono bene e sono deboli.

E se dobbiamo applicare fertilizzanti possiamo farlo in diversi modi. Uno di questi è applicarlo direttamente al terreno, un altro modo è fertilizzare mediante alimentazione fogliare . Questo tipo di fertilizzante si applica spruzzando bene le foglie fino a quando non sono completamente inzuppate. Si beve nel tardo pomeriggio d’estate o al mattino d’inverno. Questo è un modo rapido per fornire nutrienti e dovremo farlo più volte fino a quando la carenza non sarà risolta, ovviamente, tieni presente che i risultati saranno per poco tempo, quindi dobbiamo applicare anche materia organica. Un esempio di fertilizzante fogliare potrebbe essere l’alga. Le alghe possono essere un rimedio di emergenza per le carenze nutrizionali.

Come fare un fertilizzante organico

Lasciamo macerare 1 kg di pianta di ortica (viene utilizzata tutta la pianta tranne le radici) in 10 litri di acqua (idealmente pioggia) per 48 ore. Quindi coliamo e diluiamo un litro di questo macerato in 10 litri d’acqua e ne spruzziamo sulle foglie e sul terreno. Questo fertilizzante all’ortica combatte le carenze di ferro, azoto e magnesiola, rinforza la pianta, stimola la vita microbica del terreno, ne migliora la salute generale e respinge i parassiti.

Si può anche fare lo stesso ma usando la Camomilla per migliorare la resistenza della pianta a parassiti e malattie, inclusa la muffa. La Bardana fornisce potassio, combatte i funghi e stimola la crescita delle colture, il tarassaco fornisce calcio, fosforo, potassio e la consolida maggiore minerali come magnesio, ferro, potassio e favorisce la formazione dei frutti. Potete vedere altre preparazioni fatte in casa per l’orto

Ricorda, questi sono rimedi per casi eccezionali, è conveniente concimare periodicamente il terreno e aggiungere materia organica da humus, compost , ecc. per mantenere condizioni ottimali di fertilità costante.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *