Suggerimenti

Cura della fresia

Fresie, fresie, fragole o fresie sono piante bulbose molto apprezzate per i loro fiori, che non solo sono molto belli e di vari colori, ma sono anche tra i più profumati che esistono. Se ti piace la loro immagine e anche il loro profumo intenso e dolce e vuoi iniziare ad averli in casa, ti consigliamo di sapere bene come prenderti cura di questo tipo di piante, poiché le bulbose sono delicate in alcuni aspetti, come l’irrigazione.

Se vuoi imparare a prenderti cura delle fresie per abbellire il tuo giardino o la tua casa, unisciti a noi in questo articolo di EcologíaVerde dove vedrai una guida pratica.

Caratteristiche delle fresie

In termini generali, queste sono le caratteristiche principali delle fresie:

  • La fresia, chiamata anche fresia o fragola, è un genere che ha origine in Sud Africa e deve il suo nome al naturalista del XIX secolo Theodor Freese. Fa parte della famiglia delle Iridaceae e conta circa 20 specie e un gran numero di varietà ibride, la maggior parte delle quali è attualmente coltivata nei Paesi Bassi.
  • Questi bulbi, che vengono piantati in autunno e poi fioriscono in primavera, raggiungono altezze di circa 30 centimetri, anche se alcuni possono raggiungere anche i 50 centimetri.
  • I suoi fiori a forma di imbuto sono raggruppati in infiorescenze e possono essere di una vasta gamma di colori a seconda della specie o varietà, ma quelli bianchi si distinguono soprattutto per il loro grande profumo.
  • Le foglie sono sottili e lunghe e di colore verde intenso. È comune averli sia in vaso che in piena terra, poiché la pianta è adatta sia all’esterno che all’interno, anche se dipende se il clima è temperato o estremo.
  • Se ottieni cormi o cormi di fresia, acquistali in autunno per la semina immediata e cerca che siano sodi al tatto. Quelle morbide saranno probabilmente in cattive condizioni o malate, quindi è meglio evitarle.

Se ti piacciono le bulbose, non esitare a visitare questo altro articolo su 15 bulbose: nomi, caratteristiche e foto.

Cura della fresia – guida di base

Le fresie non sono una pianta particolarmente delicata, ma non sono nemmeno molto rustiche o super resistenti, quindi necessitano di alcune cure. Segui queste linee guida di base per la cura della fresia per mantenere le tue piante nella migliore forma possibile:

  • Clima, luce e posizione: sono di clima temperato o caldo, quindi possono stare all’esterno in questi ma dovrebbero stare all’interno in luoghi freddi. È meglio posizionarli in una zona semi-ombreggiata, che riceve molta luce ma non diretta.
  • Substrato per fresie: necessitano di un substrato leggero con un buon drenaggio per evitare ristagni idrici.
  • Fertilizzante: è conveniente utilizzare un po’ di fertilizzante come compost, tipo bokashi o humus di lombrichi.
  • Irrigazione: nonostante necessitino di avere un’umidità costante nel terreno, la cosa più importante è evitare le pozzanghere in modo che i bulbi non marciscano. Durante i mesi caldi, quando la pianta è attiva, annaffiare abbastanza frequentemente ma in piccole quantità.

Successivamente, spieghiamo più in dettaglio ciascuna delle cure delle fresie o dei dispositivi di rimozione del peso.

Clima e posizione per le fresie

Le fresie sono originarie di un clima caldo e quindi non possono tollerare climi freddi o gelate, che possono uccidere i bulbi. Se abiti in una zona calda puoi metterli all’aperto, senza dover spostare i bulbi in inverno, ma se nel tuo clima le temperature scendono molto nei mesi freddi, dovrai tenerli al chiuso in un vaso.

In una pentola, metteteli singolarmente in piccoli contenitori, oppure unite più bulbi in un unico grande vaso, rispettando sempre una distanza di circa 10 centimetri tra loro. In ogni caso, sotterrateli a circa 5 centimetri di profondità. I contenitori devono avere fori di drenaggio. Sia all’interno che all’esterno, conservali in un luogo protetto da forti venti o correnti d’aria regolari.

Luce

Queste piante crescono meglio in condizioni molto luminose. Tuttavia, l’incidenza diretta della luce solare, soprattutto in climi molto caldi o con sole intenso, può rovinare o rovinare i fiori delle fresie.

Tenendo conto di ciò, la collocazione ideale per loro è un luogo semiombreggiato, sia in una zona protetta dal sole diretto del giardino, sia in una stanza molto luminosa ma lontana dalle finestre.

Terreno e substrato per fresie

Come la maggior parte dei bulbi, le fresie richiedono un terreno con un buon drenaggio per evitare ristagni e problemi causati dall’umidità eccessiva. Se pianti all’aperto, assicurati di aerare correttamente il terreno e controlla che non si inzuppi d’acqua o trattieni troppa acqua quando piove o irrighi. In tal caso, dovrai aggiungere un terriccio leggero preparato da te.

In una pentola, usa un substrato leggero affinché il bulbo cresca correttamente. Una miscela con una parte di torba, un’altra di fibra di cocco e un’altra di humus di lombrico, con l’aggiunta di perlite, risulterà in un substrato leggero e molto ricco, che non si impregna d’acqua e ha una grande quantità di nutrienti.

Fertilizzante per fresie

Queste piante apprezzeranno essere piantate in un terreno ricco di sostanza organica. Puoi arricchire il suo terreno o substrato con fertilizzante organico o compost ecologico, come il compost tipo bokashi o l’humus di lombrico. Aggiungine un po’ al terreno o al substrato quando iniziano i mesi caldi e, grazie a ciò, la pianta produrrà più fiori in primavera e in estate.

In queste altre guide al giardinaggio di EcologíaVerde ti insegniamo come preparare e utilizzare questi fertilizzanti.

Come innaffiare le fresie

Queste piante hanno bisogno di avere un certo livello di umidità nel substrato o nel terreno costantemente, almeno durante i loro mesi di attività. Innaffia molto frequentemente e in piccole quantità, in modo da mantenere umido il terreno senza mai ristagnarlo. Tra l’autunno e l’inverno, dopo la fioritura, interrompere le annaffiature per costringere la pianta ad entrare in uno stato vegetativo, che manterrà per tutta la stagione fredda.

Per saperne di più sull’irrigazione delle fresie e di altre piante, ti consigliamo di visitare quest’altra guida al giardinaggio su Quando innaffiare le piante.

Altre cure per la fresia

Se hai piantato le tue fresie troppo poco profonde, potrebbe aver bisogno di un traliccio. Usa un bastoncino o un filo per sostenerli e mantienili in posizione verticale, senza cedere troppo.

Inoltre questa pianta può subire l’attacco del ragnetto rosso o dell’afide in condizioni di temperatura e umidità elevate. Applica alcuni dei suoi rimedi ecologici o, meglio ancora, procedi con misure preventive se sei abituato a vedere questi parassiti nella tua zona. Per aiutarti, in EcologíaVerde, abbiamo preparato queste guide sui parassiti:

Se desideri leggere altri articoli simili a Cura della fresia, ti consigliamo di visitare la nostra categoria Suggerimenti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada.