Suggerimenti

Cura del garofano d’aria

Il cosiddetto garofano dell’aria è una pianta epifita ufficialmente chiamata Tillandsia Aeranthos originaria del Sud America ma che può essere coltivata in qualsiasi parte del mondo se vengono soddisfatte le giuste condizioni. Il fusto può raggiungere i 60 centimetri di altezza, ed è ricoperto da molte foglie disposte su più file.

Le foglie hanno piccole squame grigiastre, sono allungate, di forma triangolare e abbracciano lo stelo, che lascia un bellissimo insieme. Anche i fiori sono piccoli e possono essere di colore viola o blu scuro e sbocciano durante l’estate. In EcologíaVerde, mostriamo quali sono le cure del garofano dell’aria.

La più importante cura del garofano aereo

  • Posizione: possono essere sia all’interno che all’esterno. Nel secondo caso, se il clima è caldo e umido, si svilupperà perfettamente e sarà bello.
  • Illuminazione: deve trovarsi in una zona molto luminosa, preferibilmente in pieno sole, poiché è così che raggiungerà il suo massimo splendore.
  • Temperatura: l’unico requisito che ha al riguardo è che non tolleri il gelo, quindi bisogna stare molto attenti alle basse temperature. Se lo hai fuori e fa freddo di notte, mettilo dentro in modo che non soffra.
  • Umidità: hanno bisogno di ricevere l’umidità ambientale, e quando fa molto caldo, è conveniente spruzzare le foglie una volta alla settimana.
  • Parassiti e malattie: è una pianta molto resistente sia a una cosa che all’altra, quindi se non ti confondi nelle cure non avrai problemi in tal senso.
  • Moltiplicazione: quando si vuole farlo, deve essere in primavera e per talea, separando i giovani rami.

Se desideri leggere altri articoli simili a Cura del garofano aereo, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.