Suggerimenti

Cos’è Kefir? Conosci le sue proprietà e come prepararlo

L’ acqua Kefir ( dal turco Keif “sentirsi bene” ) conosciuta anche come bulgari o tibicos, è un alimento fermentato probiotico ad alto contenuto di microrganismi viventi come batteri e lieviti ed enzimi ad alto valore che migliorano il microbiota intestinale, curano le nostre ossa e rinforzano il nostro sistema immunitario , tra i molti benefici per la salute del kefir.

Bevande e cibi con probiotici sono il miglior regalo che possiamo fare alla nostra flora intestinale, poiché è conveniente prendersene cura in modo speciale perché è strettamente legata alla nostra salute generale. I crauti o cavolo fermentato e il kefir sono forse i probiotici più conosciuti.

Cos’è il kefir?

Questa bevanda fermentata è originaria della zona del Caucaso, dove viene prodotta da diversi secoli.

I kefir sono noduli o grani gelatinosi con una sfumatura tra il marrone e il giallo. In questi grani sono presenti milioni di microrganismi come Lactobacillus e vari tipi di lieviti che, attraverso la fermentazione alcolica e lattica, producono il kefir o bevanda bulgara. Una volta ingerita questa bevanda, i microrganismi si depositano nel nostro intestino e inizia una relazione simbiotica di cui entrambi beneficiamo.

Il kefir è un probiotico naturale che possiamo facilmente preparare in casa, di seguito fornisco la ricetta così che possiate realizzarlo anche voi. Vale la pena preparare questa bevanda così ricca di benefici e proprietà salutari.

Quando prendere il kefir?

Kefir è particolarmente raccomandato:

  • In un gran numero di malattie e disturbi
  • Per migliorare le funzioni del nostro intestino
  • Casi di cattiva digestione di latticini e altri alimenti.
  • Quando hai preso o stai assumendo farmaci (soprattutto antibiotici)
  • In caso di usura o stress prolungati e prolungati
  • Per migliorare il sistema immunitario durante i primi anni di vita.

Scopriremo quali sono i benefici e le proprietà che ci offre la bevanda fermentata di kefir o tibicos e la ricetta per preparare il kefir in casa.

Proprietà e benefici di kefir, bulgaro o tibicos

  • Ha azione antinfiammatoria
  • Kefir ha un effetto antiallergico
  • Promuove la rigenerazione del fegato
  • Evitare la formazione di gas intestinali
  • Fasi di debolezza e affaticamento fisico
  • Per purificare l’intestino
  • In caso di patologie cutanee (dermatite, eczema…)
  • Combattere le malattie infettive
  • Previene lo sviluppo di tumori
  • Elimina i patogeni pericolosi per la nostra salute
  • Ha un grande potere antiossidante
  • È in grado di rigenerare la flora intestinale o il microbiota
  • Agisce contro la candidosi
  • Migliora la risposta del sistema immunitario
  • Protegge la mucosa intestinale
  • Regola la digestione
  • Casi di asma bronchiale
  • Evita e combatti la gastroenterite
  • È consigliato per la colite ulcerosa e in generale per le malattie in cui è presente un’infiammazione intestinale.

Esistono diversi tipi di kefir: kefir d’acqua, kefir di latte, kefir di acqua di cocco e kombucha hanno proprietà molto simili, c’è poca differenza in termini di benefici.

.

Maggiori informazioni sugli alimenti probiotici e prebiotici

Come fare il kefir d’acqua

Per fare kefir o tibicos hai bisogno di:

  • 1 vasetto di vetro o vasetto precedentemente sterilizzato
  • 1 litro di acqua di sorgente, purificata o filtrata
  • 3 cucchiai di kefir d’acqua (già idratato)
  • 3 cucchiai di zucchero di canna integrale
  • Frutta secca come 1 fico, 1 dattero, 1 prugna, 2 porzioni di mela o albicocca
  • 1/2 limone tagliato a fettine (con la buccia, quindi è importante utilizzare un limone biologico)

Mettiamo tutti gli ingredienti in un barattolo di vetro con chiusura ermetica (che avremo precedentemente fatto bollire in acqua per 30 minuti per pulirlo bene) e lasciamo fermentare per 2 o 3 giorni, mescolando un po’ il composto ogni giorno.

Trascorso questo tempo, lo filiamo con una garza o un panno e aggiungiamo anche il succo del mezzo limone che abbiamo messo nella pentola con il kefir.

Risciacquiamo i noduli oi grani di kefir con acqua e ricominciamo il processo.

È importante tenere presente che ogni giorno si forma più acido carbonico, quindi se lo fai fermentare per più di 3 giorni, non coprirlo ermeticamente in modo che fuoriesca poco a poco.

Come si prende il kefir?

Per ottenere il massimo da questa bevanda probiotica, preferibilmente la beviamo sempre a stomaco vuoto e prima dei pasti.

Possiamo bere la quantità di kefir che vogliamo.

Il kefir è una bevanda dal gusto gradevole e si beve facilmente.

Leggi Come fare lo yogurt in casa

Vuoi sapere come conservare il kefir?

  • Se non tornerai a casa per qualche giorno o vuoi smettere di prenderlo per un po’, puoi scolarlo bene e metterlo in un barattolo di vetro nel congelatore.
  • Potete conservarli anche in frigo o in frigorifero per una settimana in un vasetto con acqua e zucchero.
  • Un’altra opzione è disidratarla: basta coprirla con un panno o carta da cucina in una zona ventilata. Ogni giorno capovolgilo con cura. Quando sarà pronto vedrai che i granuli o le palline di kefir non sono appiccicosi e sembra che si sia cristallizzato. Per riutilizzarlo, l’ho semplicemente messo in un contenitore con acqua e zucchero per 12 ore e poi avremmo seguito il procedimento sopra indicato per fare il kefir.

IMPORTANTE! Se hai kefir e vuoi regalarlo in modo che più persone possano approfittare dei suoi benefici, lascia un commento qui sotto.
.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *