Suggerimenti

Differenze tra parassiti, malattie ed erbe infestanti

Con l’arrivo della primavera e dell’estate, le colture possono essere colpite da parassiti, malattie ed erbe infestanti , poiché le buone condizioni rendono le piante un ambiente ideale per vivere e riprodursi.

In questo post vedremo le principali differenze tra parassiti, malattie ed erbe infestanti e quali sono i metodi di controllo che dobbiamo seguire per eliminarli.

Differenze tra parassiti, malattie ed erbe infestanti

Il concetto di peste è legato all’esistenza di organismi nelle piante (come aracnidi, roditori, insetti, molluschi…) in concentrazioni superiori a quelle che possono sostenere. È importante controllare i parassiti per evitare possibili danni economici che possono causare che si tradurranno in una diminuzione della produzione.

Questi parassiti possono essere introdotti quando incontrano condizioni climatiche favorevoli per il loro sviluppo e anche i loro nemici naturali non agiscono efficacemente. Un’altra opzione è che possano essere specie autoctone che si sono adattate favorevolmente alle colture e che queste diventino suscettibili al loro attacco.

Ma non tutti gli insetti sono dannosi per le piante. Molti sono   insetti utili, come nemici naturali dei parassiti o impollinatori come le api per formare il frutto, e alcuni sono addirittura predatori di insetti dannosi.

Le  malattie delle piante sono alterazioni negative causate da microrganismi , cioè da funghi, virus e batteri, che hanno un valore inestimabile per l’occhio umano. È per questo motivo che sono più difficili da diagnosticare rispetto agli insetti nocivi. Sono caratterizzati da un’ampia varietà di sintomi , come rivestimenti ammuffiti, avvizzimento, croste, macchie nere, ruggine o marciume.

L’  erba o le erbacce sono piante indesiderate che interferiranno con lo sviluppo delle colture che entrambe competeranno per l’uso di spazio, sostanze nutritive, acqua e luce. Come è logico, queste erbe infestanti causeranno grandi perdite economiche oltre a ridurre i raccolti e la qualità riducendo l’efficienza della fertilizzazione e dell’irrigazione delle colture.

Metodi di controllo di parassiti, malattie e infestanti

Una volta che abbiamo imparato a distinguere tra parassiti, malattie ed erbe infestanti , dobbiamo sapere come controllarli.

Attualmente esiste una conoscenza sufficiente della maggior parte dei parassiti, insetti, funghi, virus e batteri che colpiscono i nostri giardini per evitare i loro danni.

Negli orti biologici è vietato l’uso di insetticidi, fungicidi o qualsiasi altro prodotto chimico di sintesi per controllare parassiti, malattie ed erbe infestanti, quindi è meglio utilizzare la lotta integrata con metodi come quelli che vedremo di seguito.

Controllo dei parassiti

La prima cosa che dobbiamo sapere per fermare una pestilenza è conoscerla, conoscerne le caratteristiche e le abitudini. I parassiti nel giardino sono più facili da identificare perché l’agente che causa il danno è chiaramente visibile. Nel post giardino comune e insetti da giardino puoi trovare i principali parassiti delle piante da giardino.

Bisogna valutare se il parassita sta davvero causando un problema serio o si trova, al contrario, in concentrazioni relativamente basse. Quest’ultimo è importante, come nel caso degli afidi. Se l’afide si trova sulla pianta in concentrazioni molto basse, attira insetti utili per il giardino come le coccinelle che favoriranno, come detto in precedenza, l’impollinazione. Se siamo nel caso di una pestilenza che sta causando danni al nostro giardino, dobbiamo procedere come segue:

  • Valutazione del corretto svolgimento delle attività agricole . Ad esempio, l’eccesso o la mancanza di irrigazione o fertilizzazione, la mancanza di insolazione, ecc. Se non vengono eseguite correttamente, stiamo causando un indebolimento della pianta che la rende più suscettibile all’attacco degli insetti. Un esempio di ciò è la comparsa di un’alta popolazione di afidi.
  • Eliminazione manuale degli insetti : questa operazione viene eseguita solo se il giardino è molto piccolo, come nel caso di giardini a terrazza, balconi, tetti che attualmente stanno diventando molto di moda nelle città.
  • Eliminazione delle parti danneggiate delle piante, come steli e foglie in modo che il parassita non si diffonda al resto della pianta.
  • Trattamenti con prodotti biologici: sapone di potassio o olio di neem. Nel post Insetticidi naturali, 10 pesticidi per l’orto ecologico passiamo in rassegna i principali preparati ecologici per eliminare gli insetti indesiderati.

Controllo delle malattie

Per evitare malattie è necessario agire preventivamente aggiungendo buoni fertilizzanti organici. Ad esempio, humus di verme e altri fertilizzanti organici come l’estratto di ortica, per rafforzare le piante del nostro orto biologico e renderle meno suscettibili all’attacco di microrganismi.

Se le piante sono finalmente colpite, dobbiamo rimuovere le parti infette (foglie e steli). A volte devi anche rimuovere l’intera pianta per evitare di diffonderla alle piante vicine.

Nel post sulle principali malattie delle piante da giardino , vengono dettagliate alcune delle malattie che attaccano le colture orticole e come controllare queste malattie causate da funghi, batteri, nematodi…

Controllo delle infestanti

Il controllo delle infestanti è la pratica più longeva in giardino. Possono raggiungere il giardino dal vento, dagli uccelli, dai semi… e hanno effetti negativi perché competono con le piante, possono dare una sensazione di abbandono e sono rifugio per parassiti e malattie.

Per evitare la sua presenza, alcune tecniche da applicare sarebbero:

  • Solarizzazione : consiste nel “cuocere” il terreno per uccidere i semi delle erbacce.
  • Reti anti erbacce : sul terreno viene stesa una rete che non lascia fuoriuscire le erbacce.
  • Pacciamatura : consiste nel ricoprire il terreno con materiali diversi per ostacolare l’accesso della luce ai semi e che sono in grado di germinare.
  • Per evitare la comparsa di infestanti spontanee, non innaffiare in zone di terreno nudo.
  • Elimina le erbacce prima che fioriscano e rilascino i semi.
  • Rotazione delle colture da giardino anno dopo anno.

Nel post su come controllare le erbacce in modo ecologico troverai maggiori dettagli su come porre fine a questo problema.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *