Suggerimenti

Differenze tra Lavanda e Cantueso: cosa sono?

A volte troviamo piante che hanno molte somiglianze nel loro aspetto fisico, ma non sono le stesse .

Questo è ciò che accade tra lavanda e lavanda, quindi se vuoi sfruttare le proprietà di ciascuna, dovrai imparare a differenziarle .

Non preoccuparti perché non è un compito complesso, purché tu abbia i dati più rilevanti a portata di mano.

E poiché vogliamo semplificarti la vita, abbiamo fatto i compiti per te. Qui ti diciamo quello che devi sapere.

Cos’è la lavanda?

La lavanda è un aromatico impianto con i viola fiori che appartiene alla famiglia delle Lamiaceae .

Si trova con diverse varianti nei campi, ma tutte appartenenti alla stessa famiglia.

È durante la primavera che inizia a farsi notare la loro fioritura, che colora i campi e regala un profumo molto gradevole a chi gli sta vicino.

Questa pianta ha un’ampia varietà di usi medicinali, dall’essere una fonte di rilassamento dell’aromaterapia alla pulizia delle ferite sulla pelle.

Inoltre hanno sfruttato le loro proprietà in aree di lavoro come cosmetici e altri prodotti come l’ essenza di olio l .

Cos’è la lavanda?

La lavanda è una versione molto simile alla lavanda, con caratterizzazione arbustiva e colorazioni differenti sia a livello dello stelo che a livello del fiore.

Nel caso degli steli, possono essere verdi , argentati o rossi . Tutto dipende dalla posizione dei peli che crescono intorno ad esso.

Dal canto loro, i fiori possono variare tra il rosso, il viola e il bianco , a seconda del tipo di lavanda in questione.

Ha anche caratteristiche aromatiche che individuano il profumo in una miscela di timo e lavanda , motivo per cui viene applicato anche in aromaterapia.

Allo stesso modo, ha proprietà notevoli come effetti antibatterici, antisettici e cicatrizzanti . Infine, vale la pena dire che ha un ruolo molto positivo a livello digestivo.

In che modo la lavanda e la lavanda sono diverse?

Entrambe le specie possono differire per aspetto fisico e proprietà medicinali .

Ma la prima cosa che dobbiamo sapere è che appartengono alla stessa famiglia delle Lamiaceae .

Questo dà il chiaro riferimento che è normale che si generi confusione quando siamo sul campo e li vediamo.

Soprattutto se sono piantati insieme. Alcuni punti in cui differiscono sono:

  1. I componenti interni : la lavanda ha come elementi principali il linalolo, l’acetato di linalile e i terpeni. Da parte sua, la lavanda contiene canfora, chetoni, cineolo, tannini, resine e flavonoidi.
  2. Usi : l’orientamento principale della lavanda è verso la mente, le ferite e i muscoli. La lavanda agisce principalmente a livello digestivo e come controllore di agenti negativi come batteri e virus.
  3. L’odore : la lavanda emana il suo caratteristico profumo di lavanda, mentre la lavanda si presenta come un mix tra lavanda e timo , come abbiamo visto sopra.
  4. I fiori : la lavanda li avrà sempre nei toni del viola , mentre la lavanda può variare dal viola al rossiccio. Il bianco si verifica solo quando i fiori hanno una condizione simile all’albinismo umano.

Sia la lavanda che la lavanda fioriscono in primavera e spesso riempiono i campi di colore e buon odore. Differenziarli è fondamentale soprattutto quando gli daremo un uso medicinale, perché se le sue proprietà sono confuse, il problema non sarà risolto.

E sebbene i componenti interni siano qualcosa che non può essere dominato ad occhio nudo, con una buona visualizzazione delle caratteristiche esterne puoi definire chiaramente ogni specie.

Bibliografia e riferimenti

  • Bergmann, Heide. (2011). Piante aromatiche per balcone e terrazzo. Editoriale Hispano Europea. Barcellona, ​​Spagna.
  • Verde, Alisa. (2007). Il libro delle spezie: erbe aromatiche e spezie. Edizioni Robinbook. Barcellona, ​​Spagna.
  • Caballero Giménez, Damiris; Heredia Rudecindo, Daniela; Garcia Gómez, Valeria; Gilabert Sellès, Arturo; Martorell Betanzo, Sara; Vazquez Franco, David. Essenze e fragranze. IES Santo Domingo. Cadice-Spagna. Riprodotto da:  http://www.parqueciencias.com/export/sites/default/comun/galerias/galeriaDescargas/educacion-formacion/CienciaAula/esenciasFragancias.pdf
  • Gutierrez Duran, María Concepción; Basante Pol, Rosa María. Dati storici e bibliografici del genere lavandula . Università Complutense di Madrid. Riprodotto da: https://dialnet.unirioja.es/descarga/articulo/587763.pdf
  • IES Bahia de Babel. (2007). Giardino delle delizie. Alicante-Spagna. Riprodotto da:  http://www.iesbahiadebabel.com/proyectos/medioambiental/assets/pdf/HuertoDelicias.pdf

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *