Suggerimenti

Cura del finocchio

Il finocchio è una di quelle piante a cui siamo così abituati che a volte è facile dimenticarne la grande bellezza e il fascino. È una pianta aromatica particolarmente diffusa nella regione mediterranea, dove cresce molto facilmente per la sua notevole resistenza e semplicità di coltivazione.

Se vuoi saperne di più sulla cura del finocchio, dove piantarlo o quanto tempo ci vuole per crescere, non esitare a continuare a leggere questo articolo di EcologíaVerde.

Caratteristiche del finocchio

Con il nome scientifico Foeniculum vulgare, il finocchio è una pianta erbacea della famiglia del prezzemolo e della carota che ha una lunga tradizione come pianta medicinale e condimento culinario nella cucina mediterranea.

Utilizzata nell’antichità dagli antichi egizi e cinesi, la sua tradizione come pianta medicinale viaggiò in Europa grazie ai primi mercanti, dove il suo uso guadagnò popolarità e misticismo fino ad attribuirle presunte proprietà magiche nel medioevo. In effetti, veniva appeso alle porte delle case per tenere lontani gli spiriti maligni.

Attualmente il finocchio è molto apprezzato come condimento per il suo sapore particolare, che ricorda l’anice, ed è spesso usato per condire pesce e uova. La pianta ha la sua origine nell’area mediterranea, nell’Europa meridionale, sebbene sia già diffusa in gran parte del mondo.

La pianta del finocchio, pur essendo erbacea, può crescere considerevolmente, arrivando fino a 2 metri di altezza se piantata all’aperto in condizioni favorevoli. Un altro motivo per cui la sua coltivazione è così popolare nei giardini di tutto il mondo è che questa pianta a bulbo è molto utile per attirare insetti come le coccinelle, molto benefica per il frutteto e l’orto grazie alla sua capacità di tenere a bada parassiti pericolosi come l’afide.

E quando fiorisce il finocchio? Il più comune è vedere i suoi graziosi fiori gialli a fine estate, formati in grappoli abbastanza aperti. La sua coltivazione è possibile sia da seme che dal bulbo stesso, anche se quest’ultimo è molto più diffuso per la sua maggiore velocità, dando origine ad una pianta in soli 3-6 mesi.

Scopri maggiori informazioni sulle piante erbacee: caratteristiche ed esempi in questo altro post.

posizione per il finocchio

Se ti stai chiedendo se il finocchio è per il sole o per l’ombra, ti portiamo la risposta. Nel caso in cui abbiate messo a dimora il finocchio in vaso, tenete presente che questa pianta necessita di una posizione soleggiata, tollerando senza alcun problema l’incidenza diretta, cosa comune nel suo ambiente naturale. Trova un posto dove riceve diverse ore di sole al giorno, senza preoccuparti del sole diretto.

La stessa cosa accade se la tua pianta di finocchio va in giardino o nel frutteto: l’importante è che riceva quanta più luce possibile. Ovviamente cercate di mantenere almeno 30 cm di distanza tra piante diverse, poiché come abbiamo accennato ha una capacità di crescita molto importante di cui tenere conto.

Visita questo altro link di Piante e fiori perfetti per giardini molto soleggiati.

Clima per il finocchio

Anche se può non sembrare, il clima è una delle cure più importanti per il finocchio. Essendo una pianta mediterranea, il finocchio cresce molto meglio nei climi temperati, preferibilmente con temperature comprese tra 15 e 23ºC. Sebbene possa tollerare temperature un po’ più alte e occasionalmente temperature più basse, queste possono potenzialmente danneggiare e stressare la pianta, specialmente quando fa freddo. Non sopporta il gelo.

Forse anche questo altro articolo sulle piante mediterranee per il giardino può sembrarti interessante.

irrigazione per finocchio

La cosa migliore per innaffiare il finocchio è utilizzare un sistema di irrigazione a goccia, automatico o con un sistema ecologico fatto in casa che puoi fare in casa senza quasi complicazioni. Se si preferisce mantenere l’irrigazione manuale, tenere presente che è conveniente somministrare alla pianta irrigazioni molto frequenti che mantengano un certo livello di umidità costante nel terreno o nel substrato.

Se questi livelli di umidità non vengono mantenuti, il bulbo avrà problemi di sviluppo, interessando anche la parte aerea della pianta. Come sempre con queste piante, l’umidità e l’irrigazione abbondante non devono essere confuse con il ristagno, che è molto dannoso.

Visita questo articolo di EcologíaVerde per imparare a realizzare un sistema di irrigazione a goccia.

Terreno o substrato per il finocchio

Poiché è una pianta che richiede un’umidità costante, la cosa più importante con il suo terreno o substrato è che fornisca il miglior drenaggio possibile, che evita ristagni d’acqua che fanno marcire il bulbo.

Richiede anche terreni con una buona profondità, cosa particolarmente importante in vaso, e crescerà molto meglio in terreni sciolti precedentemente arricchiti con materia organica, possibilmente humus di lombrichi o compost. Questo è fondamentale se si intende consumare la pianta come aromatica, poiché un terreno povero di sostanze nutritive sarà percepibile in un sapore povero e meno gradevole.

Scopri Come fare l’humus di lombrichi o Come fare il compost fatto in casa in questi altri due articoli che ti consigliamo.

Concimazione e coltivazione del finocchio

Come abbiamo accennato, una delle cure del finocchio è quella di avere un terreno ricco, quindi nei mesi caldi è conveniente fornire un po’ più di sostanza organica al substrato o al terreno ogni due settimane, in modo che il terreno mantenga la sua proprietà.

Inoltre, la sua coltivazione in terra richiederà la coltura, che consiste nell’aggiungere più terra alla base degli steli in modo da favorire la formazione di un bulbo tenero e saporito. Questo dovrebbe essere fatto 20-30 giorni dopo il trapianto all’aperto, o poche settimane se piantato direttamente nel terreno.

raccolta del finocchio

Se pianti il ​​finocchio per il raccolto, le sue foglie inizieranno a solidificare 2-3 mesi dopo la semina. Potete tagliarli con forbici molto affilate e disinfettate, tagliando il gambo alla base. Non preoccuparti perché la pianta non impiegherà molto a dare origine a nuovi steli. Se quello che vuoi è il bulbo, ci vorrà un mese in più delle foglie per essere pronte.

Se desideri leggere altri articoli simili a Cura del finocchio, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.