Suggerimenti

Gestione ecologica a HuertAula Cantarranas

Come abbiamo già detto a Daniel nel post precedente ( Comunità Huerta di Madrid: “HuertAula CANTARRANAS” ),  questo orto biologico è il più grande dei quali compongono la rete hu ertos urban community della Comunità di Madrid (ReHdMad!)  

Oltre al lavoro educativo e sociale di cui abbiamo già parlato nell’altro articolo (accoglie una moltitudine di collettivi e gruppi di lavoro: riabilitazione lavorativa, inserimento sociale delle persone con disabilità, scuole …), ha una missione importante nel pratica e diffusione dell’Agricoltura Ecologica .

In questo post ti parlerò un po’ di cosa e come si coltiva nella HuertAula CANTARRANAS,  riassumendo i punti più importanti della gestione ecologica in questo orto urbano. Spero ti sia d’aiuto!

Semi e piantine: la serra CANTARRANAS

Tutto inizia nella serra, dove la maggior parte delle colture che vengono successivamente piantate sui terrazzamenti vengono avviate in tutti i tipi di semenzai o vivai.

Oltre a fornire piantine e alberelli al giardino di Cantarranas,  questa serra ospita semenzai di frutteti che si trovano in tutta la città . Gli orti comunitari lo richiedono e HuerAula gli concede lo spazio . Ogni persona o associazione che lo utilizza è responsabile del proprio semenzaio, quindi ognuno porta il proprio seme e substrato. Per non fare confusione, mettono una targhetta identificativa con il nome o sigla del frutteto a cui appartiene ogni semenzaio, la data di semina e cosa contiene ciascuno, come potete vedere cliccando su queste foto:

I semi utilizzati sono semi biologici, per lo più di varietà locali o tradizionali. Provengono da diversi luoghi:

  • Dall’orto stesso, dove alcuni semi vengono raccolti direttamente dalle piante. Nella foto sotto potete vedere il sedano contrassegnato da nastri rosa, che è il segnale che usano in HuertAula per indicare che il raccolto non deve essere ancora raccolto perché il suo seme è in attesa di essere raccolto.
  • Da altri frutteti nel ReHdMad! con cui si effettuano gli scambi di semi.
  • Dalla banca di semi  che si trova nello spazio culturale Matadero Madrid  e che è gestita dalla cooperativa di prodotti ecologici ECOSECHA.
  • Dall’INIA (Istituto Nazionale Ricerche e Tecnologie Agrarie Alimentari), con cui collaborano. Questo organismo produce semi a ReHdMad! e nella serra HuertAula questi semi si riproducono e si moltiplicano. Una parte viene restituita all’INIA per essere analizzata e inclusa nella National Seed Bank, e un’altra parte rimane in HuertAula.
  • Da produttori biologici della zona con cui alcuni orticoltori di HuertAula hanno un rapporto.
  • Se è necessario qualche tipo di seme che non può essere ottenuto in questi modi, i semi ecologici vengono acquistati confezionati da alcune case commerciali.

HuertAula non smette di reinventarsi e anno dopo anno cercano nuovi progetti per migliorare questo orto comunitario. La successiva è la costruzione di un capannone per balle di paglia che ospita una propria banca del seme dove tutto questo materiale può essere classificato e immagazzinato.

Cosa e come si coltiva nell’orto di Cantarranas

Come si può vedere nella mappa, le coltivazioni sono perfettamente organizzate per terrazzamenti.

In linea di massima, il giardino può essere diviso in quattro parti:

  • Coltivazione con Metodo Biointensivo, pratica di Agricoltura Biologica che si basa sulla preparazione profonda del terreno in modo che se ne possa coltivare di più in meno spazio , poiché le radici si sviluppano più profondamente e meno orizzontalmente.
  • Coltivazione in terrazzamenti. Hanno sperimentato terrazze rialzate come quelle nella foto dei nastri rosa (fatti con bancali di legno, trucioli di ceramica…) e terrazze “normali”,  a livello del suolo, come queste: 
  • Fiori , piante aromatiche e officinali (in pianta, verdi terrazze): melata, nasturzio, timo, origano, tanaceto, cardo mariano… Molte di esse sono state scelte per la loro efficacia nell’allontanare i parassiti.
  • Frutti rossi: fragole, mirtilli, ribes, more…

La raccolta di ciascuno dei terrazzamenti e le attività di  coltivazione sono pianificate e organizzate mensilmente in un incontro a cui gli orticoltori che possono/vogliono partecipare e, per non confondersi, utilizzano una lavagna dove si riflette tutto ciò che è stato concordato.

All’inizio di ogni stagione sono previste anche le rotazioni colturali  dei diversi terrazzamenti, tecnica base dell’Agricoltura Biologica.

Come in altri orti comunitari, il raccolto viene distribuito tra tutti i giardinieri e i gruppi di lavoro che partecipano a HuertAula, e viene utilizzato anche per i pasti o gli incontri annuali che organizzano.

Maggiori informazioni sulla gestione ecologica in HuertAula: compost

Oltre all’uso di sementi biologiche, la restrizione dell’uso di pesticidi, la pianificazione delle rotazioni o l’uso di piante che ci aiutano a combattere parassiti e malattie, vengono eseguite altre pratiche ecologiche di base, come la produzione e l’uso di compost e vermicompost

Ti abbiamo già parlato in altri articoli nella categoria “Come coltivare l’orto” su queste tecniche, quindi ti dirò solo le più eccezionali e “nuove” che fanno in HuertAula:

1. Per vagliare  più comodamente il compost , utilizzano questa utile struttura autocostruita, sulla quale appendono il vaglio e il compost fine cade in un capiente contenitore posto proprio sotto.

 

2. Innaffiano i cumuli di compost con l’urina !!

Innaffiare il compost è un’azione obbligatoria affinché il compost si formi bene e mantenga un’adeguata umidità, ma se, in più, si fa con questo liquido ricco di azoto e privo di agenti patogeni, il suo contenuto in nutrienti viene aumentato nello stesso tempo che si Smaltiamo questo prodotto di scarto . Per questo a HuertAula hanno costruito un piccolo orinatoio (clicca sulla foto per vederlo meglio) in cui l’urina viene raccolta in caraffe che poi vengono utilizzate per irrigare il compost.

Spero che questo post ti sia stato utile e che utilizzi questi nuovi trucchi per i tuoi frutteti.

Deja una respuesta

Tu dirección de correo electrónico no será publicada. Los campos obligatorios están marcados con *