Suggerimenti

Fumaria, una pianta medicinale per i disturbi della pelle, del fegato, dell’ipertensione e molto altro.

Congiuntivite, reumatismi, ritenzione di liquidi, artrite, cattiva digestione, cistite … Cosa hanno in comune tutti questi disturbi? Che la fumaria può aiutare a migliorarli.

In questo articolo vi diciamo a cosa serve questa pianta, quali sono le sue proprietà e benefici per la salute, come si assume e le possibili controindicazioni al suo utilizzo.

Cos’è la fumaria?

Fumariae herba o erba fumaria comune, è costituita dalle parti secche ed elevate di Fumaria officinalis L. (fam. Fumariaceae), raccolte durante la stagione della fioritura, nonché dai loro preparati in dosi efficaci. È anche conosciuto come Fumoterra, Palomilla, Sangre de Cristo, Zapaticos e Fumitory.

È una pianta annuale dalle caratteristiche alquanto variabili, spesso somigliante ad un arbusto, ma cresce anche come arbusto basso. Ha foglie grigie e appuntite che da lontano conferiscono alla pianta un lieve aspetto fumoso (da cui il nome comune). Il fiore rosa-viola sboccia in primavera. La pianta è molto diffusa e si trova in giardini, pendii e terreni incolti.

I fiori secchi o freschi della Fumaria officinalis sono utilizzati in erboristeria. È un ingrediente di preparati che vengono utilizzati principalmente per i disturbi del tratto gastrointestinale e biliare ed è quindi registrato nella Farmacopea Europea.

Azione terapeutica della Fumaria officinalis

Secondo la Farmacopea Europea, le parti aeree essiccate intere o frammentate di Fumaria officinalis hanno un contenuto minimo dello 0,40% di alcaloidi totali, espressi come protopina (fumarin), insieme ad altri alcaloidi isochinolici. L’attività biologica delle specie Fumaria è principalmente associata alla presenza di questi alcaloidi.

La protopina ha attività antistaminiche (antiallergiche) , ipotensive, bradicardiche e sedative a piccole dosi negli animali, mentre dosi più elevate causano eccitazione e convulsioni. Questo alcaloide ha un’azione contrattile sullo sfintere di Oddi negli animali che regola il flusso biliare e la secrezione esocrina pancreatica, e previene il reflusso dal duodeno al dotto biliare.

Gli estratti etanolici di Fumaria officinalis sembrano essere di interesse per le loro proprietà antiallergiche e coleretiche (attivano la produzione di bile) dimostrate in uno studio sulla popolazione tunisina.

L’efficacia e la sicurezza degli esteri dell’acido fumarico (FAE) per il trattamento della psoriasi è stata dimostrata e dovrebbero essere considerati come farmaci che mostrano una notevole efficacia immunosoppressiva.

Proprietà e benefici di fumaria

Tradizionalmente, la pianta è stata utilizzata come digestivo e diuretico. Gli estratti di fumaria possono essere utili nel trattamento di disturbi del tratto epatobiliare, disturbi spastici nella zona delle vie biliari della colecisti, nonché del tratto gastrointestinale. Fumitory stimola la secrezione biliare. Ha anche un moderato effetto antispasmodico sul tratto digestivo superiore. Ha inoltre proprietà diuretiche e depurative.

Nella medicina popolare, l’erba è stata utilizzata per le condizioni della pelle, l’idropisia, la stitichezza, la cistite, l’arteriosclerosi, i reumatismi, l’artrite, come purificatore del sangue, per l’ipoglicemia e le infezioni.

L’attività antimicrobica di Fumaria è stata segnalata contro gli organismi Gram-positivi, Bacillus anthracis e Staphylococcus, e anche contro i lieviti.

Questa pianta è stata usata per trattare eczema cronico, eruzioni cutanee e altre condizioni dermatologiche.

Gli esteri dell’acido fumarico (AED) sono una potenziale terapia per i pazienti con disturbi cutanei granulomatosi recalcitranti che possono essere mediati da meccanismi immunomodulatori simili a quelli della psoriasi.

È stato anche segnalato l’uso come lozione per gli occhi nella congiuntivite .

Per assicurarti tutti i benefici di questa pianta medicinale, ti consigliamo sempre l’ affumicatoio ecologico .

Indicazioni ufficiali

In Germania , Fumaria officinalis è approvato per l’indicazione “dolore colico che colpisce la colecisti e il sistema biliare, insieme al tratto gastrointestinale”.

Francia : Medicina erboristica tradizionale utilizzata per favorire le funzioni digestive e di eliminazione urinaria.

Spagna : fitoterapia tradizionale per il sollievo sintomatico di disturbi digestivi come dispepsia e flatulenza.

Austria: – Discinesia del dotto biliare, dolore nella colelitiasi quando l’intervento chirurgico non è possibile, dolore nella colecistite e colangite, sindrome postcolecistectomia e sindrome postepatica con colestasi – Dolore nel sistema biliare nella discinesia del dotto biliare, disturbi dopo colecistectomia, colelitiasi quando l’intervento chirurgico non è possibile – Trattamento di supporto delle discinesie delle vie biliari (anche trattamento dopo colecistectomia) in caso di insufficienza epatica.

L’indicazione accettata dal gruppo di lavoro delle monografie dell’Unione europea e dall’elenco dell’Unione europea (MLWP) e dal comitato per i medicinali a base di erbe (HMPC) è: Medicina tradizionale a base di erbe utilizzata per aumentare il flusso della bile per alleviare i sintomi dell’indigestione (come una sensazione di pienezza , flatulenza e digestione lenta).

Raccomandazioni approvate dalla Cooperativa Scientifica Europea sulla Fitoterapia (ESCOP): malattie dell’apparato digerente come mal di stomaco, nausea, vomito, flatulenza o sensazione di pienezza, causate da disturbi epatobiliari.

Istruzioni per l’uso di Fumaria

Preparazioni erboristiche in forme di dosaggio solide o liquide per uso orale.

Adulti e anziani

  1. a) Sostanza vegetale frantumata
  • Tisana: 2 g di sostanza vegetale frantumati in 250 ml di acqua bollente come infuso di erbe, 1-2 volte al giorno
  • Dose giornaliera: 2-4 g
  1. b) Sostanza a base di erbe in polvere
  • Dose singola: 220 mg.
  • Dose giornaliera: fino a 1100 mg.
  1. c) Estratto secco
  • Dose singola: 250 mg.
  • Dose giornaliera: fino a 4 volte al giorno
  1. d) Estratto liquido
  • Dose singola: 0,5-2 ml
  • Dose giornaliera: 2-4 ml.
  1. e) Tintura
  • Dose singola: 0,5-1 ml
  • Dose giornaliera: 1-4 ml.
  1. f) Succo di piante fresche
  • Dose giornaliera: 3,5-4 g

Durata d’uso

Se i sintomi persistono per più di 2 settimane durante l’uso del medicinale, consultare un medico o un operatore sanitario qualificato.

Modo di somministrazione

  • Uso orale.
  • Da assumere prima dei pasti.

Controindicazioni del fumo

Non è raccomandato l’uso nei bambini e negli adolescenti di età inferiore ai 18 anni.

Non usare, senza controllo medico, in caso di ostruzione biliare, colangite, calcoli biliari e altre condizioni biliari o epatite.

Il Comitato per i medicinali a base di erbe dell’Agenzia europea per i medicinali stabilisce l’ipersensibilità ai principi attivi, le ostruzioni del dotto biliare, la colangite, i calcoli biliari e qualsiasi altra malattia biliare ed epatite come la principale controindicazione.

Se i sintomi peggiorano durante l’uso del medicinale, consultare un medico o un operatore sanitario qualificato. Inoltre, il Comitato per i medicinali a base di erbe dell’Agenzia europea per i medicinali indica che non è stata stabilita la sicurezza durante la gravidanza e l’allattamento. In assenza di dati sufficienti, l’uso durante la gravidanza e l’allattamento non è raccomandato. Nessun dato disponibile sulla fertilità.

Bibliografia consultata

  • Fumaria officinalis (fumiatori) –applicazioni cliniche

Europa PMC

Fortschritte der Medizin [01 luglio 1995, 113 (19): 291-292]

  • Analisi comparativa delle piante medicinali utilizzate nella medicina tradizionale in Italia e Tunisia

Journal of Ethnobiology and Etnomedicine

Volume 5, numero articolo: 31 (2009)

  • Fumerei

Fitoterapia. netto

  • Gli effetti dell’estratto di Fumaria Parviflora L sull’eczema cronico delle mani: uno studio clinico randomizzato in doppio cieco controllato con placebo

Mezzaluna rossa iraniana Med J. 2011 novembre; 13 (11): 824-828.

  • La ricerca e l’uso delle piante medicinali viste attraverso la scuola

Immagini dell’infanzia, Cattedra UNESCO in Sviluppo del bambino, Master in Infanzia e cultura, Specializzazione in Infanzia, cultura e sviluppo e Laurea in Pedagogia dell’infanzia.

Vol. 13 N. 2 (2014)

  • Monografia erboristica comunitaria su Fumaria officinalis L., herba

Agenzia europea per i medicinali (EMA) – Comitato per i medicinali a base di erbe (HMPC).

  • Rapporto di valutazione su Fumaria officinalis L., herba

Agenzia europea per i medicinali (EMA) – Comitato per i medicinali a base di erbe (HMPC).

  • Attività antimicrobica di alcune piante utilizzate nella medicina tradizionale turca

Asian Journal of Plant Science 3 (1), 2004

.

.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *