Suggerimenti

Dareste ai vostri figli alimenti con più di 120 residui di pesticidi?

Frutta e verdura con più di 120 residui di pesticidi, è quanto riscontrato nelle analisi effettuate dall’ente benefico Pesticide Action Network UK (PAN) del Regno Unito. A raccoglierlo è il rapporto “Cibo per la riflessione” che mira a fornire informazioni a genitori e scuole sui residui di pesticidi negli alimenti che mangiano i bambini tra i 4 ei 6 anni.

Le analisi effettuate da questa organizzazione e pubblicati dal Comitato di Esperti sui residui di pesticidi nei cibi (PRIF) dimostrano che ci sono livelli inaccettabili di pesticidi presenti nel cibo servito nelle scuole sotto la Pesticide programma. Frutta e verdura a scuola promossi dagli inglesi Ministero della Salute.

Dei 123 diversi tipi di pesticidi trovati, alcuni di essi sono associati a gravi problemi di salute, come il cancro, problemi nello sviluppo cognitivo o alterazioni del sistema ormonale.

In molti casi lo stesso cibo conteneva diversi tipi di pesticidi. Questo è qualcosa di molto preoccupante perché la comunità scientifica non ha ancora studiato l’interazione dei diversi composti chimici dei pesticidi: il cosiddetto “ effetto cocktail ”. Quello che è noto è che i bambini sono particolarmente vulnerabili ai pesticidi e sono esposti a quantità molto elevate su base continuativa.

.

Numero di residui di diversi pesticidi presenti in frutta e verdura:

Mele> 64

Agrumi > 48

Uvetta > 45

Pere > 41

Pomodori > 27

Fragole > 23

Banane> 19

Carote > 12

Piselli> 11

.

È curioso che i livelli di residui di pesticidi riscontrati in questi alimenti siano superiori a quelli ottenuti nelle analisi effettuate dal Governo.

Solo il 30% di frutta e verdura viene fornito da produttori britannici. Il PAN chiede al governo di produrre più cibo localmente e senza pesticidi, in modo sostenibile, insistendo sulla promozione dell’agricoltura biologica nel Regno Unito e proteggere così l’intera popolazione, e in particolare i bambini, dagli effetti dei pesticidi.

Secondo il PAN, cambiare il cibo convenzionale con quello biologico costerebbe solo poco più di un centesimo di euro al giorno per ogni ragazza/o, e assicurano che proteggere i bambini da un cocktail di pesticidi consumato ogni giorno non ha prezzo .

Questa organizzazione ritiene che possa essere molto dannoso esporre i bambini a tanti pesticidi ogni giorno e che, inoltre, non sia necessario avere la possibilità di consumare alimenti biologici.

Se un’analisi simile fosse fatta nella scuola dei tuoi figli, pensi che i risultati sarebbero molto diversi?

Puoi vedere di più sull’argomento sul sito web di Pesticides Action Network .

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *