Suggerimenti

Echinacea, proprietà e benefici di questa pianta medicinale

Cos’è l’echinacea?Echinacea, Echinacea purpurea , Echinacea angustifolia ed Echinacea pallida , è una pianta medicinale originaria del Nord America dove veniva già utilizzata dalle popolazioni autoctone all’interno della loro medicina popolare per mantenere e ritrovare la salute.

Sebbene questa pianta sia nota per il suo uso nei raffreddori o raffreddori e nell’influenza per migliorare le difese, l’echinacea ha più applicazioni: riduce la febbre, si prende cura della salute di denti e gengive, combatte la Candida albicans e migliora i casi di affaticamento.

L’Echinacea appartiene alla famiglia botanica delle Asteraceae, come altre piante medicinali come Arnica , Camomilla , Stevia , Cardo mariano , Calendula o fiore morto , e ortaggi come Carciofo o Alcaucil e Lattuga .

In questo articolo conoscerete le proprietà dell’echinacea e quale azione medicinale ha, i benefici dell’echinacea e a cosa serve questa pianta, come preparare e assumere l’echinacea e infine quali sono le controindicazioni dell’echinacea e quando non va assunta.

Proprietà dell’echinacea

Principi attivi come quercetina e rutina (entrambi flavonoidi), acidi fenolici liberi, glicoproteine, polisaccaridi o olio essenziale con borneolo, sono alcuni dei composti che conferiscono all’echinacea le sue proprietà medicinali.

Questi componenti attivi hanno azione:

  • Immunostimolante
  • Antibatterico
  • Antivirale
  • Soppressore della tosse
  • Guarigione
  • Antinfiammatorio
  • Febbrifugo
  • antimicotico
  • Anti-emicrania

A cosa serve l’echinacea? Benefici dell’echinacea

– Può aiutarti a mitigare i sintomi e ad accelerare il recupero in caso di raffreddore o raffreddore e influenza.

– Per l’otite o l’infezione all’orecchio può essere utile

– L’echinacea è usata in caso di infezioni del tratto respiratorio

– Combatti il ​​mal di testa

– Può essere utile contro le infezioni del tratto urinario

– L’echinacea è usata per la sinusite e altri disturbi respiratori come la bronchite.

– Tradizionalmente è stato usato per combattere la fatica

– È utile in caso di mal di gola e tosse.

– Facendo collutori con echinacea possiamo migliorare la nostra salute orale

– Riduce la febbre

– Questa pianta medicinale può aiutare a combattere l’infezione da candida

– L’echinacea facilita la rigenerazione dei tessuti e la guarigione delle ferite

– Applicato esternamente, l’echinacea può migliorare ferite e problemi della pelle come psoriasi ed eczema.

– L’echinacea viene utilizzata anche localmente (esternamente) per i casi di punture di insetti e di serpenti.

– Può essere utile applicato esternamente per combattere i casi di acne

.

Come preparare e prendere l’echinacea

Le radici e le sommità fiorite sono utilizzate principalmente per scopi medicinali.

Possiamo preparare l’echinacea principalmente in due modi:

  • Infuso di echinacea: metti 1 cucchiaino di pianta essiccata, aggiungi 200 ml di acqua, copri e lascia riposare tra 4 e 6 minuti. Quindi viene filtrato e bevuto a poco a poco quando non è più così caldo.
  • Tintura di echinacea: è un modo molto pratico per avere sempre a portata di mano le proprietà dell’echinacea e si assume molto facilmente, basta diluirla in acqua.

Ci sono due modi per usare l’echinacea:

  • Uso interno : si prepara in infusione con un cucchiaino di pianta essiccata e 200 ml di acqua molto calda. Lasciar riposare 5 minuti, filtrare e bere. Oltre all’infuso di echinacea possiamo fare anche la tintura di echinacea. È molto pratico perché in questo modo abbiamo sempre a disposizione le proprietà dell’echinacea, poiché la tintura dura un anno. Vi lascio il link al mio articolo per sapere come fare la tintura di echinacea .
  • Uso esterno : puoi prepararlo come infuso e applicarlo con una garza pulita sulla zona da trattare, come se fosse un tonico.

Controindicazioni dell’echinacea

Le piante medicinali dovrebbero essere prese sotto la supervisione di un erborista, l’esperto in piante medicinali e sotto controllo medico. In base alla tua anamnesi, alle tue patologie e cure e in base alle tue esigenze, sapranno dirti in quale dose, per quanto tempo e in che modo è meglio per te assumere (o meno) l’echinacea.

In generale, il consumo di echinacea è sconsigliato in alcuni casi:

  • Non è consigliabile prenderlo per più di 8 settimane consecutive.
  • Non è sicuro consumare l’echinacea durante la gravidanza e l’allattamento
  • Il suo uso è controindicato nelle persone con malattie autoimmuni.
  • Persone con problemi al fegato
  • Nelle persone con diabete, poiché può causare ipoglicemia
  • L’echinacea non deve essere usata nei bambini di età inferiore ai 12 anni

In sintesi….

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *